A GIANCARLO MORELLI IL PREMIO BIRRA IN CUCINA

A IDENTITÀ GOLOSE L’INGREDIENTE DEL SUCCESSO È  STATA LA BIRRA.

A GIANCARLO MORELLI IL PREMIO BIRRA IN CUCINA

Allo chef del Pomiroeu il premio per l’utilizzo innovativo della birra in cucina.

Presentata parte della giuria della nuova edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru.

 Undici edizioni che hanno incoronato, negli anni, alcuni dei più importanti chef della cucina d’autore del panorama internazionale per l’utilizzo innovativo della birra in abbinamento ai piatti o in ricettazione. È questo il Premio Birra in Cucina che torna, anche quest’anno, sul palco di Identità Golose e premia Giancarlo Morelli, chef del ristorante Pomiroeu di Seregno (MB). I concetti su cui si fonda sull’eccellenza della cucina dello chef Morelli, gusto e convivialità, sono molto vicini alla concezione di birra a tavola che Birra Moretti promuove coerente con lo stile alimentare italiano.

A consegnare il riconoscimento, Alfredo Pratolongo, Presidente della Fondazione Birra Moretti, che ha sottolineato come questo premio rappresenti una tappa importante del percorso di valorizzazione della cultura della birra a tavola.

«Il nostro impegno, negli anni, ha sempre più fatto leva su tre concetti fondamentali: cultura, ricerca e talento. La cultura è il pilastro su cui si fonda il lavoro della Fondazione Birra Moretti che promuove la cultura della birra a tavola. La ricerca è alla base dell’innovazione che ha permesso a Birra Moretti di diventare, in 159 anni, il brand di birra più premiato in Italia, con una famiglia di 18 specialità, in rappresentanza dei principali stili birrari. Il talento è un valore in cui crediamo fortemente e sul quale abbiamo costruito, in collaborazione con Identità Golose, il nostro progetto più importante: Il Premio Birra Moretti Grand Cru. Cultura, ricerca e talento sono anche alla base del Premio Birra in Cucina che assegniamo oggi a Giancarlo Morelli, un grande chef con cui abbiamo avuto l’opportunità di iniziare a collaborare lo scorso anno proprio grazie al Premio» – racconta Alfredo Pratolongo.

Il conferimento del Premio Birra in Cucina è stato anche l’occasione per presentare parte della giuria della prossima edizione del Premio Birra Moretti Grand Cru, un progetto che verrà completamente rinnovato nella forma e nei contenuti. Insieme a Giancarlo Morelli, quindi, hanno già confermato la propria disponibilità Claudio Sadler (da Sadler) storico Presidente della giuria, Andrea Berton (Berton), Carlo Cracco (ristorante Cracco), Nicola Dell’Agnolo (Il Luogo di Aimo e Nadia), Annie Feolde (Enoteca Pinchiorri), Giancarlo Perbellini (Casa Perbellini), Alessandro Pipero (ristorante Pipero) e Marco Reitano (La Pergola Hotel Rome Cavalieri)

Giancarlo Morelli

La vita dello chef Giancarlo Morelli è da sempre votata alla cucina. Essere un cuoco non era solo un desiderio e un obiettivo, ma quasi una missione oltre che un’opportunità per lasciare le valli bergamasche in cui è nato, e conoscere il mondo. Per questo, dopo il diploma all’alberghiero, i primi passi professionali di Morelli sono negli Stati Uniti e a bordo della Pacific Princess. È nel 1993 che apre il suo ristorante Pomiroeu a Seregno che conquista, nel 2009, la prestigiosa stella Michelin. Nel 2014 inizia a occuparsi della gestione estiva del Phi Beach in Costa Smeralda. La cucina dello chef bergamasco si fonda su due concetti imprescindibili: il gusto e la convivialità. È su questa scia che, nel 2016, Giancarlo Morelli apre la Trattoria Trombetta e, sempre a Milano, inaugura uno spazio di mille mq all’interno del nuovo Hotel Viu con Morelli, il ristorante gourmet, e Bulk, il Mixology Food Bar. Dal 2017 è giurato del Premio Birra Moretti Grand Cru.

L’albo d’oro del Premio Birra in cucina

2008: Moreno Cedroni, chef La Madonnina del Pescatore (Senigallia – AN)

2009: Emanuele Scarello, chef Agli Amici (UD)

2010: Davide Oldani, chef D’O (Cornaredo – MI)

2011: Marco Stabile, chef Ora d’Aria (FI)

2012: Claudio Sadler, chef Sadler (MI)

2013: Fabio Barbaglini, ex chef Antica Osteria del Ponte (Cassinetta di Lugagnano – MI)

2014: Stefano Ciotti, chef Urbino dei Laghi e Naturalmente Pizza (San Giacomo in Foglia – PU)

2015: Daniel Burns, chef Luksus di Brooklyn

2016: Eugenio Boer, chef Essenza (MI)

2017: Giovanni Sorrentino, chef I gerani (Santa Maria la Carità – NA)

birramoretti.it – fondazionebirramoretti.it

Birra Moretti nasce nel 1859 a Udine nella “Fabbrica di Birra e Ghiaccio” fondata da Luigi Moretti. Apprezzata da subito in tutto il Friuli Venezia Giulia, diventa in pochi decenni una birra nazionale. Esportata in oltre 40 Paesi nel mondo – fra cui gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, il Canada e il Giappone – Birra Moretti continua a essere universalmente riconosciuta anche in contesti internazionali da esperti del settore provenienti da tutto il mondo. I più recenti riconoscimenti sono stati assegnati alle specialità della famiglia Birra Moretti in occasione del Brands Award, a luglio 2017. Birra Moretti è disponibile sul canale Modern Trade e Ho.Re.Ca. nelle versioni Birra Moretti Ricetta Originale, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto, Birra Moretti La Bianca (2016), Birra Moretti Zero, Birra Moretti Grand Cru, Birra Moretti Grani Antichi (2016) e Birra Moretti Lunga Maturazione (2016), la gamma Birra Moretti Le Regionali: Birra Moretti alla Pugliese (2016) e Birra Moretti alla Lucana (2016) che si aggiungono a Birra Moretti alla Friulana, Birra Moretti alla Siciliana, Birra Moretti alla Piemontese, Birra Moretti alla Toscana e la gamma Radler: Birra Moretti Radler Limone, Birra Moretti Radler Chinotto, Birra Moretti Radler Gazzosa.

 

La Fondazione Birra Moretti, costituita nel 2015 da HEINEKEN Italia e Partesa, opera senza fine di lucro e ha lo scopo di migliorare la conoscenza della birra in Italia, diffondendone la cultura e abbinamenti gastronomici, coerenti con lo stile alimentare italiano e con un consumo di birra intelligente e moderato. La Fondazione Birra Moretti è una Fondazione di Partecipazione. Porta avanti il suo lavoro con il contributo di operatori del settore, sommelier, ristoratori, chef e di quanti condividono la passione per la birra o nutrono interesse per le opportunità che essa può offrire per sostenere la crescita e il benessere del Paese, e decideranno di diventarne sostenitori.

(Visited 42 times, 1 visits today)