La guida Le Soste presentata a Eataly Smeraldo a Milano

  

La guida Le Soste si è presentata a Eataly Smeraldo a Milano, da quest’anno anche in formato digitale

L’anima più autentica dell’Associazione Le Soste è rappresentata dalla Guida: un volume di lusso, impreziosito da una veste grafica e tipografica elegante e raffinata, curata dall’editore Mediavalue srl di Milano. Icona materiale di 35 anni dell’Associazione che rappresenta i migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e nel Mondo, festeggia quest’anno quota ottantacinque Soci.

La distribuzione tradizionale della Guida avviene a titolo di omaggio presso gli ospiti dei ristoranti Soci, con una diffusione mirata presso le principali manifestazioni enogastronomiche italiane, con un milione e quattrocentotrentamila copie stampate ad oggi, è la prima a vantare anche il primato del digitale sottoforma di APP. Si tratta dell’unica guida online dove i soci possono autonomamente modificare i dati e aggiungere le notizie relative al ristorante, alle promozioni e alla partecipazione agli eventi più importanti e facile da consultare.

L’appuntamento per la presentazione ufficiale de la Guida Le Soste 2017 è stato il  10 luglio  sul palco di Eataly Smeraldo a Milano alla presenza del Direttivo dell’Associazione, dei Soci e del patron Oscar Farinetti: ha presentato la guida il giornalista e critico enogastronomico Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose, il primo congresso italiano di cucina e pasticceria d’autore.
Al termine della presentazione gli ospiti hanno degustato gli stuzzichini curati da Viviana Varese, Alice Ristorante;  Claudio Sadler, presidente dell’Associazione, del ristorante Sadler; Patrizia di Benedetto, Bye Bye Blues;  Terry Giacomello, Inkiostro; Christian e Manuel Costardi, Christian & Manuel Ristorante.

Per festeggiare l’occasione alle ore 20 è andata in scena una cena stellata: Le Soste d’estate a partire dalle ore 20 per soli 100 ospiti e su prenotazione.

Il menu:
Patrizia di Benedetto, Bye Bye Blues: Carpaccio di gamberi di Mazara del Vallo, tagliatelle di calamari a vapore e maionese di bottarga di tonno
Terry Giacomello, Inkiostro: Tagliolino di bianco d’uovo, il suo rosso, crema di parmigiano e caviale di tartufo nero
Christian e Manuel Costardi, Christian & Manuel Ristorante, Riso Carnaroli con piselli, calamari e menta
Claudio SadlerSadler, Filetto di vitello cotto a bassa temperatura, salsa tonnata e giardinetto di verdure
Viviana VareseAlice Ristorante, La Dolce vita (tartelletta con curd al limone, salsa allo yuzu, macedonia di mango e papaia, spuma di passion fruit e sorbetto al mango) e piccola pasticceria

Associazione Le Soste:
Le Soste quest’anno è arrivata a quota ottantacinque, rappresentando i migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e nel Mondo. L’idea originaria prese forma nel 1982 durante una cena tra ristoratori amici: alcuni tra i maggiori chef italiani stabilirono di incontrarsi periodicamente per condividere spunti e progetti sull’enogastronomia italiana d’eccellenza e rendere noti ai propri clienti i ristoranti che perseguivano quotidianamente gli ideali di cultura gastronomica, convivialità, accoglienza, cortesia e raffinatezza. Il modello di riferimento furono dal principio le grandi Associazioni francesi come Traditions et Qualité e Relais Gourmands. Da allora tanti anni sono passati, ma lo spirito di amicizia tra i diversi Soci, nonché il percorso comune teso all’alta qualità, animano ancora oggi i membri Le Soste.

I nuovi soci 2017:
Entrano in guida il ristorante Christian&Manuel all’interno dell’hotel Cinzia di Vercelli, capitanato dai fratelli Costardi;  Vun all’interno dell’hotel Park Hyatt di Milano, grazie alla mano dello chef Andrea Aprea; Inkiostro a Parma, con l’energia dello chef Terry Giacomello; La Bandiera di Civitella Casanova (PE) per la cucina dello chef Marcello Spadone; Krèsios di Telese Terme (BN) diretto dal giovane Giuseppe Iannotti.

Il logo:
Il logo dell’Associazione è stato ideato da Emilio Tadini, raffinato artista milanese, e rappresenta una freccia stilizzata, che richiama nella sua essenzialità l’insegna delle antiche stazioni di posta.

(Visited 35 times, 1 visits today)