ORTICOLA E FUORI ORTICOLA 2014

                                                                                 

   ECCO  …  Orticola 2014!

Il giardino della rosa italiana, i giardini dei vivaisti, gli ingressi “verdi”

un nuovo concept per l’allestimento, gli incontri con gli esperti e

 i servizi al pubblico … ai Giardini Indro Montanelli

 Tanti eventi “dentro e fuori Orticola” in calendario nella “La Primavera di Milano”

 Le giornate di studi, le conferenze, le esposizioni e le mostre nei musei

                                                                                        Dress code 2014 : il rosso

 

 Una primavera tutta speciale per la nostra Associazione Orticola di Lombardia, invitata a partecipare dal Comune di Milano al nuovo circuito della “Primavera di Milano”, con i propri appuntamenti “dentro e fuori Orticola”.

Le novità della mostra-mercato per il 2014 partono dalla nuova scenografia alla doppia Giornata di Studi, dal Giardino della Rosa Italiana ai Giardini dei Vivaisti, e poi un interessante e nutrito “Fuori Orticola”, e ancora momenti di incontro con gli esperti, i servizi ai visitatori e, come ogni anno, l’impegno e la competenza degli espositori, la varietà e la rarità delle piante esposte, la qualità e la cultura verde che Orticola vuole sempre comunicare e diffondere!

ORTICOLA MOSTRA – MERCATO

da Venerdì 9 a Domenica 11 maggio 2014

Orari 9:30 – 19:30

Giardini Pubblici Indro Montanelli

Via Palestro – Milano

 

Novità 2014

Il Giardino della Rosa Italiana

Orticola 2014, grazie a Vogue-Eyewear, marchio di proprietà di Luxottica Group, dedica un grande spazio alle rose italiane e ai loro ibridatori per riscoprire, valorizzare e divulgare questo patrimonio di cultura e di bellezza ancora “troppo poco” conosciuto. Oscurate dalla fama delle rose inglesi, francesi e tedesche, ma amate da collezionisti esperti, le rose italiane meritano di essere riscoperte da un pubblico più vasto.

La rosa italiana ha infatti origini antichissime, come la Rosa di Paestum, oggi classificata come Rosa damascena ‘Bifera’, già citata nelle Georgiche di Virgilio, composte tra il 37 e il 30 a.C, ma è all’inizio dell’ottocento che inizia la grande stagione delle rose italiane e dei loro famosi ibridatori, come la ‘Bella di Monza’, creata da Antonio Giovanni Luigi Villoresi, all’epoca direttore dei Giardini della Villa Reale di Monza, o la rosa ‘Strambio’ ibridata da Giovanni Casoretti nel 1824 e dedicata a Gaetano Strambio, medico fautore della lotta alla pellagra.

E ancora le 38 rose diverse di Domenico Aicardi, quelle di Quinto Mansuino o dei sei fratelli Giacomasso che esportarono le loro produzioni in tutta Europa!

 

Il giardino dei vivaisti

Ancora una volta Orticola si propone come divulgatore del settore botanico, allestendo 17 giardini grandi e piccoli con la collaborazione tra giovani paesaggisti e vivaisti specializzati che, con le piante di loro produzione, mostrano come realizzare un piccolo giardino e le buone associazioni tra le piante esposte, abbinando le peonie sia con le erbacee perenni sia posizionandole accanto agli aceri, e poi le succulente con le graminacee e le fucsie con le hoste.

Capire come possono convivere le clematis con le rose e apprezzare il profumo della lavanda abbinato a quello degli agrumi, e ancora i salici intrecciati con i gerani e i rosmarini allestiti nei vasi pugliesi, sono solo alcuni degli esempi che si potranno ammirare in un percorso studiato che si delinea tra i viali della mostra.

 

Gli ingressi “verdi”

Novità 2014 sono gli allestimenti “verdi” e floreali ai tre ingressi della mostra-mercato affidati alle mani di vivaisti esperti e di paesaggisti creativi, per dare al nostro pubblico la sensazione di entrare nel Giardino Fantastico di Orticola.

Un’architettura con piante in forma e rose cinesi realizzata dai Fratelli Cappellini e ideata da Marco Bay, accoglie i visitatori alla porta di piazza Cavour, mentre un tunnel di profumati gelsomini disposti come siepi, realizzate dai Fratelli Ingegnoli, orna l’ingresso di via Palestro e invece, presenti al cancello di via Manin, si ammirano glicini e buxus in un disegno di Silvia Ghirelli, realizzato da Piergiorgio Minari grazie all'impegno di All'Origine.

 

OrticolaDesign Lab: il nuovo concept per l’allestimento scenografico

Un lavoro di ricerca e progettazione volto a ricreare in modo coordinato una nuova  scenografia della mostra, sia nella coreografia espositiva sia nel percorso dei giardini e, allo stesso tempo, la volontà di sensibilizzare ed educare il cittadino a una maggiore conoscenza delle piante e del verde in genere, sono queste le finalità del progetto OrticolaDesign Lab che prevede la collaborazione tra Orticola di Lombardia e IED, Istituto Europeo di Design.

Si inizia quest’anno con l’indagine sul ruolo del verde negli spazi pubblici e del rapporto tra verde e design, individuando scenari in cui le piante diventino elementi innovativi del paesaggio urbano contemporaneo e in cui, vicendevolmente, design e verde siano l’uno al servizio dell’altro.

Da qui parte il lavoro di sviluppo e presentazione dei concept per l’allestimento futuro della manifestazione che quest’anno sono oggetto di una mostra allestita durante la tre giorni di Milano.

 

I momenti di incontro

Anche quest’anno sono organizzati laboratori, corsi, dimostrazioni totalmente gratuiti dedicati ai visitatori, adulti e bambini, sia nella zona “Area Corsi”, sia presso i vari espositori, perché per Orticola promuovere la conoscenza delle piante, della cultura del giardino, dell’orto e del verde in genere, come forma educativa e divulgativa, è quasi una missione, la filosofia di vita da sempre, la sua grande tradizione!

Il pubblico di Orticola 2013 si è dimostrato soddisfatto dei contenuti e delle offerte proposte, infatti agli oltre 80 laboratori organizzati, ripetuti nell’arco dei 3 giorni di mostra, hanno partecipato circa 800 persone

Dal mese di aprile sul sito www.orticola.org saranno presenti tutti gli appuntamenti con aggiornamenti periodici su date, orari e tipologie.

 

I servizi per i visitatori

Anche per il 2014 sono attivati una serie di importanti e utili servizi per il pubblico

A seguito del successo della vendita online (+400%) abbiamo ripetuto lo sconto offerto nel 2013 mantenendo invariato il costo dei biglietti d’ingresso a 8,00€, anziché 9,00€, se acquistati on line su www.orticola.org.  Inoltre il deposito piante, per lasciare i propri acquisti in attesa del ritiro, la consegna a domicilio di fiori e piante grandi e ingombranti, il servizio carriole fai da te e il servizio di trasporto all’interno della mostra.

 

I partner di Orticola

I partner che accompagneranno l'Associazione Orticola di Lombardia nella realizzazione della Mostra Mercato Orticola 2014: accanto all’ormai storico, Ceresio Sim (dal 2011 e per il triennio 2014-2016) vi è la conferma della forte collaborazione con AssoBirra e della presenza di Vogue-Eyewear, marchio di proprietà di Luxottica Group, che adotta Il Giardino della Rosa Italiana, Eberhard & Co. che sostiene il blog e Fratelli Carli con un nuovo progetto. (all. Schede)

 

                                                  FUORI ORTICOLA

Da marzo a  maggio 2014

Galleria d’Arte Moderna, Museo di Storia Naturale e Biblioteca Braidense

 

Dal primo dopoguerra agli anni Ottanta: il tema della Terza Giornata di Studi

Alla Galleria d’Arte Moderna, GAM, di via Palestro  giovedì 27 e venerdì 28 marzo è previsto il terzo appuntamento di “La cultura delle piante dal Risorgimento al Terzo Millennio”, le giornate di studi volute da Orticola di Lombardia, organizzate secondo un programma quadriennale, che affronta l'affascinante mondo dei fiori e del verde nella storia d'Italia, partendo da Milano e dalla Lombardia nel Risorgimento e analizzando il tema da tanti punti di vista e discipline diverse.

Quest'anno la Giornata di Studi affronta il periodo “Dal primo Dopoguerra agli anni Ottanta”.

Personaggio di spicco dell'epoca è Gabriele D'Annunzio che darà vita al suo giardino al Vittoriale mentre, negli stessi anni, si assiste a un revival dello stile del cosiddetto giardino all'italiana. Con gli anni Cinquanta si iniziano ad aprire i giardini privati alle visite, l'Italia esprime un paesaggista di caratura internazionale come Pietro Porcinai e gli italiani si affermano anche come bravissimi creatori di nuove rose. Fiori e piante diventano fonte di ispirazione nella gioielleria come nella moda, in un crescendo che vede negli anni Ottanta un momento di grande fervore con la rinascita del dibattito sul tema delle piante che si esprime nell'opera di Ippolito Pizzetti e nell'editoria specializzata. Tra i relatori sarà presente Gualtiero Marchesi, chef pluristellato, che parlerà del complesso rapporto tra i fiori e la tavola degli italiani.

 

Nell’ambito di “Fuori Orticola”, sono allo studio una serie di iniziative e momenti di incontro, eccone alcuni esempi:

 

Sempre alla GAM, nella Sala da Ballo, sarà presentato giovedì 3 aprile “Hortus librorum liber hortorum – L'idea di giardino dal XV al XX secolo attraverso le fonti a stampa”,  di Franco Giorgetta, edito da Il Polifilo.

Tre volumi che raccontano la storia del giardino, o meglio dell'idea di giardino, attraverso manuali e trattati dal 1500 ad oggi, con un affascinante percorso, che tocca più di trecento opere, distribuite nell'arco di cinque secoli.

 

Il viaggio alla scoperta dei tesori nascosti

Nel tradizionale scambio reciproco che da sempre lega Orticola di Lombardia ai musei milanesi, l’edizione 2014 vede la collaborazione con il Museo  di Storia Naturale di  Milano, in Corso Venezia, che prevede:

·          nella settimana della mostra-mercato Orticola, le visite guidate su prenotazione, alla scoperta dei tesori nascosti nei depositi della sezione Botanica del museo, a cura della dottoressa Mami Azuma, Direttore del Museo di Storia Naturale, e del dottore Gabriele Galasso, Responsabile della Sezione Botanica. Sono visionabili pagine di erbari essiccati dedicati alle rose e i famosi “Libretti di Monza”, una collezione di grande valore scientiico, oltre che di grandissima bellezza.

·          un incontro, il sabato 10 maggio nel pomeriggio, tutto dedicata alle rose del nostro paese e al mestiere di ibridatore dal titolo “Le rose italiane: ibridi e spontanee” al quale parteciperanno esperti del settore.

 

Il giardinaggio scritto

La collaborazione di Orticola quest’anno si espande anche con la Biblioteca Nazionale Braidense, ospitata nel Palazzo di Brera a Milano, dove nella Sala Maria Teresa, con ingresso libero, nelle mattine da lunedì 5 fino a sabato 10 maggio: “1921 – 1984. Il giardinaggio scritto”, è visibile un’esposizione di libri e riviste dedicate alle piante e al giardinaggio, dalla fondazione de “Il Giardino Fiorito” organo della Società Amici dei Fiori fino a “Gardenia” nata dall’intuizione e collaborazione tra Francesca Marzotto Caotorta e Giorgio Mondadori Editore.

La presentazione della mostra con visita guidata è prevista per lunedì 5 maggio alle ore 18.00; parteciperanno Ada Gigli Marchetti, storica dell'editoria e presidente dell'Istituto Lombardo di Storia Contemporanea, Franca Gambini, direttore de “Il Giardino Fiorito”, Francesca Marzotto Caotorta, vice presidente di Orticola e fondatore di Gardenia, e Filippo Pizzoni, architetto paesaggista, consigliere di Orticola di Lombardia e curatore della mostra.

 L'Associazione:

 

Da oltre diciassette anni, Orticola di Lombardia, Associazione senza fine di lucro organizza la Mostra Orticola nei Giardini Indro Montanelli con lo scopo di far conoscere la produzione floro vivaistica di eccellenza e anche raccogliere fondi per il verde cittadino.

L’operato filantropico di Orticola di Lombardia, è reso possibile grazie ai ricavi realizzati con la Mostra Mercato Orticola, attraverso l’impegno dei suoi consiglieri e volontari. Il ricavato netto della mostra viene destinato a iniziative socio-culturali e progetti per la rivalutazione del verde cittadino in collaborazione con il Comune di Milano. Il costo del biglietto serve a permettere la organizzazione di un simile evento. I consiglieri di Orticola di Lombardia collaborano gratuitamente, come volontari, alla progettazione, alla ideazione e alla esecuzione della manifestazione.

La conoscenza, l’esperienza, e l’impegno etico di Orticola di Lombardia è messo, tutto, al servizio della comunità e del verde cittadino.

Gianluca Brivio Sforza – Presidente di Orticola di Lombardia
(Visited 32 times, 1 visits today)