Piquadro Group investe in Vintag la Startup dedicata al Vintage

Piquadro Group investe in Vintag la Startup dedicata al Vintage

Il Gruppo Piquadro, al quale fanno capo i marchi Piquadro, Lancel e The Bridge, annuncia la sua prima incursione nell’Economia Circolare, la moderna filosofia basata sui concetti di riciclo e riuso. Nell’ambito di un progetto che vedrà protagonista lo storico marchio di pregiata pelletteria fiorentina The Bridge, il Gruppo investirà, attraverso il programma di open innovation Piquadro MyStartupFunding Program, nella startup bolognese ideatrice dell’app Vintag, un marketplace esclusivamente dedicato al vintage.

«Mi sono innamorato di The Bridge e ho deciso di acquisire l’azienda quando ho scoperto il fascino del suo heritage trovando, nei migliori mercati vintage europei, pezzi iconici come la doctor bag e la portagiornali risalenti agli Anni Settanta» afferma Marco Palmieri, Presidente del Gruppo Piquadro. «L’inconfondibile cuoio toscano con il quale i prodotti The Bridge sono realizzati è ciò che ne fa non soltanto dei raffinati articoli di pelletteria ma anche dei pezzi unici destinati a diventare sempre più belli col tempo. Per questo gli amanti del vintage adorano The Bridge e per questo ho deciso di investire in Vintag, che non è semplicemente un marketplace del second hand, ma il punto di incontro di chi vuole scambiare oggetti di stile del passato».

Dunque, l’anima green del marchio The Bridge, nato negli Anni Settanta e ispirato alla cultura bohemian della gioventù di quel periodo, sposa perfettamente i concetti di sostenibilità ed eticità alla base di Vintag, il luogo di incontro di collezionisti, artisti, designer, stilisti, creativi o semplicemente uomini e donne che, nella ricerca di stile e qualità di tempi passati, prolungano la durata di utilizzo degli oggetti.

Vintag è una società tutta italiana con headquarters a Bologna. La sua unicità consiste sul puntare solo sul Vintage autentico e cioè su oggetti che in passato hanno rappresentato una generazione e un’epoca diventando icona di quel tempo.

L’app, disponibile su AppStore e Google Play, è stata lanciata nel maggio 2017 e conta già 19.000 utenti attivi, cioè persone che non solo si sono registrate ma hanno anche comprato, venduto e pubblicato almeno un articolo. «La grande forza di Vintag è proprio la sua community di utenti, tutti grandi appassionati di Vintage – afferma Francesca Tonelli, fondatrice di Vintag – senza i loro incoraggiamenti Vintag non sarebbe nemmeno nata. Il nostro obiettivo è la diffusione del Vintage perché siamo convinti che disperdere le eccellenze passate sia un errore che il mondo di oggi non può permettersi».

Settantamila sono gli oggetti in vendita, dall’abbigliamento e accessori al design, modernariato e collezionismo e un importante impulso alla crescita verrà dato non solo dal Gruppo Piquadro ma anche dai due partner recentemente entrati, Fashion Technology Accelerator (hub internazionale che promuove l’innovazione digitale e tecnologica nel settore della moda, del lusso e del retail) e Hatcher +(fondo di venture capital di nuova generazione basato sull’utilizzo dei big data e tecnologie di intelligenza artificiale).

(Visited 26 times, 1 visits today)