La Scuola de la Cucina Italiana LA FORMULA: ASSAGGIARE, IMPARARE E DIVERTIRSI

NON SOLO CORSI

Anche cene a tema, degustazioni, eventi gastronomici.

Una cena diversa dal solito, un incontro per imparare e per gustare dei piatti speciali: nascono da questo duplice intento le serate pensate da La Scuola de la Cucina Italiana.

Cene a tema, degustazioni, eventi gastronomici: ogni appuntamento è pensato come un allegro convivio che coniuga buon cibo e interessanti e utili lezioni.

Durante le degustazioni, inoltre, esperti e relatori commenteranno portate e mescite guidando i commensali nell’assaggio.

E nelle cene, lo chef sarà a disposizione per svelare i segreti delle ricette presentate e  le cucine saranno aperte per soddisfare la curiosità dei presenti.

Per il mese di ottobre, La Scuola propone una cena a tema nuova e divertente:

 

A SCUOLA CON IL MACELLAIO

21 ottobre – 40 euro – a partire dalle 20

Gianpietro Damini ci svela i segreti della Damini-Limousine, una razza dalla carne con sapore unico.

Scopriremo i tagli, le frollature e come fare la spesa nella propria macelleria di fiducia.

 

E due serate di degustazione altrettanto interessanti:

 

CONOSCERE IL WHISKY

Da lunedi 11 ottobre – 80 euro – dalle 20,30 alle 22

Per gli appassionati e per chi vuole imparare ad apprezzare il whisky.
Durante la prima lezioni, i relatori Andrea Giannone e Giuseppe Gervasio Dolci (organizzatori del Milano Whisky Festival) descriveranno modalità di produzione e differenti tecniche di invecchiamento ed affinamento, a cui seguirà una parte pratica con la corretta degustazione di 5 differenti espressioni di Single Malt Scozzesi delle diverse zone di produzione (Orkney, Speyside, Lowland, Campbeltown, Islay).
Nella seconda lezione si approfondirà la conoscenza del whisky degustandone altri 5 varietà per carpirne finishing ed invecchiamenti.

Ai partecipanti verranno dati due biglietti omaggio per l'ingresso al Milano Whisky Festival in programma il 6 e 7 novembre 2010.

 

 

I CORSI PER AMATORI

La Scuola de la Cucina Italiana è conosciuta soprattutto per i corsi che organizza: per tutte le tasche e per tutte le agende. Anche le più impegnate. Corsi che durano poche ore (come ad esempio Zuppe e Creme che ci insegnano a preparare ottime e cremose zuppe in sole tre ore) o qualche settimana (è il caso di Basi di Pasticceria e di Basi della Cucina). Facili e veloci (come Marmellate e confetture o Bicchierini Golosi) oppure rivolti a chi è già esperto (per esempio Arrosti, il nuovo corso per chi ama questo secondo piatto e  Funghi Porcini per cucinare queste prelibatezze di stagione).

E un occhio particolare alla Cucina Regionale, come ad esempio quella della Toscana (14 ottobre), della Lombardia (16 ottobre) o della Liguria (22 ottobre). Due lezioni da circa 3 ore ciascuna al prezzo di 160 euro.

Eccone un assaggio:

 

TOSCANA

dal 14 ottobre
Le migliori ricette della Toscana per riscoprire la tradizione gastronomica della regione

 

Prima lezione:
Cacciucco alla livornese
Triglie alla livornese
Biscottini di prato
Seconda lezione:
Zuppa di fagioli alla fiorentina o Pappa al pomodoro
Arista di maiale
Bistecca alla fiorentina

Zuppa di fagioli in autunno-inverno
Pappa al pomodoro in primavera-estate

 

 

 

LOMBARDIA

dal 16 ottobre
Dalla cassoeula agli ossi buchi, le migliori ricette della Lombardia

Prima lezione:
Fitascetta
Pizzoccheri
Ossobuco alla milanese
Sbrisolona
Seconda lezione:
Sciatt
Margottini alla bergamasca
Cotoletta alla milanese
Pan meino

 

 

 

LIGURIA

dal 22 ottobre
La Liguria e la sua migliore tradizione gastronomica

 

Prima lezione:

Pansotti alla salsa di noci

Coniglio alla sanremese

Torta Pasqualina
Seconda lezione:

Muscoli ripieni del Levante

Cappon magro

Stoccafisso accomodato

 

 

 

L’ACCADEMIA PER RISTORATORI

La Scuola de la Cucina Italiana, da sempre punto di riferimento per appassionati e aspiranti gourmet, ha pensato anche ai professionisti attraverso l’Accademia dei Ristoratori: un corso per professionisti del settore e per chef composto da 22 lezioni di circa 4 ore ciascuna il cui programma comprende l’insegnamento delle tecniche di base di cucina e della pasticceria, esercitazioni pratiche per apprendere le più importanti ricette “classiche” della cucina italiana, approfondimenti teorici sulle norme di igiene e sicurezza sul lavoro e sulla gestione di un’attività di ristorazione.

 

 

LE GASTROTECHE

Pensate per i più piccoli.

Anche i piccoli possono diventare grandi chef alla Scuola de La Cucina Italiana. Le gastroteche sono laboratori creativi in cui la cucina viene spiegata come un gioco: per coniugare divertimento e buona alimentazione.

 

Il mese di ottobre, la Scuola propone:

LE FROLLE

venerdi 22 ottobre

dalle 16,30 alle 18

Costo: 30 euro

E intanto che i bimbi si divertono in cucina, gli adulti si possono rilassare attraverso le Degustazioni di Tè: ai partecipanti verranno offerti pregiati tè e dolci in abbinamento. L’assaggio delle miscele verrà commentato e guidato da Barbara Sighieri, esperta degustatrice de La Teiera eclettica di Milano.

Il 22 ottobre il programma è il seguente:

 

Degustazione di tè verdi dal mondo

venerdi 22 ottobre

dalle 16,30 alle 18

Costo: 20 euro

Durante questo incontro si apprezzeranno i tè verdi dall'India e dalla Birmania.

 

 

 

LA SCUOLA DE LA CUCINA ITALIANA

QUALCHE INFORMAZIONE:

La Scuola de La Cucina Italiana, diretta da Anna Prandoni, ha sede a Milano, in Piazza Aspromonte 15. Nata nel 1988, la Scuola promuove la diffusione della cultura alimentare italiana. Ogni anno più di 6.000 iscritti frequentano i corsi di cucina rivolti sia agli appassionati che agli addetti ai lavori, senza dimenticare i bambini che possono sperimentarsi “piccoli chef”.

La cucina della Scuola è dotata di una grande cattedra da cui gli allievi possono seguire le spiegazioni dei maestri  e collaborare alla realizzazione dei piatti.
 Per i corsi di base (Basi di cucina, Cucina classica) c'è la possibilità di utilizzare le postazioni individuali dotate di fornelli, forno e lavello.
 Per chi sceglie invece i corsi di pasticceria è a disposizione un’aula con un grande tavolo di marmo e tutte le attrezzature per realizzare i dolci ma anche pane, pizze e pasta fresca.
 Nell’aula ristorante arredata in stile moderno si svolgono le degustazioni guidate e alcuni corsi  (bon ton e decorazione della tavola, angolo cottura).

 

INIZIATIVE SPECIALI:

LA SCUOLA E L’UNICEF

La Scuola de La Cucina Italiana sostiene l’UNICEF. L’iniziativa principale di questo sodalizio prevede che, per ogni bimbo che frequenta le gastroteche, la Scuola devolve una quota a favore dell’UNICEF. Una collaborazione pensata per prendersi cura anche dei bambini meno fortunati.

 

 

Scuola de La Cucina Italiana

Piazza Aspromonte 15 – Milano

Prenotazioni e informazioni: tel. 02 70642242

 www.scuolacucinaitaliana.it

 

 





(Visited 26 times, 1 visits today)