ORTICOLA DI LOMBARDIA

Non è il primo giorno di primavera, se non c’è Orticola!
LA “VERA” ORTICOLA
È SEMPRE E SOLO A MILANO
Orticola accoglie tanti nuovi amici
dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia,
fino alla Gran Bretagna e al Giappone

espositori, giardini, esperti, mostre, eventi, musei, vetrine, orti …
per promuovere e “raccontare” la cultura delle piante

e la conservazione dei giardini storici

Fino al 21 aprile i biglietti d’ingresso, acquistabili solo on line, sono scontati

IL TEMA 2023
“Il mondo vegetale che a noi sembra così pacifico, dove tutto appare accettazione, silenzio, obbedienza, è al
contrario il luogo dove la rivolta contro il destino è la più veemente e la più ostinata”.

Questa frase è tratta da “L’intelligenza dei fiori”, libro del 1907 di Maurice Maeterlinck, Premio Nobel per la Let-
teratura quattro anni dopo, ma era già presente molto tempo prima nel pensiero di Linneo e Charles Darwin.

E l’intelligenza dei fiori è il tema di Orticola 2023.

La prima cosa che ci colpisce è la bellezza del fiore, ma i fiori non sono solo ornamento, sono l’organo ripro-
duttivo di molte piante che riescono ad attrarre gli insetti impollinatori e a guidarli, come Salvia sclarea che si

è evoluta in modo da evitare l’autoimpollinazione oppure Dactylorhiza incarnata che attira l’insetto e riesce a
fargli depositare il polline esattamente nel posto giusto!
Le piante e i fiori sono quindi intelligenti, capaci di adattarsi, di crescere, di moltiplicarsi.
Orticola 2023 vi invita a visitare la mostra con “occhi nuovi”, cercando di cogliere per ciascuna pianta le sue
strategie, le sue tecniche, le sue modalità di nutrimento, perché la bellezza è effimera, mentre dell’intelligenza
non ci si stanca mai e questo aiuterà tutti noi ad avere più rispetto per la natura!
Ma l’invito è anche ad ascoltare con “orecchie nuove” per imparare ad apprezzare le singole caratteristiche e
curiosità di alcune piante: basta cercare nei viali della mostra-mercato il QRCode con “La voce di Orticola”
e ascoltare cosa fiori e piante vogliono dirci, perché il nostro passato è stato con le piante e lo sarà ancora di
più il nostro futuro!

L’IMMAGINE 2023

Una delle maggiori “intelligenze vegetali” sono le piante carnivore e quindi chi meglio di una pianta del gene-
re Drosera poteva rappresentare Orticola 2023.

Drosera utilizza i suoi tentacoli appiccicosi e ghiandolari per intrappolare e digerire gli insetti, sono inoltre ca-
paci di movimento e possono piegarsi verso la preda, mostrando un notevole livello di adattabilità e reattività.

Proprio questi tentacoli, così morfologicamente simili a neuroni umani sono i protagonisti dell’immagine di
Orticola 2023, creata e donata a Orticola da Chiara Pomati e il team creativo di The Branding Letters, un inno
alla natura e alla sua intelligenza, che così tanto ha da insegnarci.
I NUOVI AMICI DI ORTICOLA
Gli espositori di Orticola 2023 sono 139, di cui 13 presenti per la prima volta, 90 vivaisti e 4 provenienti dall’estero.
I vivaisti “new entry”
Gli espositori di Orticola 2023 sono 138, di cui 12 presenti per la prima volta e 90 vivaisti.
L’Azienda Agricola Andrea Pagani di Lestizza in provincia di Udine, è gestita da un giovane e competente
giardiniere che progetta, realizza e cura giardini e aree verdi e a maggio presenta la sua ricchissima collezione
di querce, forse la più ricca di Europa, che riproduce direttamente da seme.
Il vivaio Gardenesque giardini eclettici di Andrea e Simone da Monteu da Po (Torino) approda in mostra con
una scelta di piante ornamentali perenni e annuali, arbusti, rampicanti, ma anche kokedama, poetiche opere
d’ispirazione giapponese che sostituiscono al vaso una sfera di terra ricoperta di muschio. Tra le loro attivit
anche la realizzazione e cura di giardini, terrazzi, spazi verdi da interno.
La Rosa del Borghetto, nasce nel 2007, è un vivaio specializzato nella coltivazione di rose antiche e moderne
e ad oggi propone oltre 400 differenti varietà. Il vivaio ha sede nella collina di Prepo a Perugia. Collabora con

l’Università degli Studi di Perugia e, dal 2018, porta avanti alcuni progetti di ibridazione di nuove rose e spe-
rimenta tecniche di coltivazione a basso impatto ambientale.

Nel 2019 La Rosa del Borghetto ha presentato la sua prima rosa ibridata: ‘Chiara e Francesco’ e nel 2021 ‘Mi-
stica Umbria’, entrambe sono entrate a far parte della collezione del Roseto Botanico Carla Fineschi.

Le piante del vivaio vengono acquistate dagli ibridatori originali e coltivate in pieno campo con metodi tradi-
zionali e ad oggi sono presenti oltre 400 differenti varietà di rose.

A Orticola presenta in anteprima ‘Perugino’, nuovo ibrido esclusivo di rosa, commemorativa del 500simo
della morte del divin pittore.

Da Pietrasanta, in provincia di Lucca, proviene il Vivaio Corazza di Lucia Cortopassi. Fondato nel 1995, produ-
ce piante insolite provenienti da tutto il mondo. La produzione si arricchisce ogni anno ed è costantemente

controllata la correttezza tassonomica delle accessioni presenti.
Una delle caratteristiche del vivaio è la coltivazione in substrati adeguati che soddisfino i requisiti delle varie
specie, fungendo anche da centro di conservazione per alcune che, coltivate ex-situ, riportano i dati della

località di raccolta. La conservazione ex-situ è un tipo di conservazione delle specie più a rischio o delle popo-
lazioni al di fuori del loro habitat naturale, in modo da poterli reintrodurre in un secondo tempo.

Da Albenga, in Regione Oliveto Terraconiglio, partecipa per la prima volta l’Azienda Agricola Davide Bacci,
specializzata nella coltivazione di fiori eduli ed erbe aromatiche, officinali e alimurgiche con collezioni di
Origanum, Thymus, Salvia e Mentha.
Azienda Agricola Purgatorio, da Masano, Bergamo, presenta piante mellifere, quelle cioè che attirano api e
impollinatori. Tra queste hanno selezionato le varietà che favoriscono e incrementano la produzione di miele,
con coltivazioni ecosostenibili e a filiera corta, come Centaurea, Agastache, l’albero del miele (Tetradium
daniellii).

Plantarium Zen di Fabrizio Spirito, situato a Martina Franca, in provincia di Taranto, è nato dalla passione pro-
fonda per il mondo delle piante e su come queste possono interagire con oggetti insoliti, come contenitori di

vetro, pezzi di legno, vecchi complementi d’arredo non più utilizzati e così nascono creazioni viventi, uniche
e particolari. È specializzato in terrari in miniatura, creazioni di muschio, composizioni di piante tropicali
di ispirazione giapponese, piccoli ecosistemi di piante, muschi, legni e rocce, kokedama, piante viventi in
sfere di muschio, kusamono e shitakusa.

LE ALTRE PIANTE IN MOSTRA
Le intelligenze vegetali
Quali sono e dove potremo osservare le piante “intelligenti”?
Partiamo dalle spontanee e selvatiche del nostro territorio come Verbascum thapsus, il tassobarbasso delle

nostre campagne, dalle foglie tomentose, cioè coperte da una leggera peluria, che sono una strategia evolu-
tiva che consente a tutte le piante, che hanno questo tipo di foglie, di resistere alla calura e alla siccità estiva,

queste piante spontanee si trovano presso il vivaio Il melo selvatico.
Le erbacee autodisseminanti sono quelle che lasciano cadere i propri semi in giardino, così da germogliare

da sole l’anno successivo, come Centranthus ruber, la valeriana rossa o Erigeron karvinskianus, la marghe-
ritina dei muri, classiche presenze nei muri a secco mediterranei. Annuali, biennali e perenni autodisseminanti

si trovano da MondoRose e Fiori (in associazione con le rose) oppure da Il Posto delle Margherite.
Altri esempi di intelligenza delle piante e delle loro particolari strategie evolutive si trovano nelle piante
tropicali, come ad esempio orchidee epifite, ossia che crescono sopra un’altra pianta utilizzandola come
supporto per salire più in alto e raggiungere meglio la luce del sole: esempi di queste scalatrici si trovano
da Il Sughereto.
Ma le orchidee italiane terricole utilizzano qualche “trucchetto”: l’impollinazione dei fiori del genere

Dactylorhiza avviene tramite imenotteri, specialmente bombi, che quando si posano per raggiungere il net-
tare contenuto nel fondo del fiore, si agitano e si sfregano in modo che sulle loro parti pelose si posi il polline

che verrà raccolto dalla sostanza vischiosa presente nel fiore di un’altra orchidea. Orchidee spontanee del
genere Dactylorhiza si trovano presso il vivaio Società Agricola Zanelli.
Tra i fiori intelligenti, portati da Raziel, non si possono dimenticare le geofite, ossia tutte le piante perenni con
gemme inserite su organi sotterranei, quali bulbi, tuberi, rizomi perché alcune di queste vanno in riposo con
il troppo caldo o con il troppo freddo e, generalmente, fioriscono solo quando riconoscono che le condizioni
sono a loro favorevoli e vantaggiose.

LE COLLEZIONI
Caratteristica della mostra-mercato Orticola sin dal primo anno è quella di presentare al pubblico collezioni
di diverse specie, varietà e cultivar di piante, le più interessanti. Cosa si intende per collezione? Si tratta di
raccolte di piante che si focalizzano su gruppi particolari, a tema oppure sistematiche: le prime raccolgono
piante simili tra loro per tipologia di ambiente o coltivazione, ad esempio le piante mediterranee, le cactacee,
i bonsai… Le seconde, improntate su un rigido criterio di classificazione botanica raccolgono specie e variet
o di un’unica famiglia, come la collezione di Arecaceae (palme), Theaceae (camelie e altre acidofile) o di un
unico genere, come ad esempio le collezioni di glicini o di rose.
All’interno delle tante specializzazioni che è possibile trovare in Mostra, ci sono le piante acquatiche, gli alberi
da frutto e gli agrumi, le erbacee annuali e perenni, ma Orticola ospita anche vivai con collezioni più specifiche
come erbe aromatiche, bulbi, cactacee e carnivore, rose, peonie e ortensie. Si trovano però anche collezioni
eccezionali di un unico genere, come i rododendri del vivaio Rhododendron, gli aceri di Renato Ronco, i
pomodori di Fattipomodorituoi, le iris americane de Il Principe Iris, i fiori di cera di HoyaMia, i Pelargonium
de L’Antico Fiore e de Il Fiore all’Occhiello, i garofani di Floricoltura Billo, le tillandsie de Le Figlie del Vento
e l’incredibile assortimento di Fuchsia de Il Giardino delle Essenze Perdute, unico vivaio in Italia ad essere
specializzato in questo genere, del quale vanta una collezione di oltre 400 fra ibridi, varietà e specie.
Tra i vivaisti che ogni anno vengono a Milano da tutt’Italia a presentare la loro produzione alla mostra-mercato
Orticola, ve ne sono diversi che nei loro vivai possiedono collezioni uniche, di interesse nazionale, tanto da essere
studiate e censite dalla SOI, Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana, come ad esempio la collezione di Buddleja di
Francesca Moscatelli di Donna di Piante, di agrumi di Oscar Tintori, delle carnivore di Daniele Righetti di Stranger
Plants, delle ortensie di Tara Vivai e di Dianthus nani di Federico Billo di Floricoltura Billo, già sopra citato.

LA CULTURA DELLE PIANTE E DEI GIARDINI IN MOSTRA
Orticola non contenta, raddoppia. Inaugurati lo scorso anno con un grande successo, ritornano ancora più
interessanti i “Dialoghi in giardino” con ospiti speciali, personalità istituzionali ed esperti botanici.
Il calendario prevede incontri dedicati al tema dell’anno, al paesaggio italiano con personalità come Oliva
di Collobiano, Giuseppe Barbera e Guido Taroni, il ruolo delle società botaniche nella diffusione degli ibridi,

come le peonie americane di Irene Tolomeo, l’intelligenza e l’evoluzione delle piante carnivore con Andrea
Amici, i cento anni di ricerca dell’Università Statale di Milano raccontati attraverso i frutti di cera di Francesco
Garnier Valletti, l’ibridazione di nuove rose come la ‘Perugino’ ottenuta quest’anno per celebrare il 500simo
della morte del grande pittore.
Torna quest’anno la tradizionale installazione all’interno della fontana barocca di fronte a Palazzo Dugnani,
cuore della Mostra. È un’installazione floreale Ikebana, nel rispetto dell’estetica wabi-sabi, a cura dell’Ikebana

Chapter Ohara del Garden Club Milano. Un concept che mette in luce il valore della rusticità e della natu-
ralezza attraverso un’elegante semplicità. Zattere di bambù, una pianta sicuramente intelligente, navigano

sull’acqua e portano composizioni di fiori, mentre ai lati della fontana canne di bambù a forma di yukitsuri, i
ripari usati in Giappone per proteggere i fiori, contengono composizioni di ikebana.

Allestito nell’affascinante serra di vetro e ferro dal taglio minimalista di Square Garden Conservatories®, in-
serita armoniosamente nello spazio antistante la fontana, il Padiglione Orticola presenta “Palermo e i suoi

giardini”.
Una mostra fotografica dedicata ad alcuni tra i più importanti giardini di Palermo, di grande pregio artistico e

botanico, sia privati sia pubblici, nell’ambito del gemellaggio tra Orticola di Lombardia e lo storico Orto Botani-
co dell’Università degli Studi di Palermo con lo scopo di favorire la conoscenza di luoghi meno noti ai pubblici

lombardi e siciliani e stimolare ulteriormente il sempre più crescente turismo botanico in un dialogo Nord-Sud
che non può che aumentare l’amore per il patrimonio italiano. L’Orto Botanico di Palermo organizza due volte
l’anno la mostra La Zagara che, nell’edizione autunnale a ottobre 2022, ha presentato alcuni giardini lombardi.

GLI ESPERTI E LE PERSONALITÀ
Dopo la presenza del Console Generale Britannico a Milano, Catriona Graham, avvenuta lo scorso anno e
basato sull’ecosostenibilità tra Milano e Londra, proseguono gli scambi culturali a livello internazionale con la
presenza del Giappone che ha accordato il suo patrocinio (in fase di approvazione) all’edizione 2023.
La carrellata di esperti a livello internazionale, già sperimentata negli scorsi anni e che ha visto nel 2022 la
presenza di Carlos Magdalena, responsabile delle serre tropicali dei Kew Gardens di Londra, e di Michael
Marriott, massimo esperto britannico di rose, prosegue quest’anno con la presenza, come “Guest Member”,
della Giuria Botanica, di mr_plantgeek, alias Michael Perry, influencer UK dell’anno, conduttore televisivo,
viaggiatore, “imprenditore orticolo”.
Un’altra nuova e graditissima presenza all’interno della Giuria Botanica, oltre agli storici giurati, Francesca

Marzotto Caotorta, Guido e Felice Piacenza, Gianfranco Giustina (Veitch Memorial Medal della Royal Horticul-
tural Society nel 2014), Alessandro Corbellini e Vincenzo Borsi Franchi, è Ursula Salghetti Drioli, curatrice del

Giardino Boccanegra di Ventimiglia e Vice Presidente Italiana dell’Associazione Amici dei Giardini Botanici
Hanbury, è l’unica donna italiana ad aver ricevuto sino ad ora, nel 2019, la Veitch Memorial Medal della Royal
Horticultural Society.

Rinnovata quasi totalmente la Giuria di Stile che, accanto a Giulia Negri da Oleggio Santagostino, Vice Presi-
dente di Orticola di Lombardia, e Christine Foglia Salmaso, pediatra e amante della natura, accoglie Tomma-
so Sacchi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Marco Bay, architetto paesaggista e progettista del

Giardino di Palazzo Reale, Amira del Bono, attiva nel marketing del settore farmaceutico e appassionata del
mondo beauty con particolare attenzione alla ricerca per prodotti di origine, Emanuele Farneti, considerato

un “magazine maker”, è Direttore di D, il femminile de La Repubblica e del nuovo mensile Door dedicato all’ar-
redamento e al design, Filippo Formenti, art advisory, collezionista e fondatore della residenza d’Artista di

Torre al Cerro a Monteverdi Marittimo in Toscana, Chiara Marinoni Asti, Art Director, Responsabile del settore
interior dello studio Asti Architetti di Milano e Leopoldo Orlando, giovane imprenditore e appassionato di
interior design. A loro il compito di valutare la creatività e l’originalità degli espositori.

I MOMENTI D’INCONTRO
Da sempre considerati un “plus” della mostra-mercato, a Orticola 2023 più di 50 momenti gratuiti dedicati al
pubblico, tra incontri, presentazione di libri e di giardini, laboratori di decorazione e pittura, visite guidate alla
mostra-mercato e ai Giardini Pubblici, corsi tecnici sulle piante e per imparare l’arte del gardening; alcuni con
un occhio al Giappone, come le “Campanelle di Vento” a cura di Nais per iODonna, l’Ikebana DYI per i
bambini di KikolleLab e il corso di illustrazione con protagonista il bambù di Chiara Trinchieri.

ORTICOLA PER MILANO
Anche quest’anno, come fin dalla prima edizione, i proventi derivanti dalla vendita dei biglietti d’ingresso
sono destinati al verde pubblico.
Una parte degli introiti continua a rimanere dentro ai Giardini Pubblici Indro Montanelli, ancora per il 2023,
per la cura dell’Aiuola dei Cerbiatti di fronte al Museo Civico di Storia Naturale in collaborazione con Agiamo.

Proseguono secondo gli accordi con il Comune di Milano, la cura de “L’Altra Pergola. Omaggio a Leonar-
do”, il pergolato di gelsi realizzato a grandezza naturale nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco e il

mantenimento del Giardino di Palazzo Reale, l’oasi di tranquillità in mezzo alla città, arricchita quest’anno dal
gruppo della rosa Floribunda ‘Marie Curie’, piantato il 14 febbraio scorso, in occasione della visita a Milano
della fisica francese Hélène Langevin-Joliot, nipote di Pierre e Marie Curie, che ha tenuto una lecture nella sala
Conferenza di Palazzo Reale.
Altre iniziative portate avanti dall’associazione sono la gestione della Corte d’Ingresso della Galleria d’Arte
Moderna e la riqualificazione del Cortile di Palazzo Dugnani.
Termina per ora, con il 2023, la lunga esperienza di manutenzione del Giardino Perego di via dei Giardini, ormai
interamente riqualificato con la messa a dimora di numerosi arbusti, erbacee da fiore e bulbi, per iniziare una
nuova avventura e mettere a disposizione di un altro angolo di città il know-how di Orticola.

Infatti, nell’ambito dei progetti di Orticola per Milano, il 2023 vede due importantissimi nuovi impegni per l’As-
sociazione a favore della città: il primo riguarda l’adozione, la cui formalizzazione è ancora in corso al momento,

degli spazi verdi adiacenti a Piazza Santo Stefano, un’area di grande importanza per la città di Milano, per la sua
vicinanza con l’Università degli Studi.
Il secondo riguarda un’ulteriore collaborazione con il Comune di Milano che sarà prossimamente annunciata.

LE MOSTRE E GLI EVENTI DEL FUORIORTICOLA
Ancora novità per il circuito di FuoriOrticola, giunto alla 5a edizione, “fiorisce” con le vetrine fiorite e i luoghi di
cultura cittadini coinvolti. L’iniziativa 2023 si apre al pubblico dall’inizio di maggio con una serie di eventi diffusi

nei luoghi più carismatici della cultura milanese e dello shopping cittadino più chic con iniziative aperte al pub-
blico, assolutamente da non perdere!

L’iniziativa 2023 si apre al pubblico all’inizio di maggio con l’inaugurazione di una mostra fotografica di Mario
Carrieri dedicata ai fiori “soggetti” fotografati come “creature” in cui l’estrema bellezza si infrange nella loro
stessa fatale caducità. La mostra propone una selezione di circa 12 immagini di grandissime dimensioni, alcune
delle quali esposte al pubblico per la prima volta, alle Gallerie d’Italia – Milano, nello spazio dell’Ottagono che
ospita al centro l’opera di Arnaldo Pomodoro. Un’occasione per conoscere la ricerca artistica che Mario Carrieri

(Milano, 1932), noto fotografo milanese, dedica da oltre quarant’anni al tema della “tragicità dell’umana esisten-
za”, in mostra rappresentata da opere nelle quali i fiori-attori recitano la tragedia della fragilità della bellezza.

I musei, le vetrine, i giardini, gli orti del FuoriOrticola

Gli “amici-musei” di Orticola sono sempre di più e presentano ingressi gratuiti, visite guidate a sorpresa, mo-
stre in esclusiva, incontri culturali, laboratori in orti e giardini condivisi.

Per il 2023 diamo il benvenuto alla Fondazione Luigi Rovati che ringraziamo per l’ospitalità in conferenza

stampa, al Museo Moda Costume Immagine e a Casa Boschi e presentiamo con una “piccola grande” novi-
tà: “La voce di Orticola” una serie di podcast per conoscere curiosità botaniche e approfondimenti sull’arte

figurativa. Così come FuoriOrticola è una serie di eventi diffusi, così il podcast sarà un racconto diffuso per la
città che coinvolgerà musei, mostre, giardini, orti, negozi e floral designer che daranno voce alla loro creatività!

Oltre a tre musei già citati, partecipano al FuoriOrticola, il Museo Bagatti Valsecchi, la Galleria d’Arte Moder-
na, il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci, il Museo Poldi Pezzoli, l’Orto Botanico di

Brera, la Triennale. Anche quest’anno le ville del Lago di Como, Villa Carlotta, Villa Melzi d’Eril e Villa Mo-
nastero, e il Castello di Miradolo aprono i loro giardini ai visitatori di Orticola con mostre, percorsi sensoriali

e passeggiate storico culturali.

La nostra città fiorisce in bellezza anche grazie agli allestimenti floreali dell’iniziativa Vetrine Fiorite, con il pa-
trocinio e la fondamentale collaborazione di Confcommercio Milano, e la rinnovata partecipazione di “Club

Imprese Storiche” che porta in dote l’adesione di alcuni dei più antichi luoghi cittadini, alcuni dei quali anche
centenari.

Importante la continuità data dalla collaborazione con alcune importanti Associazioni e Consorzi cittadini
quali l’Associazione Commercianti di Via Fiori Chiari, l’Associazione di Borgo Magenta, l’Associazione

Commercianti Porta Romana Bella e il Consorzio Via Gesù, ai quali si aggiungono i numerosi negozi pre-
senti in via Solferino, via Pontaccio, via Brera, via San Maurilio, via della Moscova, via San Pietro all’Orto,

via della Spiga, via Manin.

Le vetrine fiorite sono rese possibili dalla creatività, dal senso estetico e dal gusto dei nostri meravigliosi e af-
fezionati Floral Designer che, anche quest’anno, grazie al supporto di Pastor Flower, nostro partner tecnico

per il secondo anno consecutivo, danno vita ad armoniose ed eleganti scenografie che incantano da cinque
edizioni i milanesi e i numerosi turisti di passaggio.
Questi allestimenti diventano i protagonisti assoluti del contest cittadino più colorato dell’anno.

Dall’8 al 13 maggio tutti potranno scegliere la vetrina preferita in due modi: scattando una foto alla ve-
trina che piace di più, pubblicandola in un post su Instagram con l’hashtag #fuoriorticola2023 oppure

votare, in base al proprio gradimento personale, la foto preferita direttamente sulla gallery visibile su
www.orticola.org.
I premi in palio sono 2, Premio Social per la vetrina più votata su Instagram e Premio Gallery per quella più
votata sul sito. È inoltre assegnato un premio dalla Giuria di Stile.

La premiazione delle vetrine più votate è prevista, per il secondo anno consecutivo, nell’ultimo giorno di mo-
stra botanica, nel pomeriggio di domenica 14 maggio ai Giardini Pubblici Indro Montanelli.

I COMPAGNI DI VIAGGIO
Un ringraziamento più che particolare è rivolto ai nostri partner che accompagnano l’Associazione senza fine di

lucro Orticola di Lombardia nella realizzazione dell’edizione 2023 della mostra mercato botanica più famosa d’I-
talia uniti dalla comune passione per il verde e per il paesaggio e dall’amore per la nostra città, sempre più soste-
nibile, supportando in modo rilevante tutte le attività promosse nel corso dell’anno a favore del verde cittadino.

Prima di tutto dobbiamo ricordare la presenza pluridecennale di Ceresio Investors, esempio di generosità e
mecenatismo contemporanei. Il gruppo bancario Ceresio Investors, già al nostro fianco dal 2011 come Main

Partner della mostra mercato Orticola, dal 2019 affianca la nostra Associazione senza fine di lucro quale Cor-
porate Partner, contribuendo concretamente alla nostra mission nel promuovere e sensibilizzare l’opinione

pubblica a favore della cultura del verde con diversi progetti culturali cittadini dedicati, divenuti nel corso

degli anni parte integrante del tessuto urbano milanese: ricordiamo le oltre 100 Panchine per Milano che arre-
dano le aree verdi in molti parchi cittadini e l’opera-scultura “Primo giorno di Primavera” realizzata dall’artista

milanese Pao nel 2019 nell’ambito del progetto Orticola Arte per Milano, la cui dimora nel Giardino di Via Ce-
sariano, contribuisce a rendere ancora più colorata l’area pubblica verde-ludica dedicata all’infanzia.

Ringraziamo AMSA che anche quest’anno ha voluto gratificare Orticola mostra mercato 2023 con una
sponsorizzazione tecnica eccezionale, offrendo tutti i propri servizi a titolo non oneroso. Un supporto
che si inserisce in un progetto di più ampio respiro, continuativo nel tempo, di reciproca collaborazione nel
veicolare con ogni mezzo temi importanti e cari ad entrambe le nostre mission al servizio dei cittadini
Presente sin dalla nascita della mostra mercato, si consolida la partnership con la famiglia Carli che con il
proprio brand Mediterranea Cosmetics, attraverso la produzione di prodotti di altissima qualità, combina la
ultracentenaria tradizione olearia alla più moderna competenza cosmetica. Anche quest’anno prosegue la
collaborazione nel fornire i prodotti per la sanificazione a disposizione del pubblico, degli ospiti e di tutto il
team dei servizi generali della mostra mercato.
Ringraziamo per la continua vicinanza creativa Brandart che rinfresca il look del “servizio consegna piante”
con Maxi-Borsone in cotone écru, pratiche e sostenibili, che si aggiungono alle eleganti Mini-Shopper bi-color
e ai pratici Grembiuli di Servizio, indossati dal nostro staff da molti anni, rinnovando ad ogni edizione della
mostra botanica le novità disponibili con Boutique Orticola.

Ricordiamo che il look del team Orticola al servizio dei visitatori è completato da T-shirt a manica corta in fi-
bra naturale di cotone con stampa serigrafica personalizzata in limited edition, firmate nell’ultimo biennio da

YC|WHYCI Milano.
Siamo inoltre grati per il sostegno continuativo del gruppo Essilor-Luxottica in questi anni.
Si riconferma inoltre anche per questa edizione la presenza e l’assistenza del water partner Fonte Plose, tra le
più prestigiose ed antiche acque italiane, e tra le migliori acque al mondo, a supporto dell’attività dell’area didat-

tico-culturale Aree Corsi Orticola e dei servizi generali della mostra mercato.

Menabrea veste Orticola 2023. Dal 1846 il birrificio attivo più antico d’Italia sorprenderà i nostri vivaisti anche quest’an-
no, con una nuova bottiglia in limited edition, che riproduce l’immagine della 26° edizione della mostra mercato.

Segnaliamo la rinnovata partecipazione di Wilden.herbals, progetto italiano nato nel 2018 da un’idea di Nicola
Robecchi e Delfino Sisto Legnani. Un approccio olistico alla contemporaneità con prodotti a base di erbe, per
infondere benessere con grande attenzione alla sostenibilità.
Ci conferma il proprio appoggio E. Boselli, azienda storica lombarda nata a fine ‘800, con sede a Como, che
ha fatto della ricerca e dell’attenzione alle tematiche sostenibili il proprio segno distintivo, che fornirà per gli
arredi delle aree accoglienza un tessuto 100% poliestere riciclato ignifugo.
I MEDIA PARTNER

Siamo riconoscenti a tutti i comunicatori, giornalisti, fotografi e ai media classici e digitali per il loro indispensabi-
le sostegno e, in particolare, ci teniamo a sottolineare l’appoggio incondizionato dei nostri storici media partner

attivi sia all’interno della mostra-mercato ai Giardini Pubblici che nel FuoriOrticola. Anche per quest’anno alcuni
tra i più prestigiosi media nazionali hanno deciso di sostenere Orticola: iODonna, il femminile del Corriere della
Sera, Gardenia, la rivista mensile di giardinaggio più letta e conosciuta, MiTomorrow, il freepress dedicato alla
città, GiardinoAntico, il giornale dedicato al recycle design, giardini naturali e arredo del paesaggio,

www.grey-panthers.it, il portale della Grey Age per il pubblico degli over 50. Così come prosegue la collabora-
zione con Radio Monte Carlo, Radio Ufficiale di Orticola 2023, una tra le radio più popolari in Italia.

E senza dimenticare www.elledecor.com e MarieClaireMaison sinonimi di gusto, del design e dell’art de vivre,
e il loro editore il gruppo Hearst Italia per l’appoggio, e il supporto con il social contest #FuoriOrticola2023 che
per la seconda volta viene ospitato nella sua giornata conclusiva in mostra-mercato ai Giardini Pubblici.
Orticola di Lombardia ringrazia inoltre in modo particolare IGP-DECAUX, per il supporto pluridecennale alla
diffusione allargata della propria attività associativa.

I SERVIZI PER I VISITATORI
L’acquisto dei biglietti è esclusivamente on line sul sito orticola.org e midaticket.it.
Anche per il 2023 va in onda la “Promozione di Primavera!”
È POSSIBILE ACQUISTARE IL BIGLIETTO ON LINE SCONTATO A € 10,00 DAL 21 MARZO AL 21 APRILE SU
WWW.ORTICOLA.ORG E SU WWW.MIDATICKET.IT (al netto della prevendita).
Come ogni anno a Orticola è presente:
• il deposito piante, per lasciare i propri acquisti in attesa del ritiro per poter proseguire la visita,
• la consegna a domicilio a pagamento di fiori e piante grandi e ingombranti attivo da venerdì a domenica,

• il servizio carriole fai da te dove consegnando un documento si può avere in uso gratuito una carriola per il tra-
sporto degli acquisti

• gli “Orticola Boys & Girls” riconoscibili dalla t-shirt e dal grembiulone “firmato” sono a disposizione con i loro
carrelli per portare le piante fino ai cancelli.
• Inoltre si possono godere momenti di relax seduti all’ombra per gustare gelati, mangiare e bere nei punti ristoro.
La mostra-mercato è aperta da giovedì 11 a domenica 14 maggio 2023 con i seguenti orari: giovedì dalle ore
15,00 alle ore 19,00 ultimo ingresso (19:30 chiusura cancelli), venerdì, sabato e domenica dalle ore 9,30
alle ore 19,00 ultimo ingresso (19:30 chiusura cancelli). L’ingresso è gratuito per i ragazzi fino a 14 anni e ai
diversamente abili con un accompagnatore.

Significative le migliorie nell’area dei servizi generali e di quelli digitali, grazie alla presenza di un partner tec-
nico come MIDA Informatica leader nel segmento ticketing che ha permesso di potenziare l’organizzazione

tecnico-elettronica con il nuovo servizio di emissione della biglietteria on-line strumento indispensabile ai
nostri visitatori per accedere alla mostra-mercato Orticola

Un ringraziamento oltremodo doveroso va al Comune di Milano, nonché all’Assessorato alla Cultura e As-
sessorato all’Ambiente e Verde con i quali è sempre più intensa la nostra collaborazione, a beneficio dei

cittadini e della nostra città.

www.orticola.org

 

(Visited 31 times, 1 visits today)