Un format classico che si innova: la Guida InGruppo 2020

Un format classico che si innova:
la Guida InGruppo 2020

L’appuntamento per tutti i giornalisti enogastronomici e gli appassionati di grande ristorazione. L’iniziativa è nata nel 2013 con un’anima squisitamente bergamasca e si è via via ampliata con lo scopo di promuovere i ristoranti di alta cucina lombarda ad ampie fasce di pubblico attraverso una formula di prezzi accessibili e senza intermediazioni.
Interverranno i due nuovi ingressi 2020 e i giornalisti che, secondo un’usanza già consolidata, sono abbinati a ciascun socio per restituirne un ritratto che svela il luogo, la filosofia, i protagonisti, gli aneddoti.

Storia e ingredienti di un fenomeno di successo

Dietro all’idea di Giuliano Pellegrini del ristorante bergamasco Lio Pellegrini e al progetto editoriale del volume curato da Mediavalue c’è una forte impronta culturale prima ancora che commerciale, tesa a far conoscere alle nuove generazioni l’eccezionalità delle materie prime del territorio, il lavoro di squadra che fa grande le insegne ristorative di livello e un culto dell’ospitalità unico per classe e potere emozionale.
La formula InGruppo si è rivelata fin da subito tanto invitante quanto semplice: dal 15 gennaio al 30 aprile i ristoranti aderenti propongono un menu completo (antipasto, primo, secondo, dolce, caffè, acqua e vino) al costo di 60 euro a persona, ad eccezione di alcuni stellati. La promo vale a pranzo e a cena con prenotazione obbligatoria.
Dal 2013 a oggi InGruppo ha disegnato una parabola ascendente, sinonimo di successo in termini numerici e di popolarità: la prima edizione contava 15 ristoranti, tutti concentrati a Bergamo e provincia e ha fatto registrare la vendita di circa 10mila menu; quest’anno siamo passati a 20 locali, distribuiti in 4 province e si stima che verranno serviti 20mila menu InGruppo.
I risultati di maggior soddisfazione dell’intero progetto stanno proprio nell’aver avvicinato per la prima volta al fine dining moltissimi giovani allettati dal prezzo smart e nel valorizzare concretamente un patrimonio enogastronomico e imprenditoriale immenso, che fa rima sempre più con innovazione e sperimentazione d’autore oltre che con tradizione.

Uscita: 13 gennaio 2020
Editore: Mediavalue
Pagine: 158
Formato: 16×24
Prezzo: 10 euro
Distribuzione: presso i ristoranti aderenti e presso Visit Bergamo
Copie: 12 000
Direttore Editoriale: Elio Ghisalberti
Fotografie: Paolo Picciotto

(Visited 74 times, 1 visits today)