NOLO FRINGE FESTIVAL MILANO

NOLO FRINGE FESTIVAL

MILANO – programma dell’8 e 9 giugno

Dopo il grande successo dei primi giorni di festival il NoLo Fringe affronta il fine settimana con numerosi eventi in programma. Oltre ai sette spettacoli del programma ufficiale si aggiungono tanti eventi Fringe Extra in nuove location nel quartiere, in particolare il Parco Trotter e Via Padova.

L’8 e il 9 giugno (ore 18.00) Shakespeare arriva tra la gente di Via Padova, in uno spettacolo itinerante di grande impatto per i cittadini. In Shakespeare di quartiere, Romeo e Giulietta su Via Padova il pubblico potrà godersi lo spettacolo camminando, fermandosi davanti a un portone o dentro un bar per assistere a un duello tra Montecchi e Capuleti o commuoversi sentendo il famoso monologo del balcone. Appuntamento in Via Padova 2, l’inizio dello spettacolo sarà alle ore 18.00 ma a partire dalle ore 17.00 sarà possibile ritirare i braccialetti per partecipare.

La cultura alta portata là dove meno la si aspetta è il motto di un altro progetto che animerà il quartiere: Il Menù della Poesia. Attori professionisti, vestiti da eleganti camerieri, presentano una selezione di poesie che animeranno la cena e il pranzo degli abitanti di NoLo. Cena di sabato 8, a partire dalle 20.00 presso Osteria Crespi 14 (Via Crespi, 14) e Osteria della Stazione (Via Popoli Uniti, 26) e brunch di sabato 8 e domenica 9 giugno, a partire  dalle ore 11.30, presso Spazio Hug (via Venini, 83). Solo gli avventori dei locali potranno assistere alla performance.

Il Parco Trotter è uno dei parchi più belli e frequentati di Milano; durante il festival ospiterà diversi eventi dedicati a un pubblico meno strettamente teatrale. Presso la ex-chiesetta del parco, l’8 giugno, si potrà assistere a Con-Tatto (ore 16.00) restituzione alla cittadinanza dell’esito di un workshop organizzato dall’associazione Arti Girovaghe con gli abitanti di Via Padova; a seguire, Le voci del tempo presente (ore 18.00), performance di un gruppo di adolescenti di diverse nazionalità, diretti da Luca Malinverni. Infine, sempre l’8 giugno, si potrà ascoltare il coro Hispano-americano di Milano, ore 21.30.

Nel Teatrino del parco Trotter, domenica 9 giugno alle ore 18.00, andrà in scena uno spettacolo pensato anche per un pubblico di adolescenti: In qualunque posto mi trovi, della giovane compagnia Cicconi/Radice, sulla difficoltà, tutta contemporanea, di destreggiarsi tra reale e virtuale.

Sabato 8 giugno l’esedra di Via Giacosa, grazie anche alla sperimentazione TréntaMI che ha provvisoriamente sostituito le auto parcheggiate con fioriere, panchine e arredo urbano, sarà la cornice ideale per spettacoli per bambini, mimo e clownerie. Due spettacoli in programma: È quasi magia(ore 11.00 e 16.00), di Jonny il Mago, illusionista, bubbleman, giocoliere e sputafuoco e Out of the blue (ore 12.00 e 17.00): protagoniste Frà Martò e la sua magica lavatrice.

A metà strada tra teatro, installazione e gioco con Macchina per il teatro incosciente della compagnia La Voce delle Cose, (8 giugno dalle 17 alle 20 e 9 giugno dalle 15 alle 18) presso lo Spazio Hug, sarà possibile sperimentare in prima persona nei ruoli intercambiabili di attore e spettatore

 

PROSEGUONO GLI SPETTACOLI DEL PROGRAMMA UFFICIALE:
Nei “palchi” andranno in scena anche sabato e domenica i sette spettacoli del programma ufficiale. Nello spazio alternativo del CrossFit NoLo la performance mozzafiato  Where the hell is Bernard? del collettivo inglese Haste Theatre che  trascina il pubblico in un mondo distopico a metà strada tra Blackmirror e The Matrix. (8 e 9 giugno ore 22.00)

Al GhePensi M.I., si alterneranno Stay Hungry – indagine di un affamato (8 e 9 giugno ore 20.30), di e con Angelo Campolo, grande prova d’attore, testimonianza di una storia di vita vera in cui “la fame” diventa metafora della spinta al riscatto sociale e Cosa sarà mai (8 giugno ore 22.00 e 9 giugno ore 18.30) di e con Corinna Grandi: spettacolo intenso e contemporanea sull’essere donna oggi.

Allo Spazio Hug andranno in scena Riportami là dove mi sono perso (8 giugno ore 21.30 e 9 giugno ore 18.30) di Officine Gorilla, una riflessione tra sociologia e umorismo, sulle relazioni e la loro crisi e Signorina, lei è un maschio o una femmina (8 giugno ore 20.00 e 9 giugno ore 20.30) in cui le rocambolesche disavventure della protagonista, in scena l’intensa Gloria Giacopini, offrono lo spunto per una riflessione sul gender e sulle contraddizioni del nostro tempo.

Lo spazio intimo de La Salumeria del Design ospita due one-man show molto diversi: il vorticoso nonsense di Fabio Paroni con la drammaturgia di Greta Cappelletti in Di Fabio in Frasca (8 giugno ore 21.00 e 9 giugno ore 20.30) e la stand-up comedy più tradizionale di Luca Cupani (comico italiano residente a Londra, già vincitore di premi al Fringe di Edimburgo) che racconta la sua vita in Parole in Corso, con la regia di Carlo Turati (8 giugno ore 22.30 e 9 giugno ore 18.30).

A chiudere il festival, presso lo Spazio Hug alle ore 23.30 di domenica 9 giugno sarà proclamato il vincitore del Fringe, scelto attraverso una votazione del pubblico. Il più votato avrà la possibilità di inserire il proprio spettacoli nelle stagioni di due teatri:  il Teatro Linguaggicreativi di Milano e Oltheatre di Peschiera Borromeo.

 

CONTATTI

NoLo Fringe Festival

info@nolofringe.com

www.nolofringe.com

(Visited 32 times, 1 visits today)