BEBA MARSANO: “VALE UN VIAGGIO” NELLA BELLEZZA

BEBA MARSANO: “VALE UN VIAGGIO” NELLA BELLEZZA
Altre 101 meraviglie d’Italia da scoprire. Editore Cinquesensi
Vale un Viaggio è il secondo titolo di una collana dedicata alle bellezze nascoste dell’Italia.
È un’opera originale che fa forza sul valore della parola scritta e delle immagini stampate.
Originale perché la giornalista e critica Beba Marsano percorre nuovamente da Nord e Sud
il nostro Paese proponendo al lettore 101 inconsueti: siti archeologici, preziosi musei d’arte
e d’arti minori, cicli di affreschi, chiese e basiliche, collezioni private, piazze e scorci intesi
come paradigmi di uno specifico periodo architettonico, infine angoli e prospettive
naturalistiche di sorprendente bellezza. Infine Vale un Viaggio è originale perché unisce
l’utilità di una guida di resoconti di viaggio alla godibilità di un testo antologico di
divulgazione critica, un modello di divulgazione culturale che mette in relazione argomenti,
periodi, generi diversi legati da una comune valenza estetica e qualitativa. Il risultato è una
grande mostra che svela luoghi artisticamente preziosi, nella trasversalità di periodi storici
diversi, attraverso tutte le regioni italiane.
A conclusione del racconto di ogni tema l’autrice, secondo la felice idea d’invitare il
visitatore a una sosta meno affrettata, suggerisce un albergo e un ristorante siti
nell’immediato contorno territoriale.
“L’Italia è un giacimento inesauribile di tesori sommersi. – afferma l’autrice Beba Marsano –
Non nella sola provincia, ma nelle stesse città d’arte, ricche di meraviglie sottotraccia messe
in ombra da un patrimonio monumentale spesso troppo ingombrante. Questo libro, secondo
della serie “Vale un viaggio”, ne riunisce altre 101. Un’antologia di nuove sorprese, viatico
buono per un viaggio in un Paese insospettabilmente esotico. Da (ri)scoprire in nome del
prodigio della Bellezza”.
Un caleidoscopio di suggestioni, sconosciute ai più, sempre preziose e sorprendenti: in
Valle d’Aosta il gigantesco altare dorato di Antagnod, ai piedi del Monte Rosa, il retablo
della Modanna di Monserrat, un capolavoro di un maestro spagnolo del ‘500 in un piccolo
centro piemontese, la ‘Nuova Gerusalemme’ fra i monti di Varallo, oppure le meraviglie
della pittura Veneta del Settecento in Lombardia o il grande Masolino in provincia di
Varese, l’apoteosi del Tintoretto nella Scuola Grande di San Rocco a Venezia, l’eccentrica e
preziosa collezione di Pogliaghi a Varese, o le segrete e misteriose stanze di Villa Della
Torre in Valpolicella o, sempre in Veneto, a Padova, il Maestro degli angeli ovvero il
Guariento; il prezioso Altare di Ratchis a Cividale del Friuli, testimone della sensibilità orafa
dei Longobardi, i fasti pittorici del Palazzo Reale di Genova, il collezionismo
contemporanea di Roberto Casamonti, la statuaria Augustea nel Museo Archeologico di
Grosseto, i maestri comacini della fonte battesimale del Duomo di Massa Marittima,
l’appartato Museo Civico d’arte a Montalcino, il gigantesco Mirò ospitato dal MOCA di
Montecatini, la monumentale cantina del Bargino in Chianti Classico, nella a Domus dei
Coiedii nelle Marche uno dei più bei cicli di mosaici pavimentali d’età imperiale, la
Crocifissione del Lotto a Monte San Giusto – Macerata, la lezione del gotico internazionale
a Gubbio, l’ecclettismo visionario della Scarzuola a Montegabbione e il borgo di Postignano
a nuova vita restituito, entrambi in Umbria, l’illusionismo sognante Rococò di Villa
Falconieri a Frascati, un capolavoro nell’oblio come l’oratorio di San Pellegrino a
Caporciano in Abruzzo, i resti romani di Alba Fucens in provincia dell’Aquila, il museo
sannitico ospitato nel cinquecentesco Palazzo Mazzarotta di Campobasso, il ciclo della
Gerusalemme Liberata di Conversano in Puglia, il parco rupestre Lama D’antico in provincia
di Brindisi, il Bosch di Sicilia in Palazzo Abatellis, gli acroliti, statue rituali nel Museo di
Aidone, sempre in Sicilia, il museo di Renato Guttuso nella sua Bagheria, a Messina,
l’utlimo tragico Caravaggio, il retablo di San Giorgio a Perfugas, un capolavoro dell’arte
popolare ma anche meraviglie della natura, il parco di Villa Gregoriana a Tivoli o l’Orrido
di Bellano sul Lago di Como o l’hortus conclusus monastico dei Giardini La Mortella a Forio
d’Ischia, gli strapiombi della costa di Baunei in Sardegna.

. Beba Marsano
Genovese di nascita, milanese d’adozione, cosmopolita per vocazione, Beba Marsano è
giornalista, critica e storica dell’arte, esperta di turismo culturale. Ha scritto e scrive per le
maggiori testate nazionali: Corriere della Sera, Panorama, Oggi, Capital. Ha curato mostre,
eventi e monografie di numerosi artisti contemporanei. Come autrice ha collaborato con Rai
Uno e pubblicato con Electa Mondadori e Moshe Tabibnia. Ha firmato due volumi della
collana Vale un Viaggio per Cinquesensi editore.
. Vale un viaggio. Altre 101 meraviglie d’Italia da scoprire
Edizione inglese: Italy’s Hidden Treasures. Another 101 marvels worth the trip to discover
416 pagine, brossura
19×22 cm
28 euro
In tutte le librerie

foto

https://www.dropbox.com/sh/9r432rp1n5wub5t/AADCTOFAcmcMGqfO4kYv1tJ5a/foto?dl=0&subfolder_nav_tracking=1

(Visited 15 times, 1 visits today)