L’OPEROSITÀ ISPIRA LA NUOVA GUIDA VITAE 2018 DELL’AIS PRESENTATA A MILANO

 

L’OPEROSITÀ ISPIRA LA NUOVA GUIDA VITAE 2018 PRESENTATA A MILANO

Mani, vite e vino: un rapporto intimo e inscindibile quello tra l’uomo e la terra, raccontato nelle immagini che contraddistinguono la quarta edizione della guida realizzata dall’Associazione Italiana Sommelier, svelata oggi al pubblico al The Mall.

Si è rinnovato l’appuntamento con i migliori vini italiani raccolti nel volume che l’Associazione Italiana Sommelier dedica ogni anno ai suoi Soci. Quindicimila etichette in rappresentanza di oltre duemila cantine sono raccontate nelle pagine di Vitae 2018. Un grande lavoro a monte, svolto da un vero esercito di degustatori che hanno preso in analisi oltre trentacinquemila campioni provenienti da tutta la Penisola. Una selezione difficile, svolta rigorosamente alla cieca, che ha evidenziato l’ulteriore crescita qualitativa del vino in Italia.

 

Ventidue vini si sono aggiudicati il Tastevin, premio che l’AIS dedica alle etichette che, di anno in anno, meglio sanno rappresentare il proprio territorio di appartenenza, scelte tra quelle insignite delle Quattro Viti. Una classifica che diventa sempre più affollata, con punteggi medi che salgono, stimolando l’impegno dei degustatori.

I nuovi simboli introdotti lo scorso anno, la Freccia di Cupido e il Salvadanaio, hanno riscosso consensi per l’immediatezza del messaggio: emozione al primo sorso e percezione di un valore che travalica i parametri di prezzo e tipologia. Centodue i vini che hanno colpito emotivamente all’assaggio e centosettantaquattro quelli segnalati per il loro plus valore.

Le pagine mettono in evidenza un’attenzione crescente verso le produzioni “green”, in cui sostenibilità ed etica produttiva danno origine a vini di grande originalità ed espressione qualitativa.

 

Le immagini che arricchiscono la nuova edizione di Vitae celebrano il gesto manuale, il saper fare, con le mani protagoniste. Lavoro, forza, conoscenza, ma anche amore, convivialità e amicizia sono i sentimenti che emergono dagli scatti fotografici che impreziosiscono la guida.

I TASTEVIN DI VITAE 2018

Valle d’Aosta LE PRISONNIER – Maison Anselmet
Piemonte CAREMA ETICHETTA NERA 2013 – Ferrando
Lombardia FRANCIACORTA EXTRA BRUT CUVÉE ANNAMARIA CLEMENTI RISERVA 2007 – Ca’ del Bosco
Veneto COLLI EUGANEI ROSSO GEMOLA 2013 – Vignalta
Trentino SAN LEONARDO 2013 – Tenuta San Leonardo
Alto Adige ALTO ADIGE TERLANO SAUVIGNON TANNENBERG 2015 – Manincor
Friuli Venezia Giulia FRIULI COLLI ORIENTALI PIGNOLO RISERVA 2011 – Moschioni
Liguria COLLI DI LUNI VERMENTINO PIANACCE 2016 – Giacomelli
Emilia GUTTURNIO SUPERIORE VIGNAMORELLO 2015 – La Tosa
Romagna ROMAGNA ALBANA SECCO VITALBA 2016 – Tre Monti
Toscana L’APPARITA 2014 – Castello di Ama
Umbria MONTEFALCO SAGRANTINO 25 ANNI 2013 – Arnaldo Caprai
Marche KUPRA 2014 – Oasi degli Angeli
Lazio CESANESE DEL PIGLIO SUPERIORE TORRE DEL PIANO RISERVA 2015 – Casale della Ioria
Abruzzo PECORINO CASADONNA 2015 – Feudo Antico
Molise TINTILIA DEL MOLISE TINTILIA 66 2012 – Claudio Cipressi
Campania ASPRINIO DI AVERSA SANTA PATENA 2015 – I Borboni
Puglia CASTEL DEL MONTE NERO DI TROIA VIGNA PEDALE RISERVA 2014 – Torrevento
Basilicata AGLIANICO DEL VULTURE SUPERIORE MARTINO RISERVA 2011 – Martino
Calabria CIRÒ ROSSO CLASSICO SUPERIORE FEDERICO SCALA RISERVA 2014 – Santa Venere
Sicilia SICILIA NERO D’AVOLA LU PATRI 2015 – Baglio del Cristo di Campobello
Sardegna ALGHERO LIQUOROSO ANGHELU RUJU RISERVA 2006 – Sella & Mosca

Foto Sonia Santagostino

(Visited 60 times, 1 visits today)