“LABORATORIO” ORTICOLA: IDEE PER IL VERDE MAGGIO 2016 MILANO

12495240_1241900542505397_4341063587448065248_n

Sta arrivando la primavera … sta arrivando Orticola

“LABORATORIO” ORTICOLA: IDEE PER IL VERDE

Uno spazio verde dove creare, studiare, sperimentare nuove tecniche e nuove idee:

il “giardino contenuto”, la fontana delle meraviglie, gli ingressi verdi e fioriti,

le novità degli espositori, le nuove giurie, i momenti di approfondimento

Gallerie d’Italia, Accademia di Scienze e Lettere,

“Comunemente Verde” e Museo Botanico ospiti del Fuori Orticola

Da venerdì 6 a domenica 8 maggio 2016 ai Giardini Pubblici Indro Montanelli di via Palestro a Milano si terrà la ventunesima edizione di Orticola, mostra-mercato di fiori, piante e frutti insoliti, rari e antichi.

Da 21 anni Orticola tutela con impegno e passione il grande e importante patrimonio dell’italianità del giardino, quello lombardo in particolare, che partendo dalla Pianura Padana, arriva quest’anno a presentare un tema più vicino a tutti noi: il “giardino contenuto”, inteso sia come fiori e piante coltivate in vaso sia come aree verdi di piccole e medie dimensioni, piccoli appezzamenti, terrazzi, balconi: dall’immensa pianura si ritorna in città.

Si da quindi spazio ai paesaggisti e produttori italiani, per allestire i giardini e la fontana, alle materie prime italiane, come la terracotta o il marmo, con cui erano costruiti i grandi vasi e le imponenti fioriere del passato, e alle piante verdi e fiorite da coltivare in contenitore o solo in piccole aree.

Approfondire il tema del giardino in vaso significa prendersi cura dei propri spazi, offrire a tutti la possibilità di creare piccole oasi di verde e coltivare le proprie passioni anche sul balcone di casa.

Oggi la tradizione della coltura in vaso continua e la consuetudine a coltivare le piante nei contenitori più disparati e originali permette a Orticola non solo di recuperare le tappe migliori della storia del giardino italiano ma presenta, attraverso l’infinità delle soluzioni, la possibilità di offrire al proprio pubblico la contemporaneità e la creatività del made in Italy.

Ecco quindi uno spettacolo particolare, un’invasione di vasi che partirà dalla fontana, allestita con l’architetto paesaggista Silvia Ghirelli, per raggiungere i punti più nascosti della mostra, creando un giardino nel giardino.

Orticola diventa così un grande laboratorio a cielo aperto, uno spazio verde comune dove creare, studiare e sperimentare nuove tecniche e nuove idee per trattare le piante come esseri viventi, ma allo stesso tempo raccogliere suggerimenti e spunti.

Vivaisti e paesaggisti stanno già studiando come stupire gli amici di Orticola fin dall’ingresso in mostra con lo spettacolo dei portali, verdi, fioriti, profumati: Marco Bay con i vivai Cappellini decoreranno Palazzo Dugnani, Barbara Negretti con i vivai Ingegnoli e artigiani specializzati in corde e legacci allestiranno l’ingresso da via Palestro e Marietta Strasoldo con i vivai Nespoli “infioreranno” l’accesso da piazza Cavour.

Conifere slovene, imponenti palme, fucsie da collezione, kokedama, vale a dire sfere di muschio e sfango per ospitare orchidee e piante tropicali, sono solo alcune delle novità e particolarità in esposizione, accanto al giardino delle farfalle e a una collezione di vasi di marmo italiano.

Gli esperti che comporranno la Giuria aumentano: i giurati che sin dall’inizio della manifestazione seguono, scelgono e premiano i miglior vivaisti e le piante più particolari, saranno affiancati da altri esperti, sia del mondo delle piante, ma anche del mondo del giornalismo, dell’arte e della cultura milanesi, della paesaggistica o del design.

Saranno circa 150 gli espositori ospiti di Orticola 2016, numero in linea con le passate edizioni, ma si segnala un buon numero di novità e nuove presenze di vivaisti eccellenti.

Da non dimenticare i momenti d’incontro con gli esperti, laboratori, corsi, dimostrazioni totalmente gratuite dedicati ai visitatori, adulti e bambini, sia nelle “Aree Corsi” sia presso i vari espositori, che sono diventati nel corso negli anni una tradizione per i visitatori, ma per Orticola una missione a divulgare e promuovere la conoscenza delle piante, della cultura del giardino, dell’orto e del verde in genere, come forma educativa!

Il calendario 2016 spazierà dai prati fioriti alle tecniche di riproduzione della flora italiana spontanea, dalle piante più adatte alla coltivazione in vaso alle orchidee italiane spontanee, a quali vasi usare per contenerle o a come realizzare un piccolo giardino di piante acquatiche anche sul terrazzo di casa.

Sempre seguitissimi dal pubblico di Orticola, come si è dimostrato nell’edizione 2015, con 830 laboratori organizzati, ripetuti nell’arco dei 3 giorni di mostra, cui hanno partecipato più di 1.000 persone che hanno apprezzato contenuti e offerte proposte.

Dal mese di aprile sul sito www.orticola.org saranno presenti tutti gli appuntamenti con aggiornamenti periodici su date, orari e tipologie e sulla pagina Facebook di Orticola.

Così come i momenti d’incontri, è allo studio anche il palinsesto del classico e conosciuto “Fuori Orticola”, che quest’anno vede la presenza delle Gallerie d’Italia con l’ingresso gratuito, dal 5 al 15 maggio, presentando il biglietto di Orticola, anche acquistato in anticipo su Internet, con visite guidate alle collezioni dedicate al paesaggio lombardo e al giardino di Alessandro Manzoni; all’Accademia delle Scienze e Lettere con una serie di esposizioni dal titolo “Arte nella scienza” che ospiterà per prima la collezione “frutti da museo” della collezione Garnier Valletti e le iniziative  a Villa Lonati  organizzate dal progetto “Comunemente Verde” del Settore Verde ed Agricoltura del Comune di Milano che darà la possibilità ai cittadini di poter visitare la nuova area del Museo Botanico.

Sempre molto apprezzati dal pubblico sono i servizi che Orticola mette a disposizione: come i biglietti d’ingresso con possibilità di acquisto on line su www.orticola.org (costo Euro 10), evitando le code alle casse, il deposito piante, per lasciare i propri acquisti in attesa del ritiro, la consegna a domicilio di fiori e piante grandi e ingombranti, il servizio carriole fai da te e il servizio di trasporto all’interno della mostra, inoltre momenti di relax in zone ristoro e la divertente boutique Orticola.

ORTICOLA PER IL VERDE CITTADINO

Nel corso del 2015 Orticola si è resa protagonista di una serie di attività a favore della città di Milano, gli “Interventi verdi per la città”, progetti per nuove aree verdi pubbliche, per la risistemazione di quelle esistenti e per una fattiva collaborazione nelle iniziative culturali legate al verde insieme ai musei civici.

Tutte queste iniziative, regolate dalla convenzione triennale, firmata nel 2014 da Gianluca Brivio Sforza, Presidente di Orticola di Lombardia, e Chiara Bisconti, Assessore al Verde del Comune di Milano, sono possibili grazie all’investimento degli utili derivanti dalla storica manifestazione dei Giardini Pubblici.

Alcune aiuole del centro cittadino, ma soprattutto il cortile di Palazzo Dugnani sono stati i primi luoghi a beneficiarne.

Si proseguirà poi, nel corso delle stagioni, con altri interventi di sistemazione, per aiutare così l’amministrazione nella cura del verde cittadino.

Orticola di Lombardia ha inoltre siglato una nuova partnership con CityLife, il progetto di riqualificazione del quartiere Fiera di Milano. “Orti fioriti”, progettata e realizzata da Orticola di Lombardia, è un’estensione di circa 3000 metri quadrati composta da un grande orto, un giardino di erbe aromatiche e ampie aiuole di ortaggi e erbacee fiorite. Un ambiente in cui passeggiare e svolgere attività all’aria aperta. Spazi verdi che arricchiscono la città e la vita dei suoi cittadini.

Un impegno preso da Orticola di Lombardia, in collaborazione con MilanoAltruista e di grande valore civico, è stato “Prendiamoci cura del nostro giardino storico”, un progetto finalizzato a valorizzare e a ridare lustro ai Giardini Pubblici di Milano, realizzati alla fine del ‘700, come primo parco cittadino per uso pubblico.

Il progetto, partito a maggio, ha avuto come obiettivo il recupero di una parte di parco, oggi purtroppo degradata, attraverso la formazione di gruppi di cittadini volontari che ha svolto attività di rastrellamento e di riordino della ghiaia nei sentieri del parco.

L’iniziativa riparte sabato 2 aprile, ogni quindici giorni fino al 25 giugno.

Durante l’edizione zero di Green City, tenutasi a ottobre 2015, manifestazione che mette in rete istituzioni, associazioni, cittadini impegnati nella conservazione e valorizzazione del verde della città.  Orticola ha proposto e condotto un incontro dal titolo: “Giardini storici e parchi pubblici: un bene comune da usare o da tutelare?

Francesca Marzotto Caotorta e Filippo Pizzoni, rispettivamente Presidente Consigliere di Orticola di Lombardia, insieme a  Laura Gatti, agronomo e paesaggista, e Susanna Magistretti di Cascina Bollate si sono confrontati sull’argomento insieme all’Assessore al Verde del Comune di Milano, Chiara Bisconti.

Orticola di Lombardia sarà presente con iniziative allo studio alla prossima edizione in essere il 14 e il 15 maggio 2016.

ORTICOLA PER LA CULTURA

Dal 2005 Orticola di Lombardia collabora con i musei cittadini, nel tradizionale ‘Orticola al Museo’: nel 2015 l’intesa con i musei civici è iniziata con la mostra “Mito e Natura”, ideata dal settore Cultura del Comune di Milano e da Palazzo Reale, che si è conclusa il 10 gennaio 2016 che ha avuto l’intento di presentare un aspetto poco noto del mondo classico: la rappresentazione della natura nei suoi vari aspetti.

La collaborazione con Hermès e Io donna, il settimanale del Corriere della Sera, ha permesso l’allestimento di un giardino, ispirato al viridario delle case romane, in cui hanno trovato dimora piante in uso duemila anni fa.

Il giardino è stato ospitato nello spazio all’aperto retrostante Palazzo Reale ed è stata la prima volta che un percorso verde è entrato in una mostra a Palazzo Reale.

La cultura delle piante in Italia, dal Risorgimento al Terzo Millennio”, è stato il tema affrontato dalla IV e ultima edizione del ciclo d’incontri quadriennali “Le Giornate di Studi di orticola di Lombardia”.

Iniziato nel 2012 presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano e curato da Filippo Pizzoni e Margherita Lombardi, gli incontri hanno affrontato temi che, a partire dalla fine degli anni Ottanta, hanno visto diventare la cultura delle piante e del verde un argomento di grande attualità.

Sempre nell’ambito della collaborazione tra Orticola e i musei milanesi, a maggio 2014 sono stati esposti, nella Sala Maria Teresa del Palazzo di Brera, presso la Biblioteca Braidense, un centinaio di pubblicazioni – tra periodici, saggi e manuali – che hanno raccontato l’evoluzione dell’idea di giardino e del modo di curarlo, coltivarlo, colorarlo.

Da quella esperienza è nato un libro, a cura di Filippo Pizzoni, dal titolo “Il Giardinaggio Scritto” pubblicato da Nexo e che è stato nell’ottobre sempre alla Biblioteca Braidense, durante l’edizione 2015 di Bookcity.

Giunto alla sua undicesima edizione, il Premio Lavinia Taverna, che Orticola di Lombardia ha organizzato con il Garden Club di MonzaBrianza, vuole premiare per l’impegno e la professionalità femminili.

Assegnato a donne che si dedicano al mondo dei giardini e del paesaggio, il Premio Lavinia Taverna nel 2015 è stato conferito a Marianna Merisi per il suo lavoro con la cooperativa sociale Cascina Bollate, attiva all’interno del carcere. Il premio è tradizionalmente accompagnato da un convegno, quest’anno dedicato a Eva Mameli Calvino.

I PARTNER DI ORTICOLA

Ringraziamo i partner che accompagnano l’Associazione Orticola di Lombardia nella realizzazione della Mostra Mercato 2015, uniti dalla comune passione per il verde e per il paesaggio.

Un ringraziamento particolare va al Comune di Milano e a tutti gli Assessorati coinvolti nella nostra comune attività quotidiana, siamo molto grati della collaborazione attiva che attiviamo in tutti i campi.

www.orticola.org

 

(Visited 66 times, 1 visits today)