Il XXII secolo già adesso nel Padiglione Polacco all’Esposizione Universale EXPO 2015 a Milano

DSC_0919_small DSC_0009_small DSC_0065_small DSC_0839_small DSC_0854_small DSC_0917_small

Presso il Padiglione Polacco all’Esposizione Universale EXPO 2015 a Milano è in corso la Settimana del Settore ICT Polacco, organizzata dall’Agenzia Polacca per lo Sviluppo dell’Imprenditorialità in cooperazione con il Ministero dell’Economia. Ogni ospite che visita l’esposizione al Padiglione Polacco può toccare, testare e sperimentare le più interessanti ed intelligenti tecnologie presentate da otto società polacche: Digital Core Design, Game Technologies, Ifinity, InPhoTech, MGGP Aero, Sportovia, OMNI3D  e OORT. Il 13 ottobre all’esposizione è stata tenuta una conferenza settoriale speciale intitolata „Nel XXII secolo con le nuove tecnologie polacche”. Alla conferenza hanno partecipato gli investitori di capitale italiani interessati di stringere i rapporti con i fornitori polacchi delle moderne tecnologie teleinformatiche nonché i giornalisti italiani e polacchi.

La conferenza settoriale con la partecipazione degli start-up polacchi è stata inaugurata dal Sig. Marcin Marjański, il Direttore del Padiglione Polacco all’Esposizione EXPO 2015 a Milano e dalla Sig.a Ewa Graniewska, il Direttore del Dipartimento dei Fondi Europei presso il Ministero dell’Amministrazione e della Digitalizzazione.

Di seguito, Ewa Szulc, il Manager del Progetto Web.gov.pl presso l’Agenzia Polacca per lo Sviluppo dell’Imprenditorialità, ha presentato l’ambiente business in cui funzionano gli start-up polacchi ed anche le forme di sostegno offerto a queste giovani imprese polacche da parte dell’amministrazione pubblica polacca. Il Manager ha annunciato anche la seconda edizione della conferenza ICT Summit la quale, già con il nome di Startup Summit, verrà tenuta il 3 e 4 dicembre a Varsavia allo Stadio Nazionale PGE.

Le presentazioni dei rappresentanti del settore ICT partecipanti alla Settimana del Settore ICT Polacco hanno mostrato la specifica delle soluzioni tecnologiche offerte con la loro rispettiva utilità per le aziende, le società multinazionali, gli enti governativi nonché per ciascun utente nella sua vita quotidiana.

Piotr Kosmala, il titolare della SPORTOVIA, ha presentato le tecnologie mobili in ambito di protezione della salute le quali sono state sviluppate da un gruppo di sviluppatori, sportivi professionisti, allenatori e nutrizionisti. Esse permettono, per esempio, di gestire gli allenamenti in modo attivo, analizzare i propri progressi, adottare una dieta conveniente.

La stampa 3D è una delle tecnologie che ultimamente vanta di un rapidissimo sviluppo. Il suo impatto sul settore industriale è stato presentato da Konrad Sierzputowski, l’Amministratore ed il Direttore Tecnico della Omni3D, il quale aveva mostrato la stampante 3D Factory 2.0 – Production; un sistema che si distingue per una eccezionale precisione dimensionale di stampa, dedicato specialmente alle applicazioni industriali. Il Sig. Sierzputowski ha sottolineato che le tecnologie di stampa 3D sono soggette ad un’importante specializzazione in funzione del settore al quale sono dedicati gli oggetti prodotti. Egli ha pure rilevato che attualmente il più grande potenziale della stampa 3D è collocato nelle applicazioni industriali e non come si usava a ritenere in precedenza – in quelle domestiche.

Una soluzione interessante è stata proposta dalla MGGP Aero. Si tratta di una tecnologia di fotografie aeree oblique, grazie alla quale viene creata una mappa dinamica che permette di valutare l’inclinazione dei tetti dal punto di vista delle esigenze degli impianti fotovoltaici o i valori del territorio per l’investimenti futuri. In questo ambito la tecnologia viene utilizzata specialmente dagli enti governativi locali, ma può essere utilie anche per gli architetti e ingegneri che si occupano dell’assetto urbanistico. I pregi di questo tipo di mappatura sono stati presentati da Witold Kuźnicki, il Key Account Director della  MGGP Aero. Il futuro delle tecnologie ICT appartiene alle strutture avanzate di fibre ottiche per applicazioni fotoniche nelle innovative reti di telecomunicazione.

Dei materiali nuovi e dell’ottimizzazione delle tecnologie di produzione dei cavi ottici speciali ha parlato  Barbara Wajnchold, il Project Manager della InPhoTech. Il futuro appartiene anche agli oggetti intelligenti di uso quotidiano che servono per la comunicazione via rete Internet, fermo restando che si tratti non solo di comunicazione tra l’utente e l’oggetto ma anche di comunicazione diretta tra gli oggetti stessi, senza la partecipazione dell’uomo.

Dello sviluppo dell’Internet degli Oggetti (Internet of Things)  e dell’impatto positivo di tali processi sul nostro ambiente ha parlato Krystian Cieślak, il Responsabile di Marketing della Ifinity, diventata nota per il progetto Varsavia Virtuale, la quale all’Esposizione Expo a Milano ha presentato Geos – un sistema operativo per il business e le amministrazioni governative, creato per la navigazione all’interno degli edifici e la gestione di sensori intelligenti. I sensori di questo tipo sono stati utilizzati nel Padiglione Polacco all’EXPO 2015.

A scoprire il mondo virtuale ha invitato anche Tomasz Ćwienk, il PR Manager della Digital Core Design, ritenuta società esperta nel campo di sviluppo dell’architettura dei processori IP Core. L’azienda che può vantarsi di aver creato il processore più veloce del mondo – DQ80251, ha mostrato a Milano il primo processore polacco a 32-bit D32PRO fornito a forma di un codice sorgente.

Vi invitiamo a scoprire le innovazioni dalla Polonia all’Esposizione Expo 2015. L’esposizione delle aziende polacche del settore ICT la quale presenta in un modo accessibile le più nuove realizzazioni tecnologiche sarà reperibile fino al 18 ottobre.

 

 

(Visited 37 times, 1 visits today)