Olio d’oliva protagonista del primo corso Arga Lombardia Liguria formazione giornalisti

Quali sono le caratteristiche di un olio che consentono di definirlo “buono”? Cosa significa la dicitura riportata sull’etichetta di oli in cui si specifica che sono prodotti con olive provenienti da Paesi extra Ue? Quali strumenti ci sono per tutelare il consumatore dalle contraffazioni?

Le risposte a queste domande saranno date nel primo corso di formazione per giornalisti organizzato da Unaprol (Consorzio Olivicolo Italiano) in collaborazione con Arga Lombardia Liguria, l’associazione interregionale di professionisti dell’informazione agroambiente e food che aderisce a Unaga, l’ Unione Nazionale Associazioni Giornalisti Agricoltura Alimentazione Ambiente Territorio Foreste Pesca Energie Rinnovabili ” Gruppo di specializzazione della FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti della Lombardia.

L’iniziativa è stata validata dal Comitato Tecnico Scientifico del Consiglio Nazionale dell’Ordine nazionale dei Giornalisti e consente di acquisire tre crediti formativi.

Il corso si terrà lunedì 16 marzo dalle ore 14 alle 17 a Brescia, presso l’Hotel Vittoria, in via X Giornate, 20.

L’iscrizione va effettuata utilizzando la piattaforma S.I.Ge.F , Sistema Informatizzato Gestione Formazione dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti

Ecco il programma in dettaglio :

Introduzione a cura di Fabio Benati, presidente di Arga Lombardia Liguria.

Apertura del corso con intervento di Silvano Zanelli presidente di Aipol, Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli

Il quadro macroeconomico dell’olivicoltura. Lo scenario mondiale della produzione di olio di oliva. l’Italia nel contesto europeo. Il bacino del mediterraneo. La classificazione degli oli vergini di oliva. Il ruolo del Consiglio Oleicolo Internazionale (COI). Norme europee e del WTO. Le zone d’ombra in cui proliferano contraffazioni e sofisticazioni.

Relatore: Michele Bungaro, giornalista. Responsabile relazioni istituzionali Unaprol, Roma. Vice presidente comitato consultivo COI – Madrid

Cibo e deontologia. L’Italia apripista della trasparenza e della sicurezza alimentare in Europa e nel mondo. Il caso studio dell’olio extra vergine di oliva. Dalla legge nr. 313/98 alla legge n. 9/2014 salva olio made in Italy. Lobbismo ed attività parlamentare finalizzati a salvaguardare il prodotto simbolo del made in Italy nel mondo. Come comunicare la trasparenza ai consumatori.

Relatore: On. Colomba Mongiello vice presidente della commissione parlamentare d’inchiesta anti contraffazione

Lotta alla contraffazione. Contrasto alle frodi. Educazione alla legalità. I casi più eclatanti di sofisticazione. L’azione di prevenzione dell’ICQRF Ispettorato centrale per la repressione delle frodi e del controllo della qualità del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Relatore: Maggiore Lando Desiati , Commissario capo del Corpo Forestale dello Stato

Scova l’intruso. Mini corso di degustazione dell’olio extra vergine di oliva. Prova comparativa tra fruttati leggero, medio e intenso. Come si assaggia un olio extra vergine di oliva. Riconoscere un prodotto di qualità da un prodotto scadente e contaminato. Educazione al consumo consapevole leggendo le nuove etichette.

Relatore: Dott. Simone Frusca direttore Aipol Brescia

Al termine, presentazione di una selezione delle migliori aziende olivicole del Garda bresciano che faranno degustare la loro migliore produzione di olio extra vergine di oliva della campagna 2014/2015.

A seguire Unaprol proporrà un “aperivolio”, aperitivo contaminato da olio extra vergine di oliva del Garda, a base alcolica ed analcolica, che sarà accompagnato da alcune pietanze tipiche bresciane.

Il corso si inserisce nella giornata dedicata al “Sistema delle eccellenze lombarde” che alle 18, nella stessa sede, propone il convegno “Rapporti sinergici attuali e futuri tra olivicoltura, territorio e settore ricettivo-turistico”.

Interverranno Gianni Fava, assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, Ettore Prandini, presidente Coldiretti Lombardia, Andrea Bertazzi, presidente Consorzio Garda DOP, Michele Bungaro (Unaprol), Francesco Martinoni, presidente Confagricoltura Brescia, Colomba Mongiello, vice presidente commissione parlamentare d’inchiesta anti-contraffazione, Lando Desiati Commissario capo del Corpo Forestale dello Stato. Modera i lavori la giornalista Adonella Palladino.

 

(Visited 32 times, 1 visits today)