“Alessi, la fabbrica del design italiano aperta al cambiamento e allo sviluppo internazionale”

 matteo alessi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MATTEO ALESSI a Unindustria Como per un incontro organizzato

dal Gruppo Giovani Industriali dal titolo:

 

“ALESSI la fabbrica del design italiano

aperta al cambiamento e allo sviluppo internazionale”

 

 

 

Martedì 23 settembre 2014 alle ore 20.30

c/o la sede di Unindustria Como

 

Il Gruppo Giovani Industriali di Como ha organizzato un incontro con MATTEO ALESSI – Executive Vice President of International Sales & Development.

 

«Alessi è stata definita una Fabbrica dei sogni». Attraverso i suoi prodotti vuole dare il contributo per rispondere a un desiderio di felicità delle persone, al bisogno di arte e poesia comune a tutti gli uomini.

 

Fondata da Giovanni Alessi nel 1921 a Omegna, sul lago d’Orta, come “Officina per la lavorazione della lastra in ottone e alpacca”, Alessi è diventata un’esponente di punta delle “Fabbriche del design italiano”, capace di applicare le competenze e l’eccellenza raggiunte nel design management a tipologie di prodotto molto diverse tra loro. Aperta al cambiamento e allo sviluppo internazionale, l’azienda è al tempo stesso profondamente radicata nella tradizione e nel retroterra culturale del suo territorio: Alessi continua a essere sinonimo di oggetti di artigianato realizzati con l’aiuto delle macchine. Ha realizzato nella sua storia migliaia di oggetti, molti dei quali divenuti icone del design contemporaneo.

 

L’universo Alessi conta più di trecento autori provenienti da tutto il mondo e include diverse categorie di prodotto tipiche del paesaggio domestico – servizi per la tavola, accessori per la cucina, strumenti per la cottura, piccoli elettrodomestici, complementi d’arredo, illuminazione – ma anche dedicate alla persona.

 

Oggi la missione di Alessi è di tradurre la ricerca della più avanzata qualità culturale, estetica, esecutiva e funzionale nella produzione industriale di serie. Il prodotto di design scaturisce dalla costante ricerca di mediazione tra arte e industria, tra l’”immensità del possibile creativo” e le esigenze del mercato.

Fanno parte dell’Enciclopedia Alessi indiscussi maestri del design italiano, come Ettore Sottsass, Achille Castiglioni, Aldo Rossi, Enzo Mari, Alessandro Mendini e progettisti di fama internazionale, tra i quali David Chipperfield, Patricia Urquiola, Richard Sapper, Michael Graves, Philippe Starck.

 

La parte più significativa degli oggetti Alessi è realizzata mediante la lavorazione a freddo dei metalli. Nel tempo l’azienda ha iniziato a lavorare anche con molti altri materiali, come la porcellana, il vetro, il legno, la plastica. Per tutti è stata messa a punto una modalità di produzione specifica, con una continua mediazione tra la complessità tecnologica dell’industria e l’attenzione ai dettagli dell’artigianato.

 

 

 

 

Oggi Alessi è presente nelle principali capitali mondiali con 40 Alessi Store monomarca, 400 shop-in-shop e circa 3.500 rivenditori. L’esportazione avviene in oltre sessanta Paesi e rappresenta i due terzi del fatturato.

 

 

Modera l’incontro Giandomenico Di Marzio del quotidiano Il Giornale.

 

Matteo Alessi Anghini è nato a Verbania sul Lago Maggiore nel 1978. Dopo la laurea in Economia e Commercio alla Bocconi di Milano nel 2002, è entrato alla Breil dove ha lavorato per tutto il 2003 nel Marketing Internazionale.  Nel 2005 è entrato nell’Azienda di famiglia ricoprendo il ruolo di Managing Director della Filiale di Londra dove ha vissuto sino al 2008, anno in cui è ritornato in Italia e ha assunto il ruolo di Direttore Trade Marketing e Sviluppo Internazionale presso la sede di Crusinallo sul Lago d’Orta.

Alla fine del 2011, a seguito di una riorganizzazione interna delle attività dei mercati esteri, Matteo ha assunto il ruolo di Executive Vice President of International Sales & Development occupandosi esclusivamente della rete di distribuzione e vendita in Europa e, dall’inizio del 2014, USA e Canada.

 

 

La partecipazione all’evento è gratuita con iscrizione obbligatoria inviando una mail all’indirizzo  gruppogiovani@unindustriacomo.it

(Visited 50 times, 1 visits today)