Sino al 27 gennaio al Teatro della Luna un divertente Giampiero Ingrassia nei panni di Frankestein Junior

 

Dire “mostruosamente divertente” è poco per descrivere in due parole l’intento di questo spettacolo: far divertire e nello stesso tempo offrire uno spettacolo scenograficamente suggestivo.

Giampiero Ingrassia veste i panni del brillante e stimato dottor Frederick Frankestein, il protagonista di Frankenstein Junior, la nuova produzione di Compagnia della Rancia per la stagione 2012/2013.L’attore in questa veste dà un’altra faccia della sua poliedrica capacità di recitare e per alcuni versi riporta alla mente dello spettatore il padre.Sul palco  assieme a lui un bel gruppo di bravi attori e ballerini ed ognuno di loro ha dato una nota in più allo svolgersi della trama che nella versione italiana, diretta da Saverio Marconi con la regia associata di Marco Iacomelli, è una trasposizione fedele della realtà cinematografica, dove le scenografie in bianco nero dalle atmosfere gotiche si contrappongono ai coloratissimi costumi e fanno da sfondo ai tantissimi momenti di irresistibile comicità. Trovate registiche e coreografiche originali ripropongono in chiave musical l’ironia propria del film attraverso “numeri” divertentissimi, su tutti quello tra Frankenstein e il Mostro sulle note di Puttin’ on the Ritz di Irving Berlin. 

Da Giulia Ottonello dalla voce unica mista a un naturale talento comico, che interpreta Elizabeth, viziata ed egocentrica fidanzata di Frederick, a Igor, interpretato da Mauro Simone servo fedele al Castello e disinvoltamente incurante della propria gobba, a Frau Blücher, il cui nome incute terrore persino ai cavalli, governante al castello e detentrice dei segreti di Victor Von Frankenstein con  il volto di Altea Russo, a Valentina Gullace  che interpreta Inga, giovane transilvana assistente devota di Frederick, incurante della propria straordinaria e sensuale bellezza e per finire  Fabrizio Corucci che è il Mostro, l’imponente creatura riportata in vita grazie agli esperimenti del Dottor Frankenstein.Tutti costoro recitano e ballano all’unisono in modo corale e scenicamente vivace. Completano il cast Felice Casciano (nei panni dell’ispettore Kemp, capo della polizia locale dedito al mantenimento dell'ordine; Davide Nebbia è l’eremita cieco che abita nei boschi e desideroso di compagnia; Roberto Colombo) è Victor Von Frankenstein, famigerato nonno di Frederick, impaziente che il nipote segua le sue orme; Michele Renzullo è Ziggy, il più bizzarro tra gli abitanti del villaggio transilvano.

E’ un  brillante lavoro teatrale  da non perdere, anche  per le musiche originali composte dallo stesso Mel Brooks.

Due ore di puro divertimento.

gda

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 33 times, 1 visits today)