Storie da scoprire, intrighi da svelare, curiosità e personaggi del passato in scena al Museo Martinitt e Stelline di Milano

Appuntamento Sabato 21 Aprile 2012 alle ore 18 con i reading musicali “I documenti raccontano”.

Alle ore 17 visita guidata del Museo.

Le iniziative sono a ingresso gratuito.

 

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 02 43.00.65.22 – infomuseo@pioalbergotrivulzio.it

MUSEO MARTINITT E STELLINE

Corso Magenta 57, Milano

 

Appuntamento sabato 21 Aprile 2012 alle ore 18 al Museo Martinitt e Stelline di Milano (c.so Magenta 57) con il Reading musicale del ciclo “I documenti raccontano” per scoprire storie avvincenti e poco note al grande pubblico, storie di protagonisti del passato, della Milano tra ‘800 e ‘900, le cui vicende personali, ricostruite a partire da documenti originali conservati negli archivi degli Orfanotrofi milanesi dei Martinitt e delle Stelline e di altre importanti istituzioni cittadine,

si sono intrecciate con i grandi fatti della storia italiana.

Come la vicenda di Enrico Vaghi, orfano dall’indole turbolenta sin da bambino, sovversivo e sobillatore da ragazzo, “una testa calda”, tanto carismatico quanto “politicamente pericoloso”, la cui storia personale, dall’epilogo inaspettato, si intreccia con i grandi fatti storici, con il primo conflitto mondiale e la Guerra di Abissinia (1895-96). Oppure l’intricato caso giudiziario dell’ottobre del 1945 di Fecondo R., ex fascista, sul quale ricadono sospetti e ombre di intrighi e trame segrete che saranno oggetto delle indagini della polizia.

E ancora, la vicenda dei “Tumulti del 1833” scoppiati all’interno dell’Orfanotrofio Maschile di Milano, dove nel febbraio 1833 regnava una situazione di agitazione e crescente malcontento e gli orfani dagli animi infiammati si preparavano a una vera e propria sollevazione popolare…..

 

Un vivace percorso tra narrazione e musica attraverso le letture sceniche di Alessia Bedini, attrice, con l’accompagnamento musicale alle percussioni di Emanuele “Manolo” Cedrone dei Sursumcorda.

 

Ad accompagnare e introdurre il reading musicale, il Museo propone alle ore 17 la visita guidata a ingresso gratuito.

Un’opportunità per scoprire il primo museo completamente interattivo e multimediale creato a Milano,

che ripercorre la storia degli Orfanotrofi Milanesi dei Martinitt e delle Stelline, attraverso un approccio, innovativo, emozionale, suggestivo e coinvolgente

alla documentazione storica, che consente di cogliere e rivivere le atmosfere di una quotidianità lontana, ma sempre viva nella memoria storica della città.

La quotidianità di due delle più amate e antiche istituzioni milanesi di assistenza, fondate nel 1500, gli orfanotrofi delle Stelline e dei Martinitt,

luoghi di accoglienza e cura, di educazione e istruzione professionale, che hanno formato, tra gli altri, uomini che hanno lasciato il segno nella storia economica italiana,

“Martinitt illustri” come Angelo Rizzoli, fondatore dell’omonima casa editrice (oggi RCS MediaGroup), Leonardo Del Vecchio, patron del Gruppo Luxottica,

o Edoardo Bianchi che, partito da una piccola officina nel cuore di Milano, in via Nirone, ha fondato l’omonima industria di biciclette di alta qualità, moto e automobili.

 

L’INIZIATIVA Reading musicali “I documenti raccontano”

 

Il ciclo di reading musicali “I documenti raccontano” è una iniziativa organizzata dal Museo Martinitt e Stelline nell’ambito dell’omonimo progetto promosso dalla Regione Lombardia

per il recupero, la valorizzazione e la fruizione degli archivi storici lombardi.

Obiettivo dell’iniziativa, dare voce alle storie e alle vicende personali di Martinitt e Stelline, gli orfani più amati di Milano, ricostruite attraverso un complesso e minuzioso lavoro di ricerca, catalogazione e studio condotto su centinaia e centinaia di documenti originali conservati negli archivi degli Orfanotrofi milanesi. Lettere, rapporti, diari, pagelle scolastiche, fascicoli e schede personali, fotografie, risalenti al periodo compreso tra la seconda metà del 1800 e i primi decenni del ‘900, che hanno reso possibile la ricostruzione di episodi

e vicende del passato e la redazione di “dossier” fruibili anche da parte del pubblico e delle scuole, attraverso la promozione di attività culturali, incontri, letture sceniche, laboratori didattici e performativi.

 

www.idocumentiraccontano.it

 

 

(Visited 46 times, 1 visits today)