Arte Povera International al Castello di Rivoli

Castello di Rivoli
9 ottobre 2011 – 19 febbraio 2012

horn-rebecca_cutting_hr

Nel 1967 in relazione ad un gruppo di artisti composto da Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Pier Paolo Calzolari, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Mario Merz, Marisa Merz, Giulio Paolini, Pino Pascali, Giuseppe Penone, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini e Gilberto Zorio, lo storico dell’arte contemporanea Germano Celant conia il termine “Arte Povera” che si ricollega alle grandi utopie delle avanguardie storiche per il suo esprimersi non rigido né impositivo, basato sulla relazione con le situazioni sociali e culturali, nonché ambientali e contestuali. Ricusando ogni definizione, con la conseguente impossibilità a inserirlo – ancora oggi – in una rigida codificazione, il movimento dell’Arte Povera ha nondimeno acquisito negli anni, per il suo innovativo e originale contributo, dovuto alle singole individualità, una definitiva importanza, paragonabile al Futurismo italiano, nell’ambito della scena dell’arte contemporanea internazionale. Partendo da questo assunto artistico è possibile  vedre il meglio della espressione creativa degli artisti in ben otto sedi sparse per l’Italia e per celebrarne il suo 150°

hamish-fulton-kailash-kora-2007

 

 

 

 

 

 

 

 

A partire dal 9 ottobre 2011 il Castello di Rivoli presenta il proprio contributo all’ambizioso progetto curatoriale di Germano Celant  Arte Povera 2011.
La rassegna al Castello di Rivoli, Arte Povera International, è curata insieme dall’ideatore della mostra e dal co-direttore del museo Beatrice Merz. Nelle sale auliche al primo e secondo piano della prestigiosa residenza sabauda, le opere storiche dei protagonisti del movimento sono a confronto con altrettanti capolavori di artisti della scena internazionale dell’epoca. La maggior parte delle opere provengono da collezioni museali italiane e dalla fitta rete di collezionisti privati che, sin dalla fine degli anni Sessanta, si occuparono di Arte Povera.

baumgarten_yurupari_hr

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La selezione degli artisti internazionali è avvenuta attraverso un’accurata ricerca scientifica sulle mostre che tra il 1966 e il 1972 hanno visto l’Arte Povera in dialogo con diverse e parallele correnti artistiche internazionali Le sale del castello ospitano un discorso autonomo di tutti i protagonisti dell’Arte Povera e un confronto con Vito Acconci, Carl Andre, Art & Language, Richard Artschwager, John Baldessari, Robert Barry, Lothar Baumgarten, Bernd e Hilla Becher, Joseph Beuys, Mel Bochner, Bill Bollinger, Daniel Buren, James Lee Byars, Hanne Darboven, Gino De Dominicis, Nicola De Maria, Jan Dibbets, Dan Flavin, Lucio Fontana, Hamish Fulton, Gilbert & George, Dan Graham, Rebecca Horn, Douglas Huebler, Joseph Kosuth, Barry Le Va, Sol LeWitt, Richard Long, Fausto Melotti, Reinhard Mucha, Bruce Nauman, Maria Nordman, Dennis Oppenheim, Edward Ruscha, Reiner Ruthenbeck, Salvatore Scarpitta, Gerry Schum, Richard Serra, Robert Smithson, Keith Sonnier, Andy Warhol e Lawrence Weiner.
La specificità della mostra al Castello di Rivoli è data quindi dall’incontro tra temi e poetiche sulla scena internazionale che vide il movimento italiano proiettato in uno scambio entusiasta con i linguaggi e le modalità di dialogo degli altri movimenti e artisti del tempo. La grande energia messa in campo dalle proposte poveriste in ambito internazionale oggi idealmente ritorna nella città in cui ebbero inizio e in uno dei musei che – sin dalla propria fondazione – ebbe aiuto e contributo di opere e lavoro proprio da parte degli artisti del movimento. Il ritorno di questa potente carica di pensieri, processi e materiali si concretizza in un excursus ampio tra le risonanze dell’Arte Povera e le declinazioni solo apparentemente lontane di Land, Body e Conceptual Art. Arte Povera International si è inaugurata sabato 8 ottobre 2011, nell’ambito delle manifestazioni per la 7a Giornata del Contemporaneo.

 

Sede
Date
Orari di apertura

Ingresso
Informazioni

Piazza Mafalda di Savoia, Rivoli (Torino)
9 ottobre 2011 – 19 febbraio 2012
da martedì a venerdì 10.00 – 17.00,
sabato e domenica 10.00 – 19.00,
chiuso il lunedì, 25 dicembre
e 1° gennaio, 24 e 31 dicembre 10.00 – 17.00
intero € 6,50 ridotto € 4,50
+39 011 9565222
www.castellodirivoli.org, www.castellodirivoli.tv

 

(Visited 51 times, 1 visits today)