Food Genius Academy presentazione del nuovo Bachelor Degree in Culinary Arts and Food Service Management

 

Il corso fornirà le skill necessarie per formare i nuovi professionisti della ristorazione

FGA FORMA I CONSULENTI FOOD DEL FUTURO GRAZIE AL “BACHELOR DEGREE IN CULINARY ARTS & FOOD SERVICE MANAGEMENT”

Sarà presentato lunedì 10 luglio in occasione dell’Open Day della scuola di cucina milanese

Formare i nuovi professionisti del food, ossia cuochi, ma anche imprenditori o consulenti che abbiano spiccate doti tecniche, oltre che creative, ma che, in più, abbiano la piena consapevolezza degli aspetti manageriali del mondo della ristorazione. E’ questo l’obiettivo del nuovo “Bachelor Degree in Culinary Arts & Food Service Management”, punta di diamante dell’offerta formativa di Food Genius Academy – Ente di formazione professionale accreditato dalla Regione Lombardia e da EABHES (European Board for Higher Education Schools) -, che sarà presentato lunedì prossimo, 10 luglio, nell’ambito dell’Open Day della scuola di cucina di viale Col di Lana 8.

Il corso nasce dalla necessità di rispondere alle esigenze di un mercato sempre più competitivo formando una nuova figura professionale, quella del Kitchen Manager o del Consulente Food, in grado di compendiare in sé non solo competenze culinarie e tecniche, ma anche spiccate doti imprenditoriali che le consentano di evitare errori nella gestione del proprio business. Il tutto avverrà attraverso un corso post-diploma simile alla laurea breve italiana, della durata di 2 anni, strutturati in 6 semestri, per un totale di 1.500 ore, attraverso lezioni frontali, laboratori, seminari e attività collaterali, come la partecipazione a eventi, l’organizzazione di catering e il coinvolgimento nella gestione di “Al Cortile”, il ristorante della scuola.

Tra i docenti figurano giornalisti accreditati, chef e direttori di sala: Carlo Spinelli, Gabriele Zanatta, Matias Perdomo e Simon Press, Thomas Piras, Giacomo Gironi, Pietro Solci, Giulia Ubaldi, Marco Lombardi, Marco Ambrosino, Alberto Tasinato, Roberto Veneroni e Marianna De Palma, solo per citarne alcuni.

“Nello svolgimento della nostra attività – dichiara Desirée Nardone, direttrice della scuola – ci confrontiamo ormai con la richiesta crescente da parte del mondo della ristorazione di personale sempre più qualificato. Abbiamo quindi intercettato tale esigenza e ci siamo resi conto che oggigiorno per svolgere determinati mestieri non è più sufficiente solo tanta buona volontà e non è consentito improvvisarsi, ma occorre piuttosto una formazione adeguata. Da qui è nata l’idea di istituire un corso che  ‘laurei’ cuochi e camerieri, rilasciando loro al termine del biennio un attestato con validità internazionale spendibile in tutto il mondo. Il nostro obiettivo ambizioso è anche quello di migliorare l’economia della ristorazione italiana ponendo le basi formative per creare competenze che poi si svilupperanno con l’esperienza sul campo”.

Nello specifico, il “Bachelor Degree in Culinary Arts & Food Service Management” avrà l’obiettivo di trasferire conoscenze culturali e gastronomiche unitamente a competenze tecniche e gestionali richieste a un moderno manager della ristorazione. La comprensione dei meccanismi dei diversi segmenti del settore (cucina, panificazione, pasticceria, cantina) faranno dello studente un Kitchen Manager preparato e creativo, in grado di mettere a punto i processi operativi e supervisionarne la gestione. Tale figura professionale potrà collocarsi nel mercato del lavoro con la possibilità di ricoprire diversi ruoli, tra cui: F&B Manager, Executive Chef, Consulente Food, Imprenditore-Ristoratore, Controller food nel settore GDO, Insegnante di Cucina e Scienze Gastronomiche in scuole private.

L’ammissione al corso, che rappresenta un “unicum” nel panorama delle scuole di cucina e di gastronomia italiane caratterizzato dalla modalità didattica del “learning by doing”, sarà subordinata al possesso del diploma di liceo o istituto alberghiero, nonché al superamento di un colloquio motivazionale. Al termine del percorso accademico FGA rilascerà quindi un Bachelor Degree completato da uno stage di 3 mesi in un’impresa ristorativa di alto profilo. Tra i partner più prestigiosi ci sono il Seta del Mandarin Oriental , il Vun del Park Hyatt, l’Osteria Francescana e Al Mercato.

La presentazione del “Bachelor Degree in Culinary Arts & Food Service Management” sarà il momento culminante dell’Open Day di Food Genius Academy che, lunedì prossimo, vedrà alternarsi da mattina a sera diversi momenti aperti al pubblico con la partecipazione di ospiti di rilievo. Ecco di seguito il programma completo della giornata:

ore 9.30 – colazione di benvenuto a cura degli studenti di pasticceria;

ore 10:00 (Aula Cucina) – lezione di cucina creativa sul pesce con Marco Ambrosino, chef del ristorante “28 Posti”;

ore 10.00 (Aula Pasticceria) – laboratorio gestionale sul tema “Come si apre e gestisce un ristorante” con Marianna De Palma, coordinatore didattico di FGA e consulente food;

ore 11.30 – presentazione del corso “Bachelor Degree in Culinary Arts & Food Service Management”. Interverranno:

– Desirée Nardone (direttrice della scuola)

– Nicolò Scaglione de “Il Sapere dei Sapori” (docente di merceologia)

– Roberto Veneroni (docente di economia della ristorazione)

– Carlo Spinelli alias Doctor Gourmeta (docente di comunicazione e marketing)

– Cristiano Sandels Navarro (presidente FEI – Food Education Italy, Fondazione Italiana per l’Educazione alimentare)

– Federico Gordini (presidente Milano Food Week), per parlare dei trend della ristorazione

ore 12.30 – live cooking con degustazione dello chef Marco Ambrosino;

ore 13.00 – pranzo riservato alla stampa by “Al Cortile”;

ore 14.30 – seminario “L’Uomo, l’Arte e il Cibo” a cura di Giulia Ubaldi, antropologa e giornalista,

ore 15.30 – seminario sull’economia della ristorazione con l’intervento di Roberto Veneroni (docente) e Vincenzo Critelli (ristorante “Trippa”

FOOD GENIUS ACADEMY

Food Genius Academy è una sinergia di Centri di Formazione Professionale con esperienza pluriennale nell’ambito della Formazione Food & Beverage. E’ accreditato dalla Regione Lombardia e certificato con un sistema di gestione della qualità ISO 9001.

Food Genius Academy nasce dall’idea di un gruppo di giovani specialisti del Marketing e della Formazione appassionati di cucina: è focalizzata sui corsi professionali di Alta Cucina Italiana, Pasticceria e Management di Sala, ma si declina anche come azienda di consulenza per il settore food & beverage e promotrice di eventi aziendali legati alla cucina.

FGA ha sede a Milano, Bologna e Torino.

L’offerta formativa è pratica e performante perché, oltre a fornire una parte propedeutica in laboratorio con docenti di livello, prevede un tirocinio direttamente sul campo in ristoranti Michelin Starred, a stretto contatto con gli Chef più importanti del panorama italiano e internazionale.

Le classi FGA sono formate da pochi studenti, in modo che gli stessi possano essere seguiti al meglio dagli chef e dal coordinamento didattico.

I docenti non sono puramente formatori, ma sono gli Chef dei Ristoranti Partner con cui FGA collabora. La loro esperienza è utile ai ragazzi non solo dal punto di vista tecnico, ma anche dal lato umano, perché ha l’obiettivo di trasferire perseveranza e senso del sacrificio. FGA ha l’obiettivo di facilitare l’inserimento lavorativo degli studenti, già durante il corso.

FGA, grazie al suo metodo pratico, cerca di creare figure utili ai ristoranti insegnando le tecniche e l’etica comportamentale alla base delle professioni legate alla ristorazione.

(Visited 75 times, 1 visits today)