XXI TRIENNALE DI MILANO GLI EVENTI SETTIMANA DAL 27 GIUGNO AL 2 LUGLIO 2016

header_2016_07_brand_e_landscape

LUNEDÌ 27 GIUGNO

Europei 2016 – Ottavi di Finale
Italia – Spagna
Triennale di Milano e Fabbrica del Vapore, lunedì 27 giugno, ore 18.00

Le partite degli Europei 2016 verranno proiettate su monitor 58”, grazie al service tecnico Meeting Project, presso il Palazzo della Triennale e presso la Fabbrica del Vapore.

XXI Triennale International Exhibition. 21st Century. Design After Design – I FILM
Berlin for Sale (Andreas Wilcke, 2016, 82’)
Spazio Oberdan, lunedì 27 giugno, ore 21.15

Negli ultimi anni Berlino è diventata la città in cui andare a vivere, più di Londra e di New York. Comprare casa a Berlino è divenuto un modo per investire i propri soldi al sicuro dalle crisi del sistema bancario. Questa corsa all’acquisto ha mutato il volto della città, con cantieri sempre aperti, e creato un problema di relazione tra residenti “autoctoni” e nuovi arrivati.


MARTEDÌ 28 GIUGNO

Expo as a Global Village Future Ways of Living Summer School
Inaugurazione della mostra
EXPERIENCE (ex Area Expo), martedì 28 giugno, ore 18.30

Nel corso di una serata di festa alla Cascina Triulza, si terrà l’inaugurazione della mostra Expo as Global Village: Future Ways of Living. Durante l’evento saranno presentati i risultati della Summer School organizzata dall’Institute without Boundaries (IwB), in cui 80 persone, provenienti da tutto il mondo, si impegnano a “ridisegnare” l’ex Area Expo, oggi EXPERIENCE.
Come conclusione della serata si terrà il concerto gratuito del Backyard Duo.

Musica Liquida – Simple Songs
EXPERIENCE (ex Area Expo), martedì 28 giugno, ore 20.00

Backyard Duo
Alessia Turcato, voce
Marco Carboni, chitarra

Un viaggio fascinoso nella canzone – soprattutto anni Trenta e Quaranta – con due superbi (giovanissimi) interpreti nel jazz di area milanese. La selezione sofisticata ingloba una girandola di evergreen e standard americani, più volte rielaborati da big stellari: fra l’altro Miles Davis, Joni Mitchell, Norah Jones e Bing Crosby. Si va dall’imperdibile At Least (registrata negli anni Quaranta dall compianto Glenn Miller) all’incantevole My Ideal, da Georgia On My Mind (immortalata in una cover di Ray Charles, quasi un inno per lo stato americano del sud) alla pluripremiata I Fall in Love Too Easily, Body and Soul (pubblicata come singolo da Billy Holiday nel ‘40). Il tutto per non parlare delle delizie di Gershwin e Berlin, con un prelibato incastro di parole e musica. Insomma un’iperbole canora fatta di delizie aggiornate agli anni Cinquanta di Blues In The Closet, poi ripresa dalla geniale chitarra di Bud Powell.

Programma:
Gordon/Warren: At last
Richard A. Whiting: My Ideal
Hoagland H. Carmichael: Georgia on my mind
Jule Styne: I fall in love too easily
Edward Heyman: Body and soul
Gene de Paul: You don’t know what love is
Irving Berlin: Cheek to cheek
George Gershwin: But not for me
Oscar Pettiford: Blues in the closet

Rodrigo Garcia
4
Triennale di Milano, Teatro dell’Arte, martedì 28 giugno, ore 20.30

“Pare che per ogni artista il processo creativo abbia le proprie regole; certi le ereditano, altri le inventano. Per quanto mi riguarda, le regole sono così chiare che descriverle mi sembra aneddotico e che, ad ogni modo, siano di scarso o nullo interesse per il lettore. Come descrivere qualcosa di così naturale come il respirare? Riconosciamo che in un’opera ciò che è prezioso si trova seppellito a metà.Per coloro che cercano un tema, le nostre pièce sono l’ideale: la ricerca del tema appartiene allo spettatore e questo sarà il suo passatempo, il dover decifrare ciò che all’interno della pièce a lui sembra familiare o evocativo. La storia è un’altra cosa: noi mettiamo tutta la nostra energia nella storia. Wim Wenders ha detto che le semplice messa in relazione di due immagini basta a far sorgere una storia sotto i nostri occhi.
In 4 la storia parla di un accumulo di sonagli, di teste di coyote, di movimenti in abiti pieni di sapone, di giradischi che suonano la quarta sinfonia di Beethoven, di galli coraggiosi, di bambine di nove anni, di un po’ di letteratura, di versi catturati da piante carnivore, di un samurai, di tennis contro una tela di Courbet, di cartoni animati, di riflessioni sul doggy style, di luci, di stadi e di droni che trasportano alla città dei sogni, sotto forma di musica di campane”. – Rodrigo García, settembre 2015

Posate per tutti
Chiusura progetto
Triennale ExpoGate, martedì 28 giugno, ore 18.30

Questo progetto nasce dalla volontà di fare delle posate diverse, diverse proprio in quanto per tutti, diversi inclusi, appunto. Con OBR, autori di Terrazza Triennale, ristorante sul tetto del Palazzo di Muzio, abbiamo pensato a una cena in cui tutti avessero lo stesso diritto alla bellezza e al piacere e quindi abbiamo seguito un processo di progetto aperto e in divenire, fluido e partecipato.
Forse questa serie di posate resterà un prototipo infinito (stampabile con tecnologie additive e quindi modificabile e adattabile ai singoli requisiti) oppure si capirà poter essere un oggetto non finibile (impossibilitato ad adattarsi ai bisogni di tutti), ma comunque sia ci avrà nel mentre insegnato la condivisione e l’inclusione, che nel mondo del progetto sono valori sempre più portanti ed importanti
MERCOLEDÌ 29 GIUGNO

Meet the Media Guru – Future Ways of Living
Incontro con Luigi Ferrara
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, mercoledì 29 giugno, ore 19.30

Luigi Ferrara, preside del George Brown College Centre for Arts, Design and Information Technology di Toronto, direttore dell’Institute Without Boundaries e past president ICSID, parlerà di come la nuova pratica del design generativo e collaborativo influenzerà l’economia della saggezza.

Rodrigo Garcia
4
Triennale di Milano, Teatro dell’Arte, mercoledì 29 giugno, ore 20.30

XXI Triennale International Exhibition. 21st Century. Design After Design – I FILM
Antologia 1 corti Ugo La Pietra (64’, edizioni restaurate): La grande occasione (1973, 13’), Il monumentalismo (1974, 10’),  La riappropriazione della città (1977, 35’), Interventi pubblici per la città di Milano (1979, 6’)
Spazio Oberdan, mercoledì 29 giugno, ore 19.00

GIOVEDÌ 30 GIUGNO

Rodrigo Garcia
4
Triennale di Milano, Teatro dell’Arte, giovedì 30 giugno, ore 20.30

A WORLD SUPREME. Musiche della spiritualità
Evelina e Ashira Ensemble (Canti Sefarditi)
A cura di Ponderosa Music & Art
Museo Diocesano, giovedì 30 giugno, ore 20.30

I suoni morbidi o ritmici della sua voce e quelli dolci o festanti dei virtuosi musicisti dell’ensemble fondono perfettamente le due anime: quella della tradizione millenaria della musica ebraica e quella del suo continuo divenire.  Evelina Meghnagi nasce a Tripoli, da una famiglia ebraica di antica tradizione, originaria della Spagna, cresce e si forma in Italia, dove studia canto classico e canto etnico. E’ una delle interpreti di riconosciuto talento delle melodie della tradizione sefardita e yemenita. Il suo concerto ci accompagna in un viaggio tra le pieghe meno note dell’ universo musicale ebraico sulle sponde del Mediterraneo.

Serate di Architettura al Belvedere
5+1AA ARCHITECTS
Belvedere della Villa Reale di Monza, giovedì 30 giugno, ore 19.30

Sesto appuntamento del ciclo di incontri dedicati al mondo dell’architettura contemporanea con archistar di fama internazionale alla scoperta delle tendenze architettoniche del nostro tempo. In cattedra saliranno Alfonso Femia e Gianluca Peluffo, fondatori del pluripremiato studio 5+1AA di Milano specializzato nello studio e nella sperimentazione sulla città contemporanea. Durante la serata verranno illustrati i loro lavori più noti (dal Master Plan di Expo 2015 alle nuove strutture direzionali di Fiera Milano) in un percorso che andrà a indagare l’idea di architettura nel suo rapporto con la contemporaneità attraverso le complesse relazioni tra città, territorio e arte stessa come messa in forma della realtà.
Gli incontri sono promossi dalla Commissione Cultura dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Monza e Brianza, in collaborazione con Triennale e Camera di Commercio di Monza e Brianza.
VENERDÌ 1 LUGLIO

BRAND&LANDSCAPE
Rigenerazione urbana, Industria&Paesaggio, Drosscape, Integrazione, Corporate Identity

A cura del Consiglio Nazionale degli Architetti Paesaggisti, Pianificatori e Conservatori e PAYSAGE
Triennale di Milano, venerdì 1 luglio dalle ore 9.00

All’interno del topic BRAND&LANDSCAPE gli organizzatori intendono sottolineare il ruolo che la progettazione del paesaggio industriale sta assumendo come strumento per la comunicazione dei valori aziendali al punto da concorrere nella percezione contemporanea a quel complesso sistema di beni tangibili e intangibili che costituiscono la brand equity oltre che la visual identity. L’evento intende porre in luce le “buone pratiche” nelle quali la progetta-zione del paesaggio dei luoghi di produzione assume nelle sue diverse declinazioni i va-lori della ricerca, della sostenibilità, della bellezza, e dell’ integrazione con il paesaggio circostante, tracciando un nuovo orizzonte del “fare impresa”. Casi virtuosi per promuove-re una nuova visione dei luoghi di lavoro, di produzione e di ricerca, che pone in luce il valore di una imprenditoria illuminata che può contribuire in modo significativo alla costru-zione di un nuovo paradigma che, intervenendo sul paesaggio, cerca di arginare il de-grado estetico e ambientale delle aree industriali che tanto affligge il nostro paese. La recente affermazione, della riconfigurazione degli spazi esterni agli edifici produttivi attraverso un vero e proprio progetto del paesaggio dove la vegetazione e gli elementi naturali diventano non solo parte integrante dell’architettura ma si fanno anche carico di innescare nuove relazioni con l’ambiente, in un un progetto globale di Branding Image declinato in chiave di Brand Landscaping, rappresenta una tendenza virtuosa che l’evento intende sostenere e promuovere. Pertanto il Simposio Internazionale e il Premio BRAND&LANDSCAPE mira a riflettere in modo propositivo sul ruolo potente dell’Architettura del Paesaggio come strumento capace di innescare un nuovo processo di rigenerazione de le aree industriali che nasce dalla consapevolezza di una nuova “era della produzione”.

Iscrizione: paysage.it


OPEN NIGHT
Antonio Castrignanò

Rassegna Estiva di Concerti a cura di Ponderosa
Triennale di Milano, venerdì 1 luglio, ore 21.00

Un programma di ampio respiro internazionale e aperto alle molteplici visioni musicali contemporanee quello che la Triennale di Milano, in collaborazione con Ponderosa Music & Art, propone nello splendido giardino della Triennale, tra il 24 giugno e il 27 agosto.Due mesi di concerti scanditi da 18 appuntamenti in 9 week-end, di cui uno dedicato alla musiche africane selezionate da Contaminafro, con progetti musicali che spaziano dal modern jazz alla sperimentazione elettroacustica, dalla cinematica al soul, dal post-punk al folk sciamanico. In consonanza con i temi della XXI Esposizione Internazionale che puntano a decifrare l’eterogeneità degli approcci artistici e le diverse progettualità del presente, la rassegna prevede musicisti in formazioni non convenzionali, ma sempre coinvolgenti e di grande impatto emozionale.

Antonio Castrignanò, musicista salentino, voce e tamburo de La Notte della Ta-ranta, ha suonato e collaborato con artisti come Stewart Copeland, Mauro Paga-ni, Giuliano Sangiorgi, Negramaro, The Chieftains, Goran Bregovic, Ballakè Sissoko, Ludovico Einaudi, Marcan Dede. Esibendosi su palchi e festival di gran-de prestigio internazionale è divenuto negli anni uno dei personaggi simbolo della riscoperta tradizione musicale del Salento.

XXI Triennale International Exhibition. 21st Century. Design After Design – I FILM
Metropolis (Fritz Lang, 1927, 147’)
Spazio Oberdan, venerdì 1 luglio, ore 21.00

Anno 2026. Una gigantesca metropoli-fabbrica vede lo scontro tra la casta dei privilegiati, dominata dal monopolista Fredersen, e una massa di schiavi-automi che dal sottosuolo organizzano la rivolta, incitati da un robot. Questi, creato e manovrato da uno scienziato-mago, è il sosia di una mite fanciulla, Maria, di cui Freder, il figlio del dittatore, è innamorato. Quando la rivolta ha luogo, la città viene salvata dall’inondazione proprio da Freder, artefice della riconciliazione tra il padre e il capo-operaio che manovra la Macchina Centrale, cuore pulsante della città sotterranea.

Accompagnamento dal vivo al pianoforte a quattro mani di Francesca e Federica Badalini.
SABATO 2 LUGLIO

OPEN NIGHT
Reininger & Brown
Rassegna Estiva di Concerti a cura di Ponderosa
Triennale di Milano, sabato 2 luglio, ore 21.00

Blaine Reininger e Steven Brown sono l’anima pulsante nonché i fondatori dei mitici TUXEDOMOON, band della scena post-punk, new-wave e pop alternativa americana. Questi due fenomenali musicisti polistrumentisti hanno da poco rilasciato il loro nuovo disco “Monte Albàn” progetto per piano e violino che è un vero e proprio viaggio musicale che spazia da musiche composte per balletti e opere teatrali a colonne sonore per film.

XXI Triennale International Exhibition. 21st Century. Design After Design – I FILM
Il cielo sopra Berlino (W. Wenders, 1987, 130’)
Spazio Oberdan, sabato 2 luglio, ore 18.45

Berlino, fredda, misteriosa, affascinante, sotto gli occhi di due angeli che, non visti, si aggirano per le strade della città osservando le commoventi debolezze degli esseri umani. Poi uno di loro si innamora di una trapezista (galeotto fu il volo…) e, sull’esempio di un ex angelo diventato uomo, decide di fare la stessa scelta.

(Visited 29 times, 1 visits today)