Taste of Milano: gli ingredienti del successo

Taste-of-Milano_MG_8682 Taste-of-Milano_MG_9672 TasteofMilano_MG_5403 TasteofMilano_MG_7075

Il bilancio dell’edizione speciale “World of Taste” in occasione di EXPO2015, andata in scena dal 3 al 7 giugno al Superstudio Più, è decisamente positivo: oltre 28mila visitatori e 200 piatti serviti grazie al lavoro di 50 ristoranti provenienti da Milano, dall’Italia con i JRE e dal Mondo.

Sono i sorrisi degli ospiti di Taste of Milano a completare il bilancio, già di per sé molto positivo, della sesta edizione, organizzata e promossa da Brand Events Italy, ancora una volta con la collaborazione di Electrolux, title-sponsor della manifestazione a livello mondiale, presso Superstudio Più di Via Tortona nel capoluogo lombardo. Ospiti provenienti dalle più svariate situazioni: singoli visitatori, gruppi di amici, coppie, famigliole. Questo perché Taste of Milano nasce con l’intento di accontentare tutti gli appassionati della grande cucina

Parliamo di numeri: sono stati ben oltre 28mila i visitatori gourmand che nei cinque giorni dell’evento hanno varcato i cancelli per assaporare i piatti elaborati e serviti dai 50 ristoranti. Cinquanta brigate, che si sono alternate nelle cucine della kermesse, provenienti da Milano (25 i ristoranti “locali”), da tutta Italia grazie alla partecipazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe e dal Mondo con dei focus sulla cucina svedese, statunitense e francese.

L’esercito degli appassionati a Taste of Milano, che quest’anno ha annoverato una percentuale maggiore di under35, ha lasciato sul campo 78mila forchette, 54mila coltelli e oltre 84mila piattini. Numeri imponenti che dimostrano che format come questo servono anche ad avvicinare la grande cucina d’autore al grande pubblico. Le singole portate dei menu, che ciascun visitatore ha potuto comporre passando da un ristorante all’altro facendo pochi passi, sono infatti oscillate tra i 6 e i 12 ducati (un ducato, precaricato alle casse su una tessera = un euro) contro cifre più alte rispetto a quelle dei piatti serviti nei singoli ristoranti. Inoltre è impagabile ricevere, e farsi raccontare, il piatto direttamente dallo Chef.

 

Frequentatissimi e in gran parte in soldout anche gli oltre 150 laboratori o appuntamenti all’Electrolux Chefs’ Secrets, all’Electrolux Taste Theatre, all’Electrolux VIP hospitality Area, al The Lab con Lurpak, allo spazio In Cucina con Snaidero, al Caffè delle Meraviglie by Musetti, allo spazio dedicato alla città di Lione e all’Area Kids.

 

La grande macchina organizzativa è già entrata in moto per i prossimi appuntamenti: la quarta edizione di Taste of Roma (Auditorium Parco della Musica, dal 17 al 20 Settembre 2015), e la seconda edizione di Taste of Christmas (dal 27 al 29 novembre 2015).

 

 

 

 

(Visited 26 times, 1 visits today)