LA ROMA PAPALINA DI RUGANTINO ALL’ARCIMBOLDI DI MILANO CON ENRICO BRIGNANO

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo lo straordinario successo al teatro Sistina a Roma  Rugantino  torna in scena con il volto, la voce e la verve di Enrico Brignano, a Milano al Teatro degli Arcimboldi  sino al13 aprile 2014.

Rugantino nasce come titolo di una rivista, nel 1848.  Nel primo numero  il fondatore del giornale, Odoardo Zuccari, presenta il personaggio come un tipo cresciuto a botte perché c’ha sempre voglia de rugà, (ruganza  viene da arroganza).

 

Rugantino è vestito come un popolano della Roma papalina del 1830, il personaggio è già presente prima, nel teatro delle marionette a Villa Borghese. Il giornale  rivaluta un nome e un personaggio che fanno parte della tradizione della città, legato a Roma da un legame polemico, amoroso e ironico come si ritrova nella straordinaria canzone di Trovajoli “Roma nun fa la stupida…”.
Rugantino, commedia musicale di Garinei e Giovannini, è uno spettacolo che ha fatto il giro del mondo,uno spettacolo storico, sicuramente, ma non vecchio, anzi, sempre più attuale con quella voglia di divertire e commuovere, con i suoi personaggi in bilico tra mascalzonaggine e bontà, simpatia e boria.

 

 

 

 

 

 

 

 

La storia narrata è nota a tutti, visto che lo spettacolo ha fatto il giro del mondo in 50 anni per cui i personaggi  sono familiari a tutti noi, come le  arie musicate da Trovajoli.

Enrico Brignano nei panni di Rugantino, mostra un'altra veste del suo essere attore e  riesce ad  essere sbruffone, chiacchierone, vigliacco, tenero e dolce, a seconda delle situazioni in cui viene a trovarsi.

Serena Rossi interpreta Rosetta, letterale incarnazione della venere romana, bella e irraggiungibile, ma alla fin fine più umana di quanto si possa immaginare.

Vincenzo Failla è uno splendido  Mastro Titta, il boia, un uomo buono sempre in giro con il pesante fardello della sua professione che gli impedisce di avere una vita tutta sua, sino a quando non incontra la simpatica  Eusebia, Paola Tiziana Cruciani , sorella di Rugantino, perché tutti e due figli di NN.

 

 

 

 

 

 

 

Un musical costruito con un cast importante:20 ruoli e 20 solisti,scene e costumi originali firmati da Giulio Coltellacci mentre la regia di Garinei a Giovannini viene ripresa dallo stesso Brignano che per rispetto alla fedeltà del testo mette in scena il primo copione originale.

Sono proprio queste ultime che  determinano il successo dello spettacolo, ove scenografia, coralità, balletto e musica si fondono mirabilmente e catturano lo spettatore.

Rugantino sarà ancora in scena a dal 1° al 4 maggio a Firenze al Teatro Verdi e dall’11 al 15 giugno a New York al New York City Center per festeggiare i 50 anni della prima rappresentazione a Broadway nel 1964.

gda

 

Foto by courtesy Francesca Barbaro Daina 

(Visited 179 times, 1 visits today)