Bit compie 30 anni: anticipare il futuro è la nostra storia

In trent’anni di storia la Borsa Internazionale del Turismo è cresciuta costantemente anticipando sempre le tendenze. Lo dimostra anche un’edizione 2010 ricca di novità, attenta a segmenti e nicchie di mercato nuove per gli Operatori e sempre più coinvolgente per i Viaggiatori.   In tv impazza Heather Parisi con Disco Bambina. Vanno ancora di moda pantaloni a zampa d’elefante e gonne scampanate. Al cinema, American Gigolo sta lanciando un nuovo sex symbol di nome Richard Gere. È il 1981 e a Milano succede qualcos’altro di nuovo: ai padiglioni del quartiere fieristico cittadino debutta la prima Borsa Internazionale del Turismo. Gli espositori furono 294, con la presenza di 24 Paesi esteri, e 36.000 i visitatori: molti meno di oggi, quando Bit può vantare la presenza di 130 Paesi esteri, 5000 realtà rappresentate negli stand e oltre 150.000 presenze di visitatori nei 4 giorni di manifestazione. Ma tutti capirono subito che si tratta di una grande innovazione per il settore in Italia, destinata a durare nel tempo. 

LA STORIA: BIT CRESCE E SI FOCALIZZA Diventata subito familiare a tutti come ‘la Bit’, la nuova fiera mantiene le promesse. Nata con una formula flessibile e dinamica, si evolve costantemente con nuove iniziative ogni anno: la capacità di cogliere in anticipo i trend e interpretarli come opportunità di business per gli Operatori, ed elementi di attrazione per i Viaggiatori, ne fanno ben presto la manifestazione di riferimento per il settore in Italia.Soltanto cinque anni dopo il debutto, nel 1985, nasce Buyitaly: è il primo workshop in assoluto per l’incontro tra domanda e offerta del prodotto Italia ed è tuttora il più importante al mondo. Nel 1985 i Buyer e i Seller erano alcune decine: oggi sono 540 i Buyer e oltre 2000 i Seller. Con BuyItaly, Bit introduce con grande anticipo sui tempi un concept che coniuga l’ampiezza di visione di una grande fiera con la focalizzazione degli eventi più mirati. Concept che si svilupperà negli anni ’90 anticipando le esigenze del mercato con nuove aree speciali e workshop dedicate alle tecnologie per il turismo, l’open air, l’enogastronomia, le forme di turismo spirituali e motivazionali.

LA STORIA: BIT SEMPRE PIÙ INTERNAZIONALE

Negli anni 2000 si accentua il processo di internazionalizzazione che porta Bit a collocarsi tra le prime quattro fiere del turismo al mondo. Nel 2005, Bit tra i primi rivolge l’attenzione alle economie emergenti invitando come Ospite d’Onore la Città di Pechino, con anticipazioni esclusive sulle future Olimpiadi. I Forum Internazionali del Turismo organizzati durante la mostra diventano momenti di incontro e confronto internazionale ad altissimo livello: l’edizione 2002 vede la partecipazione del teorico della new economy, Jeremy Rifkin, e il 2003 del Premio Nobel per l’economia Robert Mundell. Nel 2008, alla conferenza inaugurale partecipano oltre 40 tra Ministri del Turismo da tutto il mondo e rappresentanti della diplomazia internazionale. Nel 2006 nasce il premio Bit Tourism Award e nel 2008 Bit è anche tra le prime realtà del turismo a sbarcare sul web 2.0 con la community www.bit-channel.it.  “La storia di Bit è la storia di uno sguardo sempre più rivolto al futuro e sempre più ampliato a tutto il mondo – commenta Enrico Pazzali, Amministratore Unico di Fiera Milano Rassegne,  organizzatore di Bit, e Amministratore Delegato di Fiera Milano, – e allo stesso tempo attento a cogliere le opportunità offerte al mercato da segmenti nuovi e nicchie particolari. La forza di Bit si esprime nella sua formula multi target, che permette di coniugare la focalizzazione di un evento rivolto al business con l’interesse che riscuote un grande evento aperto al pubblico di viaggiatori”.

 BIT OGGI: UN GIRO DEL MONDO IN QUATTRO GIORNI

Un viaggio di quattro giorni, da giovedì 18 a domenica 21 febbraio 2010 al quartiere fieramilano a Rho, dei quali sabato e domenica aperti anche al Pubblico dei Viaggiatori ai quali è offerto un ingresso omaggio per ogni ingresso acquistato pre-registrandosi online sul sito www.bit.fieramilano.it.In otto padiglioni Bit 2010 riunisce tutto il meglio del turismo mondiale. Nell’area The World (pad. 2-4) 130 Paesi presentano la loro offerta turistica; tra questi spicca la presenza del Sudafrica, che quest’anno ospiterà i mondiali di calcio, e Abu Dhabi, che punta sempre più sul mercato italiano. Importanti le new entry del 2010,  Albania, Ecuador, Sudan, Laos, Vietnam e significativi i rientri: Olanda, Antigua e Barbuda, Ucraina, Lettonia. La sezione Italy (pda. 1-3, 5-7) offre un viaggio attraverso l’incredibile varietà delle Regioni del nostro Paese. Le proposte della Tourism Collection sono ai pa. 6-10 mentre i Workshop saranno ospitati ai pa. 5-7. In particolare, Bit 2010 offre un portfolio di 4 workshop, di cui uno totalmente nuovo, e 2 aree speciali, con una novità assoluta:       Bit Buyworld, venerdì 19 febbraio: il workshop estero su estero con circa 300 Operatori internazionali, dei quali 200 scelti tra gli Espositori e Co-espositori esteri di Bit con offerta esclusivamente internazionale, e 100 Agenti di Viaggi esteri selezionati in collaborazione con Uftaa. Focus su Sud-Est Asiatico ed Estremo Oriente con realtà provenienti tra gli altri da Cambogia, Laos e Vietnam, Giappone, Cina e India.Bit Buyitaly, sabato 20 e domenica 21 febbraio: 26° edizione per il più importante workshop esistente del prodotto Italia. Previsti oltre 2.000 Seller dalle Regioni italiane e più di 540 Buyer specializzati da 51 Paesi, che si incontrano in due giornate specializzate per tipologie di offerta.Bit Buyclub, venerdì 19 febbraio: l’unico workshop dedicato al turismo associativo: Cral, Associazioni di categoria, aziende. Attesi 300 Seller nazionali e internazionali e 160 Buyer provenienti da 11 Paesi. Bit Itinera, giovedì 18 febbraio: è il workshop specifico per gli Operatori interessati ai siti storici, ai percorsi e ai cammini di fede, ai luoghi di culto e alle destinazioni religiose che quest’anno amplia il suo orizzonte a tutte e tre le grandi religioni monoteistiche: oltre alle tradizionali mete di pellegrinaggio cristiane, anche i luoghi di culto ebraici e islamici. Previsti 80 rappresentanti della domanda e 220 dell’offerta. 

Viaggio nel Gusto – I sapori d’Italia: un’area speciale che delinea un percorso ideale tra le produzioni agroalimentari italiane di qualità radicato nel contesto ambientale, storico e artistico-culturale dei territori di origine.    

Bit Sportland –  un vero e proprio villaggio, di grande impatto, dedicato al turismo sportivo open air con focus su tre sport outdoor per eccellenza – golf bicicletta e montagna – suddiviso in zona dispositiva e ambienti scenografici, con dimostrazioni di campioni e possibilità per i Visitatori di cimentarsi in prove delle tre specialità. 

La 30a edizione di Bit – Borsa Italiana del Turismo si tiene al quartiere fieramilano a Rho da giovedì 18 a domenica 21 febbraio 2010. Per informazioni aggiornate: www.bit.fieramilano.it

UFFICIO STAMPA DI MANIFESTAZIONE:

Rosy Mazzanti – Fiera Milano S.p.A.tel. 02 4997.7456

e-mail rosy.mazzanti@fieramilano.it

Elisa Vittozzi – Fiera Milano S.p.A.tel. 02 4997.7456

e-mail elisa.vittozzi@fieramilano.it 

Flaviana Facchini – Aigo Comunicazionetel. 02 669927.203 –

e-mail f.facchini@aigo.it

 UFFICIO STAMPA UNIONE DEL COMMERCIO

Benedetta Borsani – tel. 02 7750.224

 e-mail benedetta.borsani@unione.milano.it

 

(Visited 20 times, 1 visits today)