Signorelli e Signorelli

L’arte rinascimentale attraverso la tecnologia della “multivisione” inaugura l’Orvieto Food Festival  con il confronto delle opere di Luca Signorelli. Le opere del Duomo a confronto con la Comunione degli Apostoli

 

 

Verrà presentata domani la “Comunione degli Apostoli”: l’opera, conservata al Museo Diocesano di Cortona che crea un filo rosso con il percorso ideale di OFF, Orvieto Food Festival, una rassegna di enogastronomia, cultura e solidarietà internazionale . La distribuzione del pane, azione centrale del capolavoro, rappresenta il momento della solidarietà e dell’amicizia in una sacra occasione in cui il cibo vuole inglobare valori morali, sociali e religiosi. Nel Duomo di Orvieto il 18 Novembre alle ore 17,00 la storica d’arte Elisabetta Fornasari con l’intervento del Monsignor Giovanni Scanavino e dell’avv. Francesco Venturi, presenterà l’opera che Luca Signorelli ha dipinto nel 1512. Pittore del XV° secolo e alunno di Piero della Francesca, Luca Signorelli viene considerato come uno dei pionieri del Rinascimento. Immagini e musica verranno proiettate nei grandi spazi del Duomo e gli affreschi della Cappella di San Brizio, messi a confronto con la “Comunione” grazie alla tecnica della multivisione , proporranno uno spettacolo unico di emozionanti dettagli per una fusione tra l’arte classica e le nuove forme di espressione  attraverso le tecniche del software. Tramite il cibo, la cultura “classica” e la religione si fanno portavoce di nuovi stimoli artistici e tecnologici. Modera Guido Barlozzetti, mentre alle ore 18,00  il maestro Giorgio Revelli, titolare dell’Organo Locatelli-Bossi, si esibirà in un concerto d’organo per un viaggio musicale che spazia dal XVI secolo fino ai giorni nostri.

Agenzia di promozione turistica Umbria

(Visited 23 times, 1 visits today)