COCA-COLA HBC ITALIA PRESENTA IL RAPPORTO SOCIO-AMBIENTALE:I NUMERI DEL 2009

Coca-Cola HBC Italia ha presentato a Milano il Rapporto Socio-Ambientale 2009, un approfondito resoconto sulle principali attività svolte in ambito di sostenibilità nei luoghi di lavoro, nelle attività sul mercato e nelle comunità, giunto ormai alla sesta edizione. Particolare attenzione è stata dedicata all’ambiente e all’impegno posto dall’azienda per ridurre al minimo l’impatto delle proprie attività in termini di consumo energetico, idrico e di limitazione delle emissioni di gas-serra.

"A sei anni dalla pubblicazione della prima edizione del Rapporto Socio-Ambientale, siamo orgogliosi di poter affermare che le iniziative che abbiamo messo in campo hanno contribuito a diffondere in Italia la consapevolezza di quanto sia importante investire nella sostenibilità attraverso un più equilibrato rapporto tra impresa e società" – ha affermatoAlessandro Magnoni, Public Affairs & Communication Director di Coca-Cola HBC Italia – "Tra il progresso generale e le piccole scelte quotidiane esiste una relazione molto stretta, una relazione a cui si ispira il modo di operare di Coca-Cola HBC Italia".

Proseguendo nell’attuazione del programma Water Saving, ideato per la salvaguardia della vitale risorsa, nel 2009 Coca-Cola HBC Italia ha realizzato molteplici interventi volti a ridurne il consumo all’interno dei processi produttivi: dalla ristrutturazione degli impianti di trasporto idrico al recupero dell’acqua utilizzata per il risciacquo delle bottiglie. In particolare, il Rapporto evidenzia come i consumi idrici necessari all’imbottigliamento di un litro d’acqua minerale siano diminuiti del 21% nel 2009. Anche per la produzione delle bevande si registra una diminuzione dei consumi d’acqua pari al 3%.

L’installazione di nuovi macchinari ad alta efficienza, i continui interventi di automazione delle linee di produzione e l’utilizzo di tecnologie avanzate hanno comportato unanetta diminuzione dei consumi energetici, calati dell’11% per ogni litro di bevanda prodotta e del 16% per ogni litro di acqua minerale imbottigliata rispetto al 2008, con un risparmio complessivo di 550.000 euro. Nel biennio 2009-2010 gli investimenti dell’azienda nel settore energetico ammontano a 1.600.000 euro.

"Il nostro impegno quotidiano consiste nel ricercare soluzioni e interventi per ridurre al massimo i consumi energetici. Il cammino fino ad oggi percorso ha dato ottimi risultati" – ha dichiarato Roberto Pastore Operations Director di Coca-Cola HBC Italia – "Per il biennio 2010-2011, la nostra sfida sarà quella di investire in energie alternative, installando pannelli fotovoltaici negli otto stabilimenti aziendali; un’operazione che eviterà l’ emissione di 11.500 tonnellate annue di CO2, con un risparmio pari a circa 1 milione di euro. Oltre alle energie alternative, continueremo ad impegnarci nel campo della cogenerazione, un settore innovativo e in continua espansione".

Lo scorso giugno, Coca-Cola HBC Italia ha infatti inaugurato a Nogara (VR) il suo primo impianto di cogenerazione, che consentirà all’azienda di ridurre le emissioni di CO2 del 66% e di incrementare l’efficienza energetica fino all’ 83%, rispetto ai sistemi tradizionali. Lo stabilimento utilizzerà circa due terzi dell’energia prodotta mentre la restante parte verrà immessa nella rete di distribuzione nazionale. Entro il 2011, Coca-Cola HBC Italia ha pianificato la realizzazione di due nuovi impianti di cogenerazione presso gli stabilimenti di Gaglianico (BI) e Oricola (AQ).

Le innovazioni riguardano anche gli imballaggi, sempre più eco-friendly: le modifiche apportate al packaging delle bottiglie da 2 litri di Acqua Lilia, più leggere dell’11%, permetteranno di utilizzare 300 tonnellate in meno di plastica ogni anno e diminuire la produzione dei rifiuti. Inoltre, l’azienda prosegue nell’importante progetto di riduzione dei materiali utilizzati per realizzare bottiglie e capsule per le bevande che porterà, entro il 2010, a un decremento della quantità di plastica impiegata, pari a circa 1.800 tonnellate, con un risparmio di 1 milione di euro. Il riciclo dei materiali di scarto generati nel ciclo produttivo ammonta al 98%, percentuale che raggiunge il 100% nei siti di imbottigliamento delle acque minerali.

L’impegno dell’azienda nei confronti dell’impatto ambientale è sempre in prima linea: rispetto, al 2008 si registra una netta diminuzione delle emissioni inquinanti, pari al 25%, per ogni litro di acqua minerale imbottigliata (0.97 g di CO2/lpb).

Oltre all’impegno nelle attività industriali, Coca-Cola HBC Italia ha da sempre rivolto grande attenzione al territorio in cui opera, promuovendo e organizzando numerose iniziative per incentivare un dialogo aperto e costruttivo con scuole, istituzioni, media e comunità locali: dal tour teatrale "Il mistero dell’acqua scomparsa", al kit per ragazzi dedicato al risparmio idrico e distribuito in 3.500 scuole d’Italia. Nei prossimi mesi, l’azienda avvierà una serie di attività che avranno come filo conduttore il tema del riciclo: tra cui la distribuzione del libro "L’ispettore Closet e la tribù del riciclo", patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare, CONAI e Cittadinanzattiva onlus e la mostra educativa itinerante "missione ecoTribù" sul riutilizzo dei materiali da imballaggio.

Coca-Cola HBC Italia

Parte del Gruppo Coca-Cola Hellenic, Coca-Cola HBC Italia è la più grande società attiva in Italia che produce e distribuisce i marchi della The Coca-Cola Company. L’azienda impiega 3.300 dipendenti, dislocati nella sede centrale di Milano, nei cinque depositi, nel centro assistenza di Campogalliano (MO) e nei sei stabilimenti per la produzione di soft drink, situati a Nogara (VR), Gaglianico (BI), Oricola (AQ), Corfinio (AQ), Marcianise (CE) ed Elmas (CA). Altri due impianti sono destinati all’imbottigliamento di acqua minerale: Rionero in Vulture (PZ) e Monticchio (PZ). L’azienda è infine attiva nel settore della distribuzione automatica attraverso la società Eurmatik.

Impegnata nel campo della responsabilità sociale d’impresa, Coca-Cola HBC Italia pubblica ogni anno un Rapporto Socio-Ambientale in cui documenta le attività svolte per la comunità, nel mercato, in campo ambientale e sul posto di lavoro. Informazioni dettagliate su Coca-Cola HBC Italia, sulla sua attività e sul suo impegno nel campo della Corporate Social Responsibility sono disponibili sul sito www.coca-colahellenic.it  

 

 

 

        

(Visited 16 times, 1 visits today)