Arketipos e Comune di Bergamo presentano LANDSCAPE FESTIVAL – I MAESTRI DEL PAESAGGIO | X edizione

Arketipos e Comune di Bergamo presentano
LANDSCAPE FESTIVAL – I MAESTRI DEL PAESAGGIO | X edizione
dal 5 al 20 settembre 2020
Tra i tanti appuntamenti confermati e rinnovati, Landscape Festival ha lavorato in questi mesi e ora
si presenta con importanti novità e un gesto solidale con Green Square, rilettura in chiave green di
Piazza Vecchia, quest’anno protagonista di una raccolta fondi collettiva.
L’edizione 2020 del Festival ha preso forma con un’energia nuova per reagire, per ripartire, grazie
ad alcuni valori da sempre condivisi: il paesaggio come unione di natura e cultura, le piante come
portatrici di incontro e speranza, la forza della comunità, Bergamo Città del Paesaggio.
Con queste premesse, la decima edizione è dedicata a tutti e al futuro, un’edizione straordinaria
non solo di Landscape Festival ma anche di Green Square, grazie anche alla partecipazione di
Michele De Lucchi. La grande installazione in Piazza Vecchia vede al suo centro un grande tavolo,
fatto di tanti tavoli, in legno massello di essenze pregiate, realizzati dal gruppo de Il Legno dalla
Natura alle Cose e “apparecchiato” con piante autoctone, donate da Ersaf e a disposizione del
pubblico tramite erogazione liberale e animata da una squadra di testimoni e da tanti piccoli e
grandi gesti solidali a favore di una raccolta fondi dedicata ai cittadini e al territorio.
Landscape Festival – I Maestri del Paesaggio 2020: 15 giorni per scoprire, imparare, immergersi
nel paesaggio, in tanti paesaggi possibili. La manifestazione, ideata da Arketipos e promossa da
Comune di Bergamo con Regione Lombardia, grazie a Camera di Commercio e Uniacque con il
sostegno di Fondazione Cariplo, Il Legno dalla Natura alle Cose, Mapei, OBI, e Fondazione
Lombardia per l’Ambiente, è aperta a esperti, operatori, appassionati e vuole essere un’edizione
da ricordare per tanti motivi:
. Green Square reinterpretazione green di Piazza Vecchia;
. Green to the People un giardino dedicato all’incontro tra le persone e tra loro e la natura. Grazie
alla raccolta fondi sarà realizzato il primo progetto di questo nuovo format, ideato da Arketipos,
negli spazi esterni dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII;
. Landscape Webinar lezioni di paesaggio online con i protagonisti delle prime nove edizioni;
. Landscape Call appuntamenti green frutto di una call aperta ai cittadini e al territorio;
. Green Book un libro per raccontare la nascita, la storia e lo sviluppo del Festival attraverso le
prime 10 piazze.
Landscape Festival, nato nel 2011, ha coinvolto nelle prime 9 edizioni oltre 2 milioni di visitatori,
divenendo un polo nazionale e internazionale per il mondo del landscaping e per tutti coloro che
abbiano il desiderio di capire, scoprire, imparare, sperimentare il paesaggio.
Con Nature + Culture = Landscape, la manifestazione, da dieci anni, è portavoce di valori come la
cultura delle comunità, dei luoghi e delle risorse che vengono diffusi e promossi perché il
paesaggio sia sempre più riconosciuto come uno dei fondamenti per lo sviluppo sociale,
economico e urbanistico. La manifestazione ha ricevuto due Medaglie del Presidente della
Repubblica e il Patronato di Regione Lombardia, raggiungendo il quinto posto nella graduatoria
delle manifestazioni di rilevanza regionale.
GREEN SQUARE 2020
È il momento di portare la Natura sul tavolo e affrontare l’argomento seriamente.
Il tavolo è lo strumento che usiamo per mangiare, studiare e lavorare ma è anche l’oggetto su cui
appoggiamo le cose importanti, quelle da avere sott’occhio e non dimenticare. Oggi più che mai la
natura pretende e merita attenzione. Per celebrarla abbiamo realizzato tavolini, tavoletti e
tavoloni con sopra tante piante, quali moniti sinceri per ricordarci di ricordare. I tavoli così allestiti
sono sistemati sulla piazza di Bergamo Alta, uno a fianco all’altro, uno sopra all’altro, uno staccato
dall’altro, così come vogliamo essere noi esseri umani dell’umanità di oggi!
Michele De Lucchi
Tanti tavoli in legno massello apparecchiati con piante autoctone e forestali come olmi, faggi, tigli,
carpini, querce e ciliegi, oltre a 20 alberi di 4-5 metri di altezza posti in grossi vasi con alla base
erbacee perenni: Green Square 2020 si arricchisce grazie alla partecipazione straordinaria di
Michele De Lucchi, architetto e designer di fama internazionale.
L’installazione in Piazza Vecchia, precedentemente affidata a Martin Rein-Cano (che realizzerà il
suo progetto nel 2021) si ispira a valori come la condivisione e la generosità. Protagonista è la
raccolta fondi, espressione dell’aiuto concreto che un’azione culturale può conseguire, realizzata
grazie alle piante, migliori testimoni possibili di storia e di futuro.
Pensieri, aspirazioni e intenzioni che grazie all’architetto De Lucchi prendono la forma di un tavolo,
di tanti tavoli, così, in un periodo tanto drammatico, Landscape Festival elegge il tavolo come
simbolo e “base d’appoggio” per la ripartenza.
Il tavolo è da sempre per l’Italia e per gli italiani il mobile per eccellenza. Intorno al tavolo si
riunisce la famiglia, il tavolo può essere il luogo di lavoro, il tavolo come spazio di convivialità e di
riunione, sopra un tavolo si firma il futuro, da un tavolo si può offrire speranza.
Green Square 2020, come più alta espressione dei valori di Landscape Festival anche quest’anno, o
forse proprio quest’anno, elegge le piante centro dell’installazione, a completamento del tavolo,
un progetto a favore della raccolta fondi, pensato per Bergamo e donato alla città e al suo
territorio.
Michele De Lucchi, matita su carta, progetto per allestimento Piazza Vecchia, Bergamo
www.imaestridelpaesaggio.it
www.imaestridelpaesaggio.it 3
GREEN TO THE PEOPLE
Le piante grandi e piccole, dono di Ersaf e scelte tra specie autoctone e forestali, così come i tavoli
disegnati da Michele De Lucchi e le lampade di Zafferano e LuceIN, diventano l’oggetto della
raccolta fondi volta a finanziare la realizzazione di Green to the People, prima edizione del format
ideato da Arketipos di un giardino dedicato all’incontro tra le persone e tra queste e la natura.
Green to the People #01 sarà realizzato negli spazi esterni dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII,
un’area che assumerà una forte valenza simbolica come memoria della forza e resistenza
dell’istituzione orobica nella lotta alla pandemia e come dimostrazione del valore che gli spazi
urbani e ricreativi assumono per il benessere psicofisico delle persone che li vivono. Le piante
come segno di rinascita, di crescita, di ricordo dei nostri cari, di ricerca di un mondo migliore, così
come i tavoli disegnati dall’architetto De Lucchi e prodotti dal gruppo Il Legno dalla Natura alle
Cose, sono a disposizione, nei giorni del Festival, della cittadinanza, dei turisti e di quanti vorranno
tornare a Bergamo per scoprire o riscoprire la bellezza della città.
Grazie a un’erogazione liberale sarà possibile:
. portare nella propria casa una pianta e il suo certificato con caratteristiche e consigli per il miglior
mantenimento. Verrà chiesto di lasciare una breve testimonianza sul posizionamento scelto e
l’andamento della crescita, in uno scambio proficuo di informazioni sarà possibile, grazie agli
alberi, essere tutti più vicini, in Italia e nel mondo.
. prenotare, per poi ritirare a fine manifestazione, uno dei tavoli in legno massello disegnati da
Michele De Lucchi.
. adottare una pianta a distanza, in questo caso il nome del donatore o di una persona dedicataria
sarà inserito in un grande libro custodito dal Comune di Bergamo.
. acquistare e ritirare una lampada Poldina by Zafferano e LuceIN
. donare tramite bonifico bancario intestato a: Arketipos – Green to the People01
iban: IT17V0326711100000020191067 causale: Green to the People 2020

L’edizione 2020 di Landscape Festival ha un significato particolare: può essere un’occasione per
restituire una dimensione di serenità e normalità alla nostra Bergamo che ha sofferto molto per la
pandemia. È un modo per testimoniare il percorso di rinascita della nostra città, che torna, con le
sue bellezze uniche, a ospitare per il decimo anno questa manifestazione di caratura internazionale
nella quale Regione Lombardia crede molto. Apprezzo il lavoro di Arketipos che ha completamente
reinventato l’evento adattandolo alle nuove esigenze. Sono convinta che il risultato sia ancora una
volta straordinario. Significativa inoltre la raccolta fondi per la realizzazione di Green To The People
un giardino negli spazi esterni dell’ospedale Papa Giovanni XXIII: un riconoscimento al nostro
presidio sanitario e a tutti gli operatori che hanno dato il massimo in questi mesi difficili.
Claudia Maria Terzi, assessore alle infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile di Regione
Lombardia

L’edizione 2020 di Landscape Festival – I Maestri del Paesaggio è diversa da tutte le precedenti. Non
solo per quello che è accaduto a Bergamo nei mesi scorsi, ma anche per le norme sul
distanziamento fisico che ci accompagnano in questa fase di “convivenza” con il virus. Ciò che non
cambia è la qualità della proposta di questa decima edizione del Festival. Resta il focus sul valore
del paesaggio, in cui il verde guadagna anzi un significato speciale, a simboleggiare resilienza e
rinascita. Si vuole rappresentare poi il tema della comunità, simboleggiata dai tavoli che Michele
De Lucchi ha immaginato protagonisti dell’installazione realizzata in Piazza Vecchia e a questo si
aggiunge infine la solidarietà, valore che ha caratterizzato la risposta della città all’emergenza
sanitaria e che in questo caso si traduce in una raccolta fondi a favore di Green to the People, un
giardino dedicato all’incontro tra le persone che sarà realizzato presso l’Ospedale Papa Giovanni
XXIII. Dopo l’emergenza COVID19, abbiamo – forse più di tutti – un desiderio vivo di socialità, di vita
e di bellezza. E Bergamo, assurta a una sfortunata notorietà mondiale, necessita più che mai di
riportare in evidenza il proprio patrimonio storico-culturale e paesaggistico, una ricchezza di
inestimabile valore. Landscape Festival è un tassello di questo grande progetto di rilancio della
nostra città dopo la dolorosa fase dell’emergenza, un’iniziativa culturale dedicata al valore del
paesaggio e proiettata verso la candidatura a Capitale italiana della Cultura 2023, insieme a
Brescia.
Giorgio Gori, sindaco di Bergamo

Annunciare il sostegno della Camera di Commercio alla decima edizione di Landscape Festival è per
noi un grande motivo di soddisfazione. Questa manifestazione mette nel mese di settembre la citt
al centro dell’arte della progettazione del paesaggio e del verde, quest’anno anche come segno di
ripartenza per Bergamo e per i cittadini. Le iniziative rivolte a tutti e la trasformazione di Piazza
Vecchia in chiave verde, aiutano a recuperare i ritmi e a promuovere energia. Il giardino che verr
allestito presso l’Ospedale Giovanni XXIII, grazie alla raccolta fondi, avrà una forte valenza
simbolica come luogo di incontro, memoria, e ogni pianta sarà simbolo di futuro.
Maria Paola Esposito, segretario generale della Camera di Commercio di Bergamo

Il Covid-19 oltre ad averci tolto la salute, ci ha privato di uno dei nostri bisogni primari che è la
necessità di incontrarci. Per questo, anche tra mille difficoltà, quest’anno Landscape Festival – I
Maestri del Paesaggio è presente a Bergamo, con un’edizione straordinaria. Il desiderio e l’impegno
di Arketipos, l’associazione che da dieci anni organizza il Festival, sono quelli di esprimere vicinanza
alla Città e promuovere, come ogni anno, l’importanza dei temi del Paesaggio e dello spazio
pubblico come luogo per stare insieme. Si è pensato, per Green Square, a un allestimento
temporaneo fortemente simbolico in Piazza Vecchia e a un’opera permanente, altrettanto
simbolica, presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII, che abbiamo intitolato Green to the People, che
si dovrà realizzare grazie a una raccolta fondi, che ci auguriamo proficua.
Maurizio Vegini, presidente Arketipos e direttore creativo Landscape Festival

Con i fondi raccolti con questa iniziativa, così sentita dalla città di Bergamo, ci auguriamo di poter
realizzare uno spazio aperto ma protetto, dove pazienti e visitatori possano trascorrere del tempo
di qualità all’aria aperta, nel verde, anche incontrando altre persone, recuperando almeno in parte
quella socialità persa a causa dell’emergenza. Grazie ad Arketipos, Comune di Bergamo e Camera
di Commercio per aver pensato a noi e grazie a chi prenderà parte a questa iniziativa solidale, che
vuole essere anche di buon auspicio per un futuro in cui le persone potranno tornare a trovare
nell’incontro con gli altri e nello stare all’aperto benessere e serenità.
Monica Anna Fumagalli, direttore amministrativo ASST Papa Giovanni XXIII

Uniacque è con grande orgoglio nuovamente a fianco di Arketipos in questa preziosa riscoperta
della bellezza naturale, che quest’anno rappresenta anche un’importante occasione di ripartenza
per il nostro amato territorio, tanto affascinante quanto afflitto dall’emergenza sanitaria. Dopo
mesi difficili, durante i quali abbiamo imparato ad apprezzare la straordinarietà delle cose semplici
come quelle che la natura e il paesaggio ci mettono davanti agli occhi ogni giorno, l’auspicio è che
questa ormai tradizionale manifestazione possa conservare sempre il suo spirito originario e
continuare a farci stupire di ciò che ci circonda. Paesaggio fa rima anche con sostenibilità, un
aspetto centrale nel ruolo chiave che Uniacque svolge nella difesa della bellezza di un territorio che
è patrimonio dei suoi cittadini esattamente come lo è la società stessa, pubblica al cento per cento.
Paolo Franco, presidente Uniacque
Fondazione Cariplo ha voluto contribuire a un progetto che promuove una lettura della cultura del
paesaggio come chiave di coesione sociale: riallacciare e ricreare relazioni di valore attraverso la
progettazione di luoghi aperti.
Paola Brambilla Pievani, Commissione Centrale di Beneficenza – Fondazione Cariplo

EDUCATIONAL
INTERNATIONAL MEETING ONLINE
11, 17 e 18 settembre 2020
International Meeting of the Landscape and Garden diventa digital: tre appuntamenti con i più
noti esponenti del landscaping al mondo, gratuiti e aperti a tutti, fruibili tramite la piattaforma
zoom. Una formula rinnovata che alterna talk a dibattiti e testimonianze video.
. venerdì 11 settembre ore 17.00 > 19.00 (inglese)
con: Martin Rein-Cano, Fergus Garrett, Rainer Schmidt, Charlotte Rowe, modera: Annie Guilfoyle
. giovedì 17 settembre ore 17.00 > 19.00
con: Giulio Senes, Emanuele Bortolotti, Filippo Pizzoni,Marco Bay, modera: Mario Bonicelli
. venerdì 18 settembre ore 17.00 > 19.00 (inglese)
con: Andy Sturgeon, Dan Pearson, Peter Fink, Andrea Cochran, modera: Annie Guilfoyle
*iscrizione obbligatoria

ALPINE SEMINAR
sabato 5 settembre 2020 ore 14.15 > 19.45 . Bibliosteria di Ca’ Berizzi, Corna Imagna, BG
Un incontro dal titolo Resistere, riorganizzare, ripartire, la montagna di fronte alle crisi di ieri e di
oggi, tra limiti e opportunità. Una giornata di approfondimento dedicata all’ecosistema alpino,
organizzata da Stefano D’Adda, Domenico Piazzini e Lucio Brignoli. Con: Annibale Salsa
(antropologo), Marco Cimmino (storico), Giampiero Valoti (studioso di storia locale), Luciano
Bolzoni (architetto) e Antonio Carminati (direttore del Centro Studi Valle Imagna).
*evento gratuito fruibile online tramite zoom
10 posti in presenza disponibili, prenotazione e pre-iscrizione obbligatorie.

UNIVERSITÉ D’ÉTÉ
lunedì 21 settembre 2020 ore 18.00 > 20.15 . Monastero di Astino, Bergamo
Il rapporto fra uomo e natura: dialogo fra diritto e scienza. Una serata di studio e
approfondimento, organizzata da Vittorio Rodeschini, con Maguelonne Dejeant-Pons (Consiglio
d’Europa), Telmo Pievani (Università di Padova), Tullio Scovazzi (Università di Milano), Stefano
Colombo (medico veterinario e microbiologo).
*evento gratuito fruibile online tramite zoom
20 posti in presenza disponibili, prenotazione e pre-iscrizione obbligatorie.

LANDSCAPE CALL
Arketipos, nei mesi scorsi, ha lanciato Landscape Call: un’azione partecipata volta a coinvolgere
attivamente il territorio. Associazioni, artisti, gruppi di privati ed esercizi commerciali sono stati
invitati a presentare la propria proposta green, perché solo grazie all’aiuto di tutti il paesaggio, la
cultura del verde e la sua tutela possono diventare valori realmente diffusi. In programma
allestimenti, tour guidati, incontri, progetti speciali che come parte integrante del calendario del
Festival ne condividono lo scopo benefico supportando la raccolta fondi per la realizzazione di
Green to the People #01.
allestimenti:
Metamorfosi . 5 > 20 09 2020 . Passaggio Torre di Adalberto
Un clima surreale, un’evasione dagli schemi della monotonia per l’allestimento progettato da
Piermario Masotti, Clarissa Menalli, Veronica Prina e Roberta Valeri, studenti di NAD Nuova
Accademia del Design con Hdemy Group. Un ambiente ludico, alieno, onirico, eccentrico, privo di
regole, dove forme e colori distraggono e dominano l’intersezione di aste di legno, manichini
antropomorfi con teste floreali e fili colorati.
Parlami . 5 > 20 09 2020 . Passaggio Torre di Adalberto
Manuel Rosin, garden designer, traendo ispirazione dai valori condivisi da Landscape Festival,
progetta un allestimento green per riqualificare lo spazio urbano proponendo un’integrazione tra
costruito e verde al fine di aumentare la vivibilità del luogo e suscitare nelle persone una nuova
socialità.
VibrAzioni . 5 > 20 09 2020 . Passaggio del Carmine
Un’installazione modulare, immersiva e multisensoriale di fiberart realizzata dall’artista Monica
Paulon. Figure semi trasparenti umano-arboree che accolgono, abbracciano e testimoniano il
soffio vitale stagliandosi numerose e aeree, fluttuando nello spazio accompagnate dalle melodie di
Ezio Bosso ed Emiliano Toso.
Mostre fotografiche . 5 > 20 09 2020 . Portico Palazzo della Ragione
Tre mostre raccontano le passate edizioni del Festival attraverso scatti di fotografi, professionisti e
non, e la città con “Bergamo da vedere”, una raccolta di immagini che ritraggono monumenti,
angoli e scorci. Le foto, in vendita, partecipano alla raccolta fondi per Green to the People #01.
Fragile, maneggiare con cura . 6 > 30 09 2020 . Sala Viscontea
Un progetto espositivo di Pina Inferrera con Cristina Gilda Artese, Paola Suardi, direttrice di
Alterego comunicazione, e Gabriele Rinaldi, Direttore dell’Orto Botanico di Bergamo. Una raccolta
di immagini esprime la delicatezza e l’impalpabilità degli equilibri che regolano il rapporto con la
natura e l’ambiente ma ancor più la fragilità dell’essere umano nel relazionarsi con se stesso e
l’altro. Domenica 6 settembre ore 18.00 inaugurazione, a seguire un incontro con associazione
Phoresta onlus e il direttore dell’Orto Botanico per parlare di temi ambientali e una performance
musicale con Simone Prandin, direttore di Zero Crossing Records, che presenta Fabio Bussola,
talento pluripremiato di chitarra classica.

appuntamenti | prenotazione obbligatoria: www.imaestridelpaesaggio.it
Laboratorio di narrazione . 05 09 2020 ore 16.00 > 18.00 . Portico Palazzo della Ragione
per bambini, prenotazione obbligatoria
Cosa significa scoprire che uno spazio può trasformarsi in qualcos’altro? E scoprire un nuovo
mondo? Con Fabiana Tinaglia scaleremo monumenti, ci addentreremo in un bosco fitto di
emozioni e ci tufferemo in un oceano, scoprendo e riscoprendo la natura attraverso gli occhi dei
protagonisti di storie poetiche.
La Natura ci parla . 05 09 2020 ore 18.00 . Portico Palazzo della Ragione
talk, prenotazione obbligatoria
Amalia Ramona Fumagalli, scrittrice autodidatta, coinvolge il pubblico in uno scambio di opinioni
dedicato alla natura, al rispetto del paesaggio e all’armonia tra uomo e ambiente attraverso la
poesia e il racconto.
Laboratorio creativo . 06 09 2020 ore 10.00 > 11.30 . Portico Palazzo della Ragione
per bambini, prenotazione obbligatoria
Da sempre l’uomo si ispira alla natura per costruire edifici, strumenti, tessuti e opere d’arte e così,
attraverso un viaggio nella biomimesi, con Caterina Francolini, verrà realizzata una piccola opera
d’arte grazie all’osservazione di alcuni frammenti vegetali.
Il parco pubblico in periferia: bretella verde tra passato e presente . 10 09 2020 ore 17.30
visita guidata, prenotazione obbligatoria
Un itinerario per scoprire il Parco Leidi adagiato ai piedi del versante occidentale dei colli di
Bergamo, nel cuore del quartiere di Longuelo, sotto la guida di Tosca Rossi e Terre di Bergamo.
Questa passeggiata si inserisce all’interno di un suggestivo percorso guidato, che tra il nuovo e
l’antico rione interessa delizie, piccole chiese, scalette e rogge.
Un fiore per Bergamo . 11, 12, 13 09 2020 . orari sul sito . Portico Palazzo della Ragione
installazione
Un’installazione floreale collettiva come celebrazione della bellezza della vita e della natura, che
unisce creatività, sensibilità sociale e solidarietà. Un progetto pensato da Silvia Mascheretti di
Scay, Massimiliano Campoli di Myrrha e l’architetto Laura Di Bella e realizzato a più mani. L’opera si
comporrà grazie alla partecipazione di quanti vorranno versare un contributo e acquistare un fiore
posizionandolo sulla struttura. Fiore dopo fiore si comparirà lo skyline della città di Bergamo.
Il ricavato verrà devoluto a sostegno del progetto Green to the People #01.

La fotografia, tra paesaggio urbano, architettura e ambiente . 11 09 2020 ore 21.00
Portico Palazzo della Ragione
talk, prenotazione obbligatoria
Un viaggio per immagini che parte dal territorio fino a raggiungere altri mondi. Comprendere,
documentare, progettare, riflettere, conoscere, formare, indirizzare. Una chiacchierata con Claudio
Argentiero, Presidente di AFI – Archivio Fotografico Italiano, per scoprire le peculiarità della
fotografia nel raccontare e interpretare, partendo dal reportage fino alle immagine d’autore.
Laboratorio itinerante ispirato all’arte e al paesaggio . 12 09 2020 ore 10.00 > 12.00
Portico Palazzo della Ragione
laboratorio per bambini, prenotazione obbligatoria
Una passeggiata con Alberta Colombo per cogliere gli elementi che costruiscono il paesaggio
urbano, cercando il proprio sentire o sentiero, tracciando la propria passerella colorata, tra scorci,
prospettive e punti di vista, per realizzare un quaderno di viaggio, con schizzi, pensieri e materia.
I nostri parchi: un prezioso patrimonio paesistico, storico e culturale. 12, 19 09 2020 ore 15.00
visita guidata, prenotazione obbligatoria
Alla scoperta di Parco Marenzi e Parco Suardi con Associazione Culturale Guide Turistiche Città di
Bergamo. Due parchi cittadini storici, un tempo orti e pertinenze di palazzi nobiliari, oggi giardini
pubblici, due realtà mutevoli che nel tempo si sono trasformate da bene esclusivo a collettivo, per
un percorso che segue le tracce e investiga le conoscenze botaniche che hanno dato origine a
questo prezioso patrimonio paesaggistico.
I colli raccontano . 12, 19 09 2020 ore 16.00
visita guidata, prenotazione obbligatoria
Una passeggiata organizzata da Bergamo Su&Giù che partendo dalla stazione della funicolare di
Città Alta fino a Porta Sant’Alessandro, articola un percorso tra storia e paesaggio, occasione per
scoprire monumenti e chiese, conoscere l’antico sistema delle scalette e del convogliamento
dell’acqua sorgiva e notare piante e arbusti tipici della vegetazione dei colli.
Il verde pubblico strumento di interazione sociale . 18 09 2020 ore 17.30
visita guidata, prenotazione obbligatoria
Percorso guidato alla scoperta degli spazi verdi di Bergamo con Tosca Rossi e Terre di Bergamo: dal
Parco Caprotti di via Torquato Tasso alle aree verdi della Fara e di Sant’Agostino, fino al Parco La
Crotta in Colle Aperto, raggiunta percorrendo via della Boccola.
Fotografia e architettura, oggettività e soggettività nell’arte . 18 09 2020 ore 21.00
Portico Palazzo della Ragione
talk, prenotazione obbligatoria
Un’indagine che lega le due discipline per spiegare come la fotografia si pone al servizio della
progettazione e del costruito in un excursus con l’architetto Giulio Maria Petti che parte dalla
fotografia di interesse formativo per arrivare alla manipolazione grafica dell’arte contemporanea,
riservando uno sguardo alle immagini d’autore.

Home . 19 09 2020 ore 17.00 . Piazza Vecchia
spettacolo di danza
I ballerini di DanzArea, realtà sostenitrice di UNICEF, si esibiscono in una coreografia, firmata
Marcello Algeri, e ispirata a Green Square 2020. Lo spettacolo, diretto da Maria Luisa Rota è
accompagnato dalla voce di Dagmar Segber e dai suoi musicisti.
Arte in erba . 20 09 2020 ore 09.00 > 11.00, 11.30 > 12.30, 14.30 > 16.00
Portico Palazzo della Ragione
per bambini, prenotazione obbligatoria
Un’occasione in cui l’arte si avvicina alla natura, facendo muovere i primi passi verso la sua
bellezza. Durante il laboratorio con carta e acquarelli si sperimenta la disciplina della pittura
botanica guardando da vicino fiori, rami ed erbe che la stagione offre. Questo laboratorio è parte
del programma Fabriano Festival del Disegno 2020.
Laboratorio di esplorazione del tessuto . 20 09 2020 ore 10.00 > 11.30
Portico Palazzo della Ragione
per bambini, prenotazione obbligatoria
Nascondere per vedere meglio, indagare forme e materiali, andare alla scoperta di tessuti naturali
inseguendo la propria sensibilità al colore e alla forma. Un gioco di fili e di intrecci in mezzo alla
natura: con la guida di Cristina Gamberoni, i partecipanti raccoglieranno elementi naturali per
rivestirli e reinterpretarli con tessuti e filati cucendo così il proprio paesaggio.
Arkeobalenus . domenica 20 settembre 13.30, 16.00, 18.00 . Piazza Vecchia
spettacolo
Uno spettacolo di brani cantati e ballati, una favola musicale rivolta a bambini e non solo.
Organizzata da Magico Baule, associazione che forma artisti, cantanti e attori sul territorio
bergamasco, impegnata in progetti di solidarietà e beneficenza, la performance è aperta a tutti e
supporta il progetto Green to the People.
Domeniche per ville, palazzi e castelli . 20 09 2020 ore 14.30, 16.00, 17.30
visite guidate, prenotazione obbligatoria
Nove delle ville private del circuito “Dimore Storiche Bergamo” aprono le porte a visite guidate,
per far conoscere al pubblico i tesori nascosti del territorio.

GREEN DESIGN
Allestimenti green ideati e realizzati ad hoc per dialogare con il contesto ambientale e
architettonico della città, quest’anno con la partecipazione de Il Legno dalla Natura alla Cose.
Ricominciamo dal Legno. Portico Biblioteca Civica Angelo Mai
L’installazione instaura un dialogo proficuo e fecondo con Green Square per un invito a tornare alla
natura, per imparare dal passato e guardare al futuro con consapevolezza. A volte, infatti, per
crescere occorre tornare alle radici delle cose, prenderne tutta la forza e l’energia e convogliarle
verso ciò che concretamente influenza la nostra esistenza. Ricominciare dal legno è questo: è la
natura che chiama e il nostro ingegno che impara ad ascoltarla, a valorizzarla, a renderla risorsa
preziosa nel costruire, nell’abitare.
L’allestimento è a cura di Alberto Basaglia e Natalia Rota Nodari, architetti associati.

GREEN BOOK
Per celebrare la decima edizione, Arketipos presenta il libro Green Square, 10 piazze, 10
interpretazioni di Piazza Vecchia a Bergamo.
Una galleria di immagini, testi, approfondimenti, curiosità e testimonianza per approfondire i
pensieri che, dal 2011 a oggi, hanno guidato le scelte compositive dei progettisti che si sono
confrontati con l’allestimento di Piazza Vecchia, definita da Le Corbusier “la piazza più bella
d’Europa”. Luciano Giubbilei, Piet Oudolf, Lodewijk Baljon, Stefan Tischer, Andy Sturgeon, Peter
Fink, Lucia Nusiner e Michele De Lucchi: paesaggisti, designer, architetti che hanno scelto di
mettersi in gioco per riportare al centro del dialogo sullo sviluppo urbano, l’integrazione tra spazio
antropizzato e paesaggio.
Green Square è, dal 2011, un’occasione di confronto dedicata al significato di “piazza”, luogo
pubblico per eccellenza, cuore della società, punto di incontro e scambio, è un laboratorio aperto
a nuove forme di integrazione urbana, paesaggistica e sociale che, declinandosi in 10 modalit
differenti, ha posto in evidenza negli anni altrettanti temi: dal risparmio idrico al paesaggio
coltivato, dalla vegetazione pioniera alla natura spontanea e all’orto urbano. Idee nate da
progettisti internazionali che, da Olanda, Regno Unito, Germania, Danimarca e Italia, hanno
trovato in Piazza Vecchia un terreno sperimentale, proponendo allestimenti vissuti, toccati, provati
da un grande pubblico proveniente da tutto il mondo.
Green Square è un percorso di sensibilizzazione lungo 10 anni che ha coinvolto amministrazioni
pubbliche, esperti, professionisti, curiosi e appassionati accompagnandoli in una riflessione sulla
necessità di ripensare gli spazi pubblici in un’ottica di fruizione e compenetrazione tra spazio
urbano e natura. Green Square è un progetto Arketipos, a cura di Mario Bonicelli, Corponove
Editrice.

Arketipos è nata nel 2010 per promuovere a livello nazionale e internazionale i temi del paesaggio
attraverso l’organizzazione di Landscape Festival – I Maestri del Paesaggio. Il sogno e l’impegno di
un gruppo di amici, anche grazie alla sensibilità e alla partecipazione dell’amministrazione
comunale di Bergamo, sono diventati realtà e si consolidano, anno dopo anno, come un progetto
riconosciuto in Italia e nel mondo.
Quello che è successo dal 2010 a oggi è che l’ispirazione di Arketipos ha preso forma, prima
concentrando i suoi sforzi nell’organizzazione del Festival e ora nello spingersi ancora più in l
facendo sì che il nostro lavoro sia attivo, condiviso, promosso durante tutto l’anno.
Maurizio Vegini, presidente di Arketipos e direttore creativo Landscape Festival
L’Associazione si pone come obiettivi la promozione, diffusione e valorizzazione della cultura del
paesaggio naturale e antropizzato, al fine di favorire uno sviluppo sostenibile e nel contempo la
crescita delle potenzialità di ogni territorio, attraverso il coinvolgimento delle discipline
dell’architettura del paesaggio, della tutela ambientale e del verde, della creatività e dell’arte e la
formazione delle nuove generazioni di professionisti e cittadini.
Per raggiungere i suoi fini Arketipos si impegna con enti, università, istituzioni, associazioni e
società scientifiche nazionali e internazionali e attiva collaborazioni con aziende e singole
professionalità per favorire la ricerca applicata.
soci:
Maurizio Vegini | presidente e direttore creativo
Renzo Crescini | vice presidente
Lucia Nusiner | segretario
Domenico Piazzini | consigliere
Mario Bonicelli | consigliere
Maurizio Quargnale | consigliere
Vittorio Rodeschini | consigliere
Daniele Simonelli | consigliere
Lucio Brignoli | consigliere
Questa edizione di Landscape Festival ricorda Paolo Bellini, socio di Arketipos dalla sua fondazione
e Giovanni Bana, nostro grande amico.
Landscape Festival – I Maestri del Paesaggio
X edizione
5 > 20 settembre 2020
Bergamo
follow the green
#landscapefestival2020

Landscape Festival è un progetto
con il sostegno di:
Fondazione Cariplo,Mapei, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, ERSAF,
Il Legno dalla Natura alle Cose, OBI, Coplant, Valfredda, Zafferano, LuceIN e Yamme.
media partner:
Abitare, Acer, Architettura del Paesaggio, Bell’Italia, Corriere della Sera (Bergamo)
Dentro Casa, Gardenia, Gardens Illustrated, Il Fotografo, L’Art des Jardins
L&A Landscape Architecture, L’Eco di Bergamo, Orobie, Radio Number One, Topos.

Ciao mi chiamo Arki
cercami in giro per la città e
scopri come partecipare alla
raccolta fondi:
abbiamo bisogno del tuo aiuto

www.imaestridelpaesaggio.it

(Visited 225 times, 1 visits today)