FRA TUTTE LE MENZOGNE, IL TEATRO È QUELLA CHE MENTE MENO IL BINARIO 7 PRESENTA LA STAGIONE 2019/20

Per il terzo anno consecutivo il Binario 7 si presenta al pubblico come l’unico teatro multisala mai
realizzato nella provincia di Monza e Brianza: un primato che il polo culturale monzese si è
conquistato offrendo al pubblico la possibilità di assistere agli spettacoli portati in scena tanto in sala
Picasso, quanto in sala Chaplin. Ma l’anima composita e sfaccettata del Binario 7 si manifesta anche
nella gestione di numerose sale sul territorio della provincia di Monza e Brianza e di Milano: al polo
monzese di via Turati si affiancano il Libero di Milano, il teatro comunale di Nova Milanese, le
rassegne teatrali del Comune di Agrate Brianza e, novità del 2019, di Palazzo Terragni a Lissone.
Non ci si ferma qui, perché alla gestione si affianca l’attività di produzione di nuovi spettacoli teatrali
(saranno tre, per questa stagione) e l’attività di tournée della Compagnia di Teatro Binario 7, che
quest’anno viaggerà per tutto lo Stivale, facendo tappe, tra le altre, all’Elfo Puccini e al Martinitt di
Milano, al Donizetti di Bergamo, al Puccini di Firenze, al Florian di Pescara e al Circolo culturale
trentino.
Ma ora torniamo a Monza. Per la stagione 2019-20 si confermano le rassegne di prosa
Teatro+Tempo Presente, che quest’anno conta 14 spettacoli, e L’altro Binario, con le sue 12
proposte. Sono invece 10 i concerti che costituiranno la rassegna Terra. Musica, voci e paesaggi
sonori, curata dalla direttrice artistica Rachel O’Brien con la collaborazione di EquiVoci Musicali.
Ottava edizione, invece, per la rassegna dedicata ai più piccoli: Teatro+Tempo Famiglie è costituita
quest’anno da 8 spettacoli. Dai bambini agli adolescenti: a loro sono dedicati i 4 titoli di Young Adult,
pensati per avvicinare al mondo del teatro i giovani adulti. Proprio per questo motivo, i quattro
spettacoli proposti da questa stagione entrano a pieno titolo nel cartellone della prosa. Si conferma
anche Teatro+Tempo Eventi, organizzata in occasione di festività e ricorrenze. Torna anche
Teatro+Tempo Ragazzi, la stagione dedicata alle scuole, che l’anno scorso ha potuto contare su oltre
5mila adesioni.
Anche quest’anno vengono proposte al pubblico diverse formule di abbonamento, calibrate per
rispondere al meglio alle esigenze più disparate: e se tutti i dettagli si possono trovare sul sito
binario7.org, tra le varie combinazioni proposte quest’anno la possibilità di comporre il proprio
abbonamento a piacere. Ancora una novità: l’abbonamento Passepartout, che consente di
acquistare biglietti validi per assistere agli spettacoli delle sale del “circuito” Binario 7.

Ovviamente non ci si ferma qui, perché non mancheranno gli approfondimenti serali dei Dialoghi
dell’arte e dei Dialoghi della Storia, previsti a partire dall’anno nuovo, mentre il palinsesto di Radio
Binario 7 continuerà ad arricchirsi, mentre riprenderanno le dirette comiche de Gli Anarchici e le
interviste di Spoiler. Si confermano anche È la stampa, bellezza!, Terzo Binario e Binario Sport.
Non solo rassegne, ma anche la Scuola di teatro Binario 7, quest’anno al suo undicesimo anno di
attività. Sono 45 i corsi di recitazione pronti a prendere il via e 8 i corsi tecnici, a cui si aggiungono
diversi laboratori. Tra le novità spiccano il workshop King/Queen e il corso di scrittura di narrativa a
cura della scrittrice Michela Tilli.
LA STAGIONE
Cuore della nuova stagione le tre produzioni firmate Compagnia Teatro Binario 7.
Jekyll e Hyde ovvero Io e la Bestia (dal 27 novembre al 1° dicembre 2019), tratto dal celebre
romanzo di Robert Louis Stevenson. Cast in via di definizione, ma confermata la presenza di Alessia
Vicardi e di Corrado Accordino, che ne ha curato anche la regia e la drammaturgia. L’intenzione è
quella di raccontare una storia che appartiene a tutti: la storia di un uomo diviso tra la personalit
sociale, con cui si identifica nel mondo, e la personalità interiore e più oscura: due estremi in
continuo, caotico conflitto. Per Teatro+Tempo Presente.
D.A.S. Dai forma al tuo futuro (13 marzo 2020) di Michela Tilli con la regia di Valentina Paiano è
inserito nella rassegna Young Adult. Nel passaggio tra la scuola media e quella superiore gli
adolescenti entrano in contatto con un nuovo mondo, quello adulto, di cui ancora non conoscono le
regole ma nel quale cercano una collocazione: è in questa delicata fase di passaggio che Alice e
Martina si conoscono.
Mister (dal 22 al 24 maggio 2020) rinnova e consolida la collaborazione tra Corrado Accordino e
Marco Ripoldi, volto noto de Il Terzo Segreto di Satira: lo fa per raccontare la storia di un uomo e
della sua vocazione, quella del calcio: una storia che inizia con un pallone sotto il braccio e con i primi
tiri storti in cortile. Lo spettacolo è inserito nella rassegna L’altro Binario ed e prende spunto da una
storia vera.
Ma gli spettacoli sono tanti e le realtà che portano in scena sono le più sfaccettate. Intanto: un
grande artista che a Monza, ancora, non si era mai esibito: Danio Manfredini, tre volte Premio Ubu,
in scena con Vincenzo Del Prete in Vocazione (28 e 29 marzo 2020), il viaggio di un artista di teatro
nelle paure, nei desideri e nelle consapevolezze legate alla pratica del mestiere.
Teatro+Tempo Presente inizia con Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco (19 e 20 ottobre 2019),
che porterà in scena Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello in una prova aperta alla
maniera dei comici, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di
trame, di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.

Torna Massimiliano Loizzi, volto noto del Terzo Segreto di Satira – ma non solo – con il terzo capitolo
de Il Matto. La Terza Repubblica (dal 15 al 17 novembre 2019) sua personale e dissacrante trilogia
sull’Italia e sui morti di stato. Ma non sarà l’unico monologo della stagione: in arrivo anche Tutto
quello che volevo (11 e 12 gennaio 2020), di e con Cinzia Spanò, pronta a vestire i panni della giudice
Paola Di Nicola, celebre per la sua sentenza rivoluzionaria nel processo sulla prostituzione di due
minorenni della Roma bene: scelse di sostituire il risarcimento in denaro con l’acquisto di libri sul
pensiero delle donne. La giudice Di Nicola sarà al Binario 7 sabato 16 novembre 2019 alle ore 15 per
presentare il suo ultimo libro La mia parola contro la sua – Quando il pregiudizio è più importante del
giudizio, frutto della sua ventennale esperienza in magistratura e dello studio di più di 200 sentenze.
Un incontro organizzato dall’Associazione APS ArcoDonna in collaborazione con il Binario 7 aperto a
tutta la cittadinanza.
Anche Anna Paola Vellaccio sarà sola sul palco, quando porterà in scena La chiave dell’ascensore (4 e
5 aprile 2020) di Agota Kristof con allestimento e regia a cura di Fabrizio Arcuri: storia drammatica e
crudele di una donna tenuta sotto sequestro dal marito.
Dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020 l’ultima possibilità di vedere Thanks for vaselina, prima che
Carrozzeria Orfeo lo ritiri dalle scene: grande ritorno al Binario 7 per la compagnia da sempre
impegnata a fotografare senza fronzoli un’umanità socialmente instabile.
Per la prima volta a Monza gli spettacoli di due importanti e innovativi centri di produzione teatrali:
Beata gioventù (15 e 16 febbraio 2020) delle Manifatture Teatrali Milanesi, dedicato alla (difficile)
comunicazione tra genitori e figli, e Supermarket (7 e 8 marzo 2020), musical di Elsinor: saranno
addirittura 9 gli attori sul palco.
E se Amleto Take Away (22 e 23 febbraio 2020), con uno strepitoso Gianranco Berardi (Premio Ubu
2018 come Miglior Attore) si presenta come un affresco tragicomico che gioca sui paradossi, sugli
ossimori e sulle condizioni nel nostro tempo, La donna più grassa del mondo (11 e 12 aprile 2020)
induce a riflettere sulla capacità dell’uomo di immaginare un modo alternativo per raggiungere la
felicità che non lo condanni all’autodistruzione.
Ancora due spettacoli completano la stagione di Teatro+Tempo Presente: Dedalo e Icaro (dall’8 al 10
maggio 2020) profonda riflessione sull’autismo, e La misura eroica (dal 21 al 24 maggio), un percorso
al femminile per la regia di Silvia Giulia Mendola e tratto dall’omonimo romanzo di Andrea
Marcolongo.
Quest’anno, per la prima volta, anche i titoli scelti per la rassegna Young Adult sono inseriti nella
grande stagione della prosa: oltre a D.A.S Dai forma al tuo futuro, in cartellone anche Mai
Generation (24 gennaio 2020), nuova produzione di Oyes, che torna al Binario 7 per parlare agli
adolescenti e al loro desiderio di cambiamento, e The tempest (7 febbraio 2020), in inglese con
ratitoli in italiano, della Dual Band, forti del successo raccolto due anni fa con Midsummer night’s
dream. A chiudere la rassegna Lemon Therapy (28 febbraio 2020), un testo di Chiara Boscaro e
Marco Di Stefano, autori milanesi, già vincitori di diversi premi alla drammaturgia. Uno spettacolo

nato con l’obiettivo di sviscerare un tema poliedrico e ricco di sfumature: la sessualità e l’affettivit
in età adolescenziale. Un lavoro pensato per gli adolescenti ma adatto anche ad un pubblico adulto.
Ad aprire L’altro Binario, la rassegna che animerà la sala Picasso, Il Paese che non c’è con una doppia
data (25 e 26 ottobre): Gianluigi Gherzi e Fabrizio Saccomanno raccontano la storia mitica di un
popolo, quello curdo, con la sua resistenza sulle montagne e in mezzo ai deserti. Il Binario 7 ospiter
poi 4 spettacoli realizzati da realtà attive in altre regioni: dall’Aquila la Compagnia TeatroZeta con
Cronache dalla Shoah (8 novembre 2019), dal Teatro Libero di Palermo Prof! (30 novembre e 1°
dicembre 2019), da Pordenone arriva l’associazione culturale Speakeasy con Senza parlare (21
febbraio 2020) e, ancora, da Albenga Kronoteatro con Il racconto delle cose mai accadute (20 marzo
2020). Spettacolo finalista di In-box 2019, arriva al Binario 7 anche Aplod (17 aprile 2020), una
produzione Fartagnan Teatro. Altri quattro spettacoli daranno spazio ai docenti della Scuola di teatro
Binario 7: Il calapranzi (13 dicembre 2019) per la regia di Luca Spadaro, Grasse risate, lacrime
magre! (7 febbraio 2020) di e con Paolo Faroni e Fabio Paroni e Il piccolo Gavroche (3 aprile 2020)
con Marco Rizzo. Ancora giovani artisti con A braccia aperte (25 gennaio 2020), produzione della
Compagnia Caterpillar. Completa la rassegna I girasoli (6 marzo 2020) per la regia di Elisabetta Ratti
e con Marisa Della Pasqua.

Teatro Binario 7
via Filippo Turati 8, Monza
039 9080016
(Visited 5 times, 1 visits today)