SUPERSTUDIO GROUP presenta SUPERDESIGN SHOW

SUPERSTUDIO GROUP

presenta

Image

Superstudio Più – Via Tortona 27, Milano
Superstudio 13 – Via Forcella 13/Via Bugatti 9, Milano

Press Preview 8 Aprile 2019, ore 10-20 (solo stampa)
9-13 Aprile 2019, ore 10-21 | 14 Aprile 2019, ore 10-18

13.000 mq espositivi, 2 location, 100.000 visitatori e più di 2.000 giornalisti accreditati solo nel 2018. Tutto questo è al SUPERSTUDIO, una delle mete più ambite e visitate della design week milanese, che si avvicina al suo ventesimo anno d’età e che anche quest’anno rinnova totalmente l’evento SUPERDESIGN SHOW, codificando le ultime tendenze e le proposte più significative, con un lavoro di ricerca che dura tutto l’anno.

Dopo aver lanciato il format originale “meno fiera, più museo” all’insegna di qualità ed eccellenza, la prossima edizione del progetto di Gisella Borioli con l’art director Giulio Cappellini, segue la consueta mission ONLY THE BEST con particolare attenzione al tema INNOVATION&TRADITION.

La tradizione, l’heritage, l’artigianato d’autore, le lavorazioni manuali, i materiali organici si accostano all’innovazione e alla tecnologia più spinta con un unico obiettivo: semplificare e rendere più belle, smart, ecosostenibili le nostre case e le nostre città. In apparenza natura e tecnologia, tradizione e innovazione, possono sembrare antitetiche, tutto ruota attorno a questa contrapposizione-tensione che è anche estetica.

Anche la scelta di utilizzare nelle parti comuni del Superdesign Show due colori opposti, il bianco e il nero, riflette il contrasto e al tempo stesso l’interdipendenza, come nella filosofia dello Yin e Yang, non a caso evocata da alcuni espositori del Far East.

Al Superstudio Più, nel padiglione Centrale un percorso tutto bianco e nero ricorda la strada di una metropoli con grande piazza centrale e arcade con eleganti “boutique” in successione. Attorno, edifici indipendenti, padiglioni nazionali, installazioni, mostre tematiche, luci emozionali, contaminazioni con l’arte e la moda.

Furniture ma anche automotive, mostre d’arte immateriali, software 3D, tessuti, raffinata hotellerie, outdoor…

BIG BRANDS BUILD THE FUTURE

Sguardo completamente rivolto al futuro per Lexus International che collabora con il collettivo di visual e media artist Rhizomatiks, conosciuti a livello globale per le loro performance in grandi eventi come Expo 2015, Olimpiadi Rio 2016, Sónar di Barcellona. I visitatori nell’oscurità hanno l’occasione di assistere a un emozionante e coinvolgente spettacolo di luci creato per immergere il pubblico nella vision del brand giapponese sul futuro della mobilità. Contemporaneamente vengono presentati i sei progetti finalisti della settima edizione del Lexus Design Award, progetto che mira a promuovere e supportare le nuove generazioni di creativi, con cerimonia di premiazione lunedì 8 aprile alla presenza di una giuria di esperti e designer di caratura internazionale, tra cuiPaola Antonelli, Senior Curator del Dipartimento di Architettura e Design al MoMA di New York.

La coreana LG Electronics presenta il primo televisore OLED arrotolabile al mondo. Con uno strabiliante design a forma variabile e qualità visive e sonore impareggiabili, permette agli spettatori di progettare lo spazio con maggiore libertà. Nella exhibition “Redefining Space” i visitatori hanno l’occasione di sperimentare un nuovo modo di “guardare” in un ambiente dall’estetica completamente ridefinita, in uno spazio progettato dall’affermato studio internazionale Foster + Partners.

Con “Design in the Age of Experience” quest’anno Dassault Systèmes, società leader di software per la progettazione 3D, rivela come le innovazioni pioneristiche possano portare il cambiamento nelle nostre città e attività quotidiane, nel modo di muoverci e di usare l’energia, creando un mondo più ecosostenibile, forte e autorigenerante. Grazie alla collaborazione con il famoso studio di architettura Morphosis e con il pluripremiato fondatore Thom Mayne (al servizio della presidenza Obama dal 2009 al 2016) e gli architetti Kerenza Harris ed Eric Meyer, Dassault Systèmes mostra in che modo il design thinking può rispondere ai bisogni degli ambienti urbani del XXI secolo.

Image

    A sin. Lexus International, “Leading with Light” by Rhizomatiks; a ds. Dassault Systèmes, “Design in the Age of Experience”, by Morphosis

SUPERHOTEL

 

Quest’anno Giulio Cappellini lancia il progetto speciale SUPERHOTEL, un hotel internazionale ma con profonde radici italiane che mixa prodotti industriali e di alto artigianato creati ad hoc.

Un ristorante con aree differenziate racconta le cucine del mondo, mentre diverse tipologie di suite, una grande lounge ed una palestra completano il progetto. Tecnologia e prodotti si intersecano in modo assolutamente naturale e contemporaneo. A comporre l’hotel ideale e personalizzato i grandi nomi del design italiano, brand e architetti che firmano la migliore produzione.

Partecipano a SUPERHOTEL: Boffi, Caimi Brevetti, Cappellini, cc-tapis, De Padova, Driade, Fazzini, Flaminia, Icone Luce, La Perla Home Collection by Fazzini, LG OLED TV, MDF Italia, Megius, Poltrona Frau, Sicis, Technogym. Con Ronan & Erwan Bouroullec, Antonio Citterio, Tom Dixon, Gillo Dorfles, Shiro Kuramata, Piero Lissoni, Vico Magistretti, Jean-Marie Massaud, Alessandro Mendini, Jasper Morrison, Paola Navone, Nendo, Neri & Hu, Patrick Norguet, Fabio Novembre, Gio Ponti, Philippe Starck, Omi Tahara, Leonardo Talarico, Patricia Urquiola, Marcel Wanders, Norbert Wangen e altri ancora…

Image

    A sin. Technogym, Recline Personal by Antonio Citterio; a ds. MDF Italia

MATERIALI INNOVATIVI E CITTÀ INTELLIGENTI

Material ConneXion Italia, network dedicato ai materiali, nuove tecnologie, design e sostenibilità riconferma la sua presenza al Superdesign Show con tre progetti distinti: Smart City, Materials Village e il progetto speciale “The Beautiful Side of Design”.

La mostra-evento “Smart City: People, Technology & Materials”, curata dall’Architetto Giulio Ceppi, si sposta negli spazi di Superstudio 13, via Forcella 13/via Bugatti 9, e inaugura il 13 marzo, in occasione della Digital Week, proseguendo fino al 14 aprile, giorno conclusivo della Design Week. La mostra, scandita da un ricco calendario di workshop, conferenze e dibattiti, ha come tema guida la “via latina alla smart city”, basato sull’analisi dei cambiamenti che stanno interessando il nostro vivere quotidiano e l’utilizzo della tecnologia come strumento di simbiosi ed empatia.

Materials Village, 6° edizione, posizionato nell’Art Garden e nella Piazza dell’Arte di Superstudio Più, ospita aziende con proposte progettuali e tecnologiche in termini di estetica, sostenibilità, ottimizzazione ed economia circolare. Emozionante l’installazione di 3M in collaborazione con Matteo Thun & Partners per Materials Village: “A Pinnacle of Reflections” è una torre dove i visitatori sono invitati ad entrare in un mondo colorato e caleidoscopio, ispirato alla rarissima farfalla blu, simbolo di trasformazione e innovazione. Il terzo progetto che Material ConneXion Italia presenta al Superstudio Più è “MATERICA The Beautiful Side of Design”, nato dalla collaborazione con Marie Claire Maison.

Sempre in ambito di ricerca dei materiali innovativi Gobbetto stupisce con un progetto architettonico a cura di Giulio Cappellini formato da imponenti portali che segnano un percorso in cui colori e texture dell’azienda diventano protagonisti.

Finsa approda al Superstudio con un’esposizione intitolata “Astral Bodies”, nata dal concept di Enorme Studio e del lavoro dello studio creativo Vitamin-arte. Pannelli in MDF dai colori esuberanti, rivestiti di texture e finiture differenti, diventano “meteoriti” che generano ammirazione e curiosità, dove l’innovativo pannello di fibre di legno Fibracolor è protagonista della mostra.

JAB Anstoetz, storica azienda tedesca tessile nata nel 1946, presenta Climatex, rivoluzionari tessuti, riciclabili ed ecosostenibili, in grado di bilanciare il caldo e il freddo, e assorbire e far evaporare l’umidità.

PNA, con la mostra “#stoneisbetter” concepita da Remigio Architects, racconta la Pietra Naturale Autenticaattraverso un’installazione il cui fascino e forza della natura emergono in un’alternanza di marmi bianchi e cambrian neri, che creano un gioco di illusioni ottiche, quasi un portale spazio temporale.

Image

    A sin. 3M, “A Pinnacle of Reflections” by Matteo Thun & Partners; a ds. Finsa, “Astral Bodies” by Enorme Studio e Vitamin-Arte

PADIGLIONI NAZIONALI E TRASNAZIONALI

Korea Craft & Design Foundation (KCDF) basa il proprio progetto, intitolato “Monochrome Monologue” e promosso dal Governo Coreano, sul concetto di sentimentalismo. Entrando nello spazio bianco e nero, la bellezza del vuoto è la prima a manifestarsi, arricchita dalla presenza di oggettistica e opere artigianali realizzate da 23 artisti nazionali. Con un allestimento lineare e pulito curato dal rinomato art director Kuho Jung, direttore della Seoul Fashion Week, la collettiva vuole dimostrare l’unificazione e l’integrazione delle arti.

Torna al Superstudio Indonesian Contemporary Art and Design by Artura, la prima ed unica mostra annuale che unisce i migliori artisti dell’Indonesia per promuovere la loro sapienza locale e artigianale in un contesto contemporaneo. Nella mostra “Essential Jakarta” sostenuta dal Governo di Jakarta, ogni area dei petali del Kembang Goyang (“fiore danzante”) è un universo interattivo per far conoscere la dinamica e vibrante cultura dell’autoctono popolo batavo.

WORTH Partnership Project, iniziativa finanziata dal programma COSME dell’Unione Europea, presenta 24 prodotti innovativi e dirompenti, nati dal lavoro collettivo di giovani creativi provenienti da diversi stati dell’Unione Europea. WORTH attraverso la creazione di collaborazioni transnazionali tra designer e PMI, sostiene un totale di 150 partnership nel corso di 4 anni di progetto, presentando progetti che spaziano dal mondo del design, a quello del fashion, all’arredamento per la casa.   ……CONTINUA

(Visited 24 times, 1 visits today)