TREEBUTE, a Kind of Green

TREEBUTE, a Kind of Green

Molto più di un’esposizione: un progetto scenotecnico

nel palinsesto della Milano Green Week

Dal 28 al 30 settembre, nelle atmosfere di impatto di una straordinaria location al debutto, dove tutto è green e dove l’aria è purificata, un percorso artistico che racconta con toni inconsueti e tinte da incanto la straordinaria vita degli alberi.

Aperta al pubblico da venerdì 28 settembre (pomeriggio) a domenica 30 settembre, l’installazione ‘TREEBUTE, a kind of Green’, nasce da un’idea di Antonella Ferrara ed è prodotta da Kīdu Creative Creators, che per la prima volta apre le porte di Factory NoLo, la sua nuova location nel cuore del distretto creativo a Nord Est di Milano.

Non solo un progetto scenotecnico teso a stimolare la percezione dei segnali lanciati dalla Natura, ma un vero e proprio tributo all’albero (‘TREEBUTE’), indispensabile alleato nelle sfide per la sostenibilità ambientale e simbolo della prima edizione della Milano Green Week, iniziativa corale che in questo fine settembre propone un rigoglioso susseguirsi di eventi ‘Yes Milano’ sui grandi temi connessi alla (ri)valorizzazione e alla tutela ambientale dislocati a macchia di leopardo nel perimetro cittadino e organizzati autonomamente, sotto l’egida dell’Area Verde, Agricoltura e Arredo Urbano del Comune, da aziende, privati, associazioni e comitati.

Il percorso artistico di TREEBUTE prende il via dall’esposizione di alcuni degli straordinari scatti del fotografo, regista ed esploratore Luca Bracali, tratte dal suo ultimo volume ‘Il respiro della Natura’ (Silvana Editoriale). Otto immagini disposte seguendo un ideale pattern grafico che dall’astratto si fa via via didascalico. Otto finestre spalancate sui più suggestivi angoli green del nostro pianeta.

Bastano pochi passi per calarsi nelle atmosfere di un allestimento pensato per essere vissuto, non solo ammirato. La stessa Factory NoLo, location che lo ospita, garantisce un habitat sano e sostenibile. L’immagine icona dell’esposizione, Il Sorriso della Natura, posizionata all’ingresso di Factory NoLo, racchiude infatti in sé l’innovativa tecnologia theBreath® capace di assorbire aria inquinata per poi rimetterla immediatamente in circolo pulita e purificata.

Prodotto da Anemotech, realtà tutta italiana che progetta soluzioni finalizzate a migliorare la qualità dell’ambiente in cui viviamo, theBreath® è un rivoluzionario tessuto multistrato che contiene un’anima attivata da nano molecole in grado di ‘catturare’ e disgregare le molecole inquinanti. Il tutto sfruttando il flusso naturale dell’aria e quindi non attivato né alimentato da alcuna fonte energetica. Una tecnologia amica dell’ambiente, dalle infinite modalità applicative sia indoor sia outdoor.

Edutainment e innovazione etica trovano un equilibrio lungo tutti i binari espositivi. Tracciando i confini di un corridoio virtuale, sei grandi monoliti in legno, alti tre metri e illuminati, sussurrano la loro storia a chi si avvicina. Sono i capolavori artistici nati dal design dello studio Apeiron e realizzati con alberi già caduti o destinati a essere abbattuti.

Tappa dopo tappa, immagine dopo immagine, il visitatore è accompagnato a immergersi a 360° nei più verdi orizzonti del mondo grazie a una proiezione immersiva ideata da Kīdu Creative Creators e realizzata grazie al supporto tecnico di “Giochi di Luce”, azienda italiana dallo spirito internazionale, leader nella creazione di soluzioni audio e video per eventi. Uno schermo curvo su cui vengono proiettati 6 video in loop dello stesso Luca Bracali: immagini dedicate alla natura e al verde e realizzati con il drone, tecnica che ha consentito a Bracali, nel corso delle sue esplorazioni, di spingersi in luoghi inaccessibili e quindi mai visti.

L’impatto emozionale è totale e Factory NoLo è lo spazio ideale per raccontare questo percorso. Un antico laboratorio artigiano costruito nel 1910, racchiuso tra moderni palazzi, recuperato e rinnovato, che si inserisce perfettamente nel progetto di riqualificazione del quartiere e che promette e permette, con theBreath® non solo metaforicamente, di respirare aria nuova e fresca, anche grazie all’utilizzo di raffrescatori adiabatici, che sfruttano il principio naturale dell’evaporazione per abbassare la temperatura degli ambienti in cui sono installati, in modo ecologico, economico e silenzioso, all’insegna del recupero e sostenibilità ambientale.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Kīdu Creative Creators – Nata come agenzia creativa specializzata sia nella Comunicazione integrata che nell’ideazione, produzione e spettacolarizzazione di eventi, Kīdu è in primis un progetto creativo in continua e costante evoluzione, alla ricerca di clienti/partner che ne condividano philosophy e forma mentis, e si avvicinino al lavoro con la stessa meraviglia, lo stesso entusiasmo e la stessa curiosità che i bambini hanno nei loro occhi.

WE ARE a creative event generator. WE DESIGN show direction and communication. WE TAKE CARE OF production and logistic matters. WE MAKE projects. WE LOVE what we do.

Factory NoLo – E’ luogo di lavoro e al contempo un collettore e booster di energia creativa. È la location ideale e alternativa per organizzare un casting, allestire il set di una videoproduzione o realizzare il proprio evento, ma è soprattutto la culla di un percorso creativo e un nuovo punto di riferimento per il movimento multiculturale di una Milano sempre più di carattere internazionale. Factory NoLo ospita, di volta in volta, readings e presentazioni di libri, mostre d’arte contemporanea e sperimentale, concerti, piece teatrali, rassegne cinematografiche e digital art.

Anemotech srl è una realtà tutta italiana che studia, progetta e sviluppa tecnologie capaci di migliorare la qualità dell’ambiente che ci circonda. La mission: aiutare le persone a vivere in un habitat più sano, sicuro e sostenibile. Nata a Milano nel 2014 e parte integrante del gruppo Ecoprogram, Anemotech ha messo a punto theBreath®, un rivoluzionario materiale tessile, utilizzabile sia outdoor sia indoor, in grado di assorbire e disgregare le sostanze inquinanti dell’aria.

Giochi di Luce – Nata nel 1988, Giochi di Luce ha acquisito negli anni un’esperienza internazionale nel settore degli eventi. La continua innovazione tecnologica e la capacità di integrare tecnica e creatività fanno di Giochi di Luce il partner ideale per qualsiasi tipo di evento. Videoproiezione su grandi schermi e 3D mapping sono la punta di diamante dei servizi offerti, ma Giochi di Luce offre un servizio “chiavi in mano” per eventi aziendali, congressi, concerti, feste e spettacoli di ogni dimensione, offrendo un ventaglio di soluzioni scenografiche con sistemi brevettati e customizzabili, che si possono “cucire” intorno a qualsiasi occasione.

Studio Apeiron – Lo studio si occupa di design, progettazione architettonica e arte contemporanea. Progetta spazi funzionali per ottenere grande comfort ed elevati standard estetici ponendo forte attenzione alla scelta dei materiali: dai legni alle pietre fino ai metalli e alle ceramiche.

Cura della terra, cura delle persone, equa condivisione sono gli ideali che perseguono in ogni loro gesto progettuale. La loro particolarità è quella di aver creato una linea di arredi composta da pezzi unici, in serie limitata o numerata, recuperando alberi destinati ad essere abbattuti o già caduti, fino alla riforestazione di aree dismesse per la compensazione di CO2 emessa in fase di realizzazione dei loro prodotti.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Luca Bracali Luca Bracali, ha viaggiato in 141 paesi, è autore di 13 libri e vincitore di 12 premi in concorsi fotografici internazionali. Dal 2008 è membro di Apec (Association of Polar Early Career Scientists) per i suoi contributi sull’ambiente pubblicati sui media. Nel 2009 è stato l’unico reporter a raggiungere il Polo Nord geografico sugli sci. Nel 2010 Bracali ha debuttato nel mondo della fotografia d’autore e le sue foto sono state esposte, come mostre personali, in musei, gallerie, castelli e piazze cittadine a Roma, Milano, Bologna, Siena, Napoli, Pietrasanta, Sofia, Burgas, Kiev, L’viv, Odessa, Copenaghen, Bruxelles, Akureyri, Yangon, Montreal e New York. La sua vetrina più importante, intitolata “Arctic under attack”, è stata ospitata dal Parlamento europeo nella sua sala espositiva principale nell’aprile 2017. Nel 2011 è diventato presentatore televisivo per un programma di viaggio trasmesso su Sky satellitare. Dal 2011 lavora per Rai 1 come regista televisivo, firmando 210 servizi per il programma settimanale Easy Driver e ultimamente per Rai 2 e Rai 3 come documentarista film-maker. Dal 2008, in qualità di esploratore e narratore, è ospite di oltre 50 programmi e live TG news, trasmessi su tutte le reti Rai. 14 dei suoi reportage sono pubblicati su National Geographic. Dal 2017 diviene ambasciatore dell’associazione no-profit “Salviamo il Pianeta”. Il Minor Planet Center di Cambridge (USA) ha intitolato a suo nome il 198616° asteroide scoperto. Dal 24 settembre in onda su Rai 2 in prima serata insieme a Licia Colò in sei puntate che raccontano il tema della sostenibilità e della Natura.

Antonella Ferrara…Strategic Corporate Advisor, ideatrice e curatrice indipendente di eventi e progetti speciali.

Quindici anni con diversi incarichi nel settore MICE e una profonda conoscenza delle nuove esigenze in ambito CSR delle più importanti aziende italiane. Negli ultimi anni, grazie alla collaborazione con diverse realtà del mondo dell’Arte e della Cultura italiana ed internazionale, e professionisti della fotografia tra cui Luca Bracali, si specializza nell’ intercettare sinergie inesplorate tra il mondo Corporate e il mondo della Cultura, dell’Arte e dell’Ambiente che a suo parere non possono più perdersi di vista….

 

(Visited 39 times, 1 visits today)