CREMA FILM FESTIVAL

CREMA FILM FESTIVAL

I Edizione

25 giugno | 1 luglio 2018

La settima arte si arricchisce di un nuovo appuntamento. Nasce il Crema Film Festival, promosso dall’Associazione Bottesini e ideato dal suo direttore Francesco Daniel Donati, in collaborazione con il Comune di Crema.

L’elegante e tranquilla città, immersa nel cuore della Pianura Padana, sta vivendo un momento unico e irripetibile grazie alla visibilità internazionale del film vincitore di un premio Oscar Call Me by Your Name di Luca Guadagnino. La nascita di un festival di cinema non poteva capitare in un momento più propizio.

È noto il legame di Crema con registi e produttori come Luca Guadagnino, Marco Tullio Giordana, Mirko Locatelli e Pietro Valsecchi, solo per citarne alcuni, e forse non è un caso che molti, originari di questi luoghi o che vi hanno messo radice, abbiano scelto di occuparsi proprio di cinema. La bellezza silenziosa dei palazzi nobiliari e della campagna circostante evoca, a ben vedere, la magia della settima arte nel suo compiersi. L’immaginazione si fa corpo, dalla nebbia alla luce di questa terra vigorosa, dal buio della camera oscura a una festa del Cinema.

Crema Film Festival si propone come un evento di respiro internazionale capace di attrarre personaggi illustri e di fornire un’offerta culturale e d’intrattenimento nuova per i cremaschi e per i turisti, consolidando lo stretto rapporto di Crema con il mondo del cinema.

La manifestazione consiste in una rassegna cinematografica non competitiva, arricchita da eventi collaterali organizzati nei cortili dei palazzi storici e nei luoghi più significativi della città.

Crema Film Festival è idealmente dedicato al cremasco Leonardo Bonzi, personaggio al limite del romanzesco e autore di leggendarie imprese, è stato uno dei primi e più grandi documentaristi italiani del Novecento. Avvocato, scrittore, giornalista, atleta vincitore di medaglie d’oro, campione italiano di tennis, olimpionico nella disciplina sciistica, esploratore a capo di otto spedizioni ai limiti del mondo e pilota di volo con record mondiali. Sposò l’attrice Clara Calamai. Regista di Continente perduto (1955) con cui vinse il Premio Speciale della Giuria al Festival di Cannes e produttore del film La muraglia cinese di Carlo Lizzani, che gli valse il David di Donatello come Miglior Produttore 1958.

DICHIARAZIONE DEL DIRETTORE

“Credo che possa essere una buona occasione per far conoscere un’Italia minore che racchiude molta bellezza, atmosfera e verità. Grazie a Luca Guadagnino, che ho avuto la fortuna di conoscere dal primo momento che è arrivato a Crema molti anni fa, abbiamo beneficiato di scambi culturali che non potevamo né immaginare né sperare. Per questo gli sono molto grato. Con il suo film Luca ha saputo cogliere l’essenza del nostro territorio con una maestria e un gusto straordinari”

Francesco Daniel Donati

DICHIARAZIONE DEL SINDACO DI CREMA

“Siamo emozionati ed orgogliosi di questa proposta estiva che punta a valorizzare il legame della città di Crema con il Cinema. Nato sull’onda della pellicola di Luca Guadagnino, che ha portato a Crema e al Cremasco una notorietà che ci entusiasma e ci spinge a qualificare sempre di più le proposte culturali del Territorio, il Film Festival intende riscoprire anche più antiche relazioni della Città con il Cinema, a partire dalla mitica figura di Leonardo Bonzi, cui espressamente é dedicato il logo dell’iniziativa. Sono grata all’Associazione Bottesini che, sostenuta dal Comune di Crema, con grande e coraggiosa intraprendenza, si è cimentata in questa avventura, che sono certa incontrerà l’interesse e l’attenzione del pubblico, cremasco, ma non solo”.

Stefania Bonaldi

I LUOGHI DEL FESTIVAL

Piazza Duomo è il centro della città e il suo nucleo più antico, frutto della sistemazione urbanistica attuata nel ’400 in età veneziana e omogenea quindi per stile e per forme. Oltre alla cattedrale vi si affacciano i principali edifici civili. Voltando le spalle alla chiesa si ha di fronte il palazzo del Comune, con l’arco del Torrazzo, e sulla destra il Palazzo pretorio (1552-55, rimaneggiato nel XVII e XVIII secolo), con ampio sottopassaggio a volte e il leone della Serenissima ben in vista sulla parete della torre. Affiancato al Duomo è il Palazzo vescovile, realizzato nel 1548-50 su disegno di Pietro Terni, che custodisce dipinti di Palma il Vecchio (Sacra conversazione), Palma il Giovane (S. Girolamo) e del Romanino (Sposalizio della Vergine). Sul lato meridionale la piazza è chiusa da una serie di case porticate tra le quali si aprono angusti passaggi coperti, residui degli antichi accessi al nucleo fortificato della città.

Sulla stessa piazza sorge anche la Sala Ricevimenti del Comune, con i suoi soffitti lignei e la galleria di ritratti di esponenti storici della città.

Il Duomo di Crema è in stile gotico-lombardo e fu costruito tra il 1248 e il 1341. È un edifico imponente, eretto su uno precedente del XII secolo, di cui resta il portale. Ha una bella facciata a vento in cui si aprono bifore e un grande rosone marmoreo.

Il Palazzo Vimercati Donati, dove ha sede l’Associazione Bottesini, è una delle dimore storiche cittadine, ricca di mistero e fascino. Appartenuto fin dal XVII secolo ad alcune tra le più illustri famiglie della città, il palazzo è stato oggetto negli ultimi anni di un’attenta opera di restauro.

La facciata è discreta e armoniosa. Attraverso il portone si accede ad un androne con il soffitto ligneo.
Curioso notare la presenza di una macina da mulino del XIII secolo inserita nella parete dell’androne, forse occultata per nasconderla a qualche confisca e poi dimenticata.

A sinistra del portico si trova lo scalone con soffitto a volta interamente decorato.
Le pitture a calce risalenti ai primi anni dell’Ottocento riportano figure grottesche neoclassiche con elementi vegetali, animali reali e fantastici e strumenti musicali.

Le sale del piano terra si affacciano direttamente sul cortile e sul giardino segreto, ricco di gelsomini e rose, magnolie, giuggiole e ortensie; un salotto alberato cinto da mura in mattoni a vista che ne proteggono l’intimità.

SERATA EVENTO – FESTA ANNI ‘80

sabato 30 giugno 2018

Verrebbe da dire: è tutto vero! Una delle principali caratteristiche del film Call Me by Your Name di Luca Guadagnino è il fatto di aver saputo cogliere le atmosfere di ogni luogo e trasmetterle al pubblico. È anche il caso della scena della festa, durante la quale incominciano le dinamiche sentimentali tra i personaggi coinvolti. Verrebbe da pensare che almeno il set di questa scena sia stato realizzato ad hoc per ricreare le atmosfere di un tempo. E invece tutto esisteva e tutto era già perfetto. Si tratta del Circolo Arci di San Bernardino, un quartiere di Crema. Sul retro di un basso edificio della prima metà del ‘900 appare un cortile, con una pista da ballo d’altri tempi, delimitata da delle quinte in muratura. Tavolini e sedie in ferro battuto bianche, un palchetto per i dj con i vinili o la musica dal vivo. Qui il tempo sembra essersi fermato. Basta qualche luce appesa, il buio, la musica giusta e il gioco è fatto.

Per sabato 30 giugno a partire dalle ore 21.30 fino alle 2 del mattino il Crema Film Festival ha organizzato una festa, aperta al pubblico, per rivivere le atmosfere sognanti del film, compiendo un vero e proprio viaggio nel tempo. L’abbigliamento anni ‘80 sarà d’obbligo e non verranno tralasciati i particolari: i cocktail dell’epoca, il dj con vinile che già suonava in quegli anni e che ha vissuto di persona quella particolare energia.

APERITIVI IN JAZZ

nell’ambito Crema Film Festival

sostenuti da Assessorato alla Cultura del Comune di Crema

Piazza Duomo – Crema

Due appuntamenti di musica sostenuti e promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Crema, con due nuove formazioni guidate da due giovani musicisti: Marta Arpini e Davide Coppo.

sabato 30 giugno 2018, ore 19

Forest Light

Marta Arpini – voce, composizioni

Eduardo Cardinho – vibrafono

Massimo Imperatore – chitarra

Mauro Cottone – contrabbasso

Giacomo Camilletti – batteria
con il supporto: Ad Melius – Tecnocasa Crema – Crema Music Store
sponsor tecnico: Rebelot


domenica 1 luglio 2018, ore 19

Piazza Duomo – Crema

Em.kus jazz quartet

Jossy Botte – sax

Davide Coppo – chitarra

Stefano Zambon – contrabbasso

Luca Bongiovanni – batteria

con il supporto Fab Italy Design

 

Informazioni  al pubblico              info@associazionebottesini.com

Ingresso al pubblico                    https://www.clappit.com/biglietti-crema-film-festival/showProductList.html

CREMA FILM FESTIVAL è realizzato in collaborazione con il Comune di Crema

CREMA FILM FESTIVAL ha il patrocinio del Comune di Crema

CREMA FILM FESTIVAL è realizzato in media partnership con Crema Film Commission e Lombardia Film Commissio

MAIN SPONSOR: Nashi Argan, Gelateria Bandirali e Silver Auto

ALTRI SPONSOR E COLLABORAZIONI: Relais Vimercati/B&B San Clemente, Associazione Civitas, Associazione Rinascimenti, vivaio Non Solo Verde

 INFO
www.cremafilmfestival.it 

 

 

 

 

(Visited 22 times, 1 visits today)