WOPART Work on Paper Art Fair Centro Esposizioni Lugano 

 

Dal 15 al 17 settembre 2017

torna l’appuntamento con

WOPART – Work on Paper Art Fair

Alla seconda edizione la fiera internazionale d’arte

 dedicata alle opere su carta:

più di settanta gallerie da tutto il mondo

al Centro Esposizioni Lugano 

Dal 15 al 17 settembre 2017 (14 settembre preview su invito) il Centro Esposizioni Lugano ospita la seconda edizione di WOPART – Work on Paper Art Fair, la fiera internazionale interamente dedicata alle opere d’arte su carta, diretta da Luigi Belluzzi.

75 gallerie provenienti da 14 paesi – selezionate da un comitato scientifico presieduto da Giandomenico Di Marzio, giornalista, critico e curatore d’arte contemporanea e da Paolo Manazza, pittore e giornalista specializzato in economia dell’arte – presenteranno un ampio panorama di opere realizzate esclusivamente su supporto cartaceo: dal disegno antico (Raffaello Sanzio, Guercino, Salvator Rosa, Giuseppe Maria Crespi…) alla stampa moderna (Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Karel Appel, Asger Jorn…), dal libro d’artista (Enrico Baj, Giulio Paolini, Emilio Isgrò…) alla fotografia d’autore (Ai Wei Wei, Mario Cresci, Edward Quinn…), dall’acquerello (Pierre August Renoir, Fernand Leger, Francis Picabia, Giorgio Morandi…), alle stampe orientali fino alle carte di artisti moderni contemporanei (Gustav Klimt, Pablo Picasso, Bruno Munari, Joan Mirò, Carol Rama, Mario Merz, Joseph Kosut, Alex Katz, Francesco Clemente, Vito Acconci…), con uno sguardo trasversale su tecniche, linguaggi ed epoche.

Dopo il successo della prima edizione, torna quindi un appuntamento importante per approfondire la conoscenza e il mercato delle opere d’arte su carta, nicchia che sta conquistando a livello globale un sempre maggior interesse da parte di addetti ai lavori, collezionisti e appassionati, per la relativa accessibilità dei prezzi (per esempio, nel 2016, solo per il contemporaneo più del 60% dei disegni venduti aveva un costo sotto i 5.000 $, portando sul mercato opere di artisti noti a una soglia molto più bassa delle loro normali quotazioni) e per l’ampiezza dell’offerta, legata alla crescente popolarità del medium della fotografia e alla rivalutazione della stampa d’arte.

E proprio per dare strumenti e occasioni di approfondimento sul settore nelle sue varie sfaccettature e sui temi di maggiore attualità, WOPART offre un ricco programma di eventi collaterali, dentro e fuori dai padiglioni fieristici.

Nel calendario degli appuntamenti ospitati all’interno del Centro Esposizioni Lugano si segnalano i WOPART/TALK: conversazioni, interviste e lectio magistralis con artisti, critici e storici dell’arte,consulenti e specialisti di investimenti in arte – dagli artisti Paolo Canevari, Emilio Isgrò, Joseph Kosuth, ai collezionisti Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e Massimo Prelz Oltramonti, agli studiosi come il neuroscienzato Edoardo Boncinelli e la filosofa Lina Bertola – per conoscere dalla viva voce dei protagonisti internazionali del mondo e del mercato dell’arte le loro esperienze, i loro percorsi e i loro studi. Anche quest’anno i WOPART/TALK saranno trasmessi in streaming sul sito della manifestazione (www.wopart.eu).

Inoltre, in un’area strettamente riservata WOPART lancia il nuovo servizio ART ADVISORY, affidato a specialisti del Private Banking, per offrire una consulenza personalizzata a chi già colleziona ma soprattutto a chi, affascinato dall’arte, non si sa orientare in fiera o desidera una consulenza su misura sui vari aspetti del collezionismo: economici, legali, fiscali e assicurativi.

Integrano il progetto espositivo della fiera quattro focus espositivi, sempre all’interno dei padiglioni fieristici: la mostra fotografica 1930 – 1970: la fotografia d’avanguardia in Italia della collezione Prelz Oltramonti, a cura di Walter Guadagnini e di CAMERA, Centro Italiano per la Fotografia di Torino; la mostra I mille volti del kabuki, che presenta una raccolta di stampe ukiyo-e provenienti dal Museo delle Culture di Lugano; Arte di Carta e d’Azione, una mostra di opere su carta e libri d’artista provenienti dalle collezioni del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato; e infine Storie rosse, un’installazione storica dell’artista della cancellatura, Emilio Isgrò: un portfolio di dieci serigrafie più colophon, con presentazione di Tommaso Trini, edite nel 1974 dal gallerista Nino Soldano. Nelle settimane precedenti la fiera, in via Nassa a Lugano, tre installazioni di Container Lab anticiperanno l’edizione 2017 di WOPART

WOPART è organizzata da Lobo Swiss, col patrocinio della Città di Lugano e di Biennale del Disegno di Rimini, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia di Torino, SBF+ Associazione dei fotografi professionisti e fotodesigner svizzeri e Visarte. Sponsor di WOPART 2017 sono: ARGOS Wealth Administration, Etihad Regional, The View Lugano. Official Wine: Consorzio Franciacorta. Main media partner: La Lettura-Corriere della Sera. Media partner: ArtsLife, Ticino Welcome, Corriere del Ticino, Giornale del Popolo, Tele Ticino, Radio 3i, Ticino News, Exibart, AI Magazine e Frattura Scomposta. Sponsor Tecnici: Lugano Airport, BIG Broker Insurance Group – Ciaccio Arte, Simonetta Rota, Colombo Experience, Petra Peter.

 

 

 

(Visited 40 times, 1 visits today)