ARTE FIERA BOLOGNA

15241966_10154000424985785_6287044617056710590_n

ARTE FIERA
27 – 30 gennaio 2017
DIRETTA DA ANGELA VETTESE, TANTE LE NOVITAʼ DELLA 41ESIMA EDIZIONE
MAIN SECTION, SOLO SHOW, NUEVA VISTA, FOTOGRAFIA E SPECIAL PROJECTS
RASSEGNE CURATORIALI PER ART CITY POLIS
178 espositori totali, 153 le gallerie:
qualità del progetto espositivo, sezioni curatoriali, sguardo ai nuovi mercati
Al via, dal 27 al 30 gennaio 2017, la più importante kermesse di arte moderna e
contemporanea dʼItalia nei padiglioni di BolognaFiere: Arte Fiera inaugura la 41esima edizione con
la nuova direzione artistica di Angela Vettese. Sono 178 gli espositori complessivi di cui 153 gallerie e
25 fra editori, librerie, istituzioni e periodici dʼarte. Curatela e mercato le parole chiave dellʼedizione
2017 con una selezione delle gallerie che punta sulla qualità, ma non solo: attenzione alla coerenza del
progetto espositivo e a nuove realtà artistiche che si affacciano sul mercato; interesse curatoriale dei
progetti presentati e sguardo attento alle produzioni indipendenti.
Nuova anche la veste grafica, affidata ad Andrea Lancellotti dello Studio Lancellotti, che mette in
evidenza ciò che da sempre contraddistingue il fare artistico: da un lato la natura nelle sue molteplici
forme, dall’altro la capacità umana di circoscriverla e ripensarla, accettandone con flessibilità mentale
anche i lati più perturbanti.

LE SEZIONI
Arte Fiera 2017 si sviluppa nei padiglioni 25 e 26 del Quartiere fieristico di Bologna, in cui si articola la
proposta delle gallerie con una voluta commistione di moderno e contemporaneo – senza rispettare
alcuna rigida divisione tra i due periodi – di collettive e solo show.
In questa 41esima edizione, che rinnova la partnership storica con la Associazione Italiana delle
Gallerie di Arte Moderna e Contemporanea, sono previste una MAIN SECTION (123 gallerie) e una
serie di SOLO SHOW (18 gallerie), scelte entrambe dal direttore artistico e da un Comitato di selezione
composito. I galleristi coinvolti nel Comitato, equamente distribuiti per i loro interessi nel moderno e nel
contemporaneo nonché per la loro provenienza territoriale, sono: Laura Trisorio, Studio Trisorio,
Napoli; Marco Niccoli, Galleria Niccoli, Parma; Massimo Di Carlo, Galleria dello Scudo, Verona,
Alessandra Bonomo, Galleria Alessandra Bonomo, Roma. A ulteriore garanzia della qualità delle
proposte, sono state coinvolte figure estranee al mercato dell’arte: il curatore Roberto Pinto (Docente
di Storia dellʼArte Contemporanea, Università di Bologna) e la storica dell’arte Maria Grazia Messina
(Docente di Storia dellʼArte Contemporanea, Università di Firenze e Presidente del Comitato Tecnico
Consultivo Arte e Architettura contemporanee Periferie Urbane, Ministero dei Beni Culturali e del
Turismo).
Arte Fiera è completata da una piccola sezione di nuove proposte a cura di Simone Frangi, intitolata
NUEVA VISTA (3 gallerie) e dedicata ad artisti meritevoli di una rilettura critica, non necessariamente
giovani: Nueva Vista è pensata, infatti, per mettere a fuoco, allʼinterno di una fiera commerciale, il punto
di equilibrio tra discorsività e vendibilità di ricerche artistiche emergenti. Una sezione volutamente
ristretta – solo tre gallerie – per riconoscere lo sforzo che unisce la passione nel cercare l’inedito con
quello di proporlo sul mercato.
Viene presentata anche una sezione di FOTOGRAFIA (9 gallerie), curata da Angela Vettese, in cui si
è deciso di focalizzarsi sulla tecnica, per indagare qual è – se c’è – il confine che separa lʼartistafotografo
da tutti coloro che possiedono uno smart device e si sentono fotografi.
E ancora, una nuova sezione dal titolo SPECIAL PROJECTS, a cura di Chiara Vecchiarelli, che porta la performance in Fiera, al MAMbo e nei musei bolognesi, articolata in Time Specific Artist Lectures,
che declinano il rapporto tra il contemporaneo e la storia dell’arte proponendo un dialogo temporale tra
opere e una serie di Site Specific Artist Lectures, in cui il dialogo si tiene, invece, tra le opere e le
collezioni dei musei scientifici della città.
UN NUOVO SGUARDO AL MONDO INDIPENDENTE a cura di Master in Photography
Arte Fiera 2017 intraprende un esperimento che mette in luce il mondo indipendente della fotografia e
dellʼarte, nel tentativo di non tracciare un confine tra le discipline ma di trovare, tra queste, uno spazio di
condivisione. Lʼesperimento intende proporre allʼinterno di una consolidata fiera dʼarte un momento
dedicato alla produzione e alla discussione rivolta a esperti del settore, autori e studenti.
Il pensiero che orienta lo sguardo a questo settore della produzione, allʼinterno del mondo dellʼarte,
della fotografia e dellʼeditoria, è guidato dallʼidea che nella storia più recente buona parte del dibattito
provenga dagli spazi indipendenti e underground. Per cercare di trasformare questa posizione in un
prodotto visibile con il quale il pubblico possa interagire, Arte Fiera – in stretta collaborazione con
Master in Photography che ha sviluppato il progetto – ha scelto quattro momenti.
Mostra GENDA – THE BODY AS PACKAGING: Genda è un progetto editoriale indipendente e
curatoriale, è una rivista con una doppia redazione in Italia e in Cina, edito da A+Mbookstore; raccoglie
contributi di artisti cinesi e occidentali nella ricerca di produrre e verificare lʼesistenza di un reciproco
dialogo. In questo spazio, anche AGENDA INDEPENDENT a cura di Benedetta Pomini, una mostra
che nasce dallʼincontro tra alcune gallerie italiane ed internazionali, accomunate da una stessa
particolare sensibilità ed attenzione nei confronti della fotografia e dei suoi recenti sviluppi.
Ad accogliere i visitatori di Arte Fiera 2017 PRINTVILLE, il bookshop curato da A+Mbookstore e
Humboldt che intende mostrare le produzioni contemporanee italiane e straniere più attuali nel mondo
dellʼarte e della fotografia, produzioni che provengono per la maggior parte da editori indipendenti che,
in genere, lavorano in piccoli team e con tirature di stampa che raggiungono al massimo i 500
esemplari. Uno spazio innovativo che propone libri rari, da consultare, e remainder provenienti dalla
libreria König di Colonia, accanto a una scelta più consueta di libri e cataloghi d’arte.

TALKS
Autori, curatori, editori, galleristi e collezionisti discutono la questione del progetto contemporaneo e di
come le collaborazioni, le traduzioni e i linguaggi della produzione indipendente hanno trovato spazio
allʼinterno delle istituzioni e del mercato.
PREMI
Il Gruppo Euromobil, main sponsor di Arte Fiera, promuove la 11esima edizione del Premio Euromobil
under 30 riservato agli artisti presentati dalle gallerie della Fiera. Il Premio della Giuria di Esperti sar
assegnato sabato 28 gennaio alle ore 16. Un secondo riconoscimento verrà attribuito, direttamente dal
pubblico (Premio Speciale del Pubblico), allʼopera (e quindi allʼartista) che avrà ottenuto il maggior
numero di voti dai visitatori di Arte Fiera sommati ai voti che chiunque potrà esprimere, visionando le
immagini delle opere in concorso pubblicate sul sito www.gruppoeuromobil.com.
Alla terza edizione, torna il Premio della Fondazione Videoinsight® assegnato da Rebecca Russo,
Presidente della Fondazione Videoinsight, la cui premiazione si terrà sabato 28 gennaio dalle ore
17.30 alle 19, in Sala Melodia al Centro servizi.
Allʼinstallazione più creativa presentata ad Arte Fiera 2017 è dedicata la sesta edizione del Premio
Rotary Valle del Samoggia, la cui premiazione si svolgerà sabato 28 gennaio 2017 alle ore 18, presso
il Centro Servizi.
Il premio #ContemporaryYoung, lanciato dai Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna, è lʼiniziativa
aperta a tutti gli artisti under 35 presenti ad Arte Fiera 2017 che hanno realizzato unʼopera dedicata al
tema Art is Work – Is Work Art? LʼArte è Lavoro – il Lavoro è Arte?. Il premio è rappresentato
dallʼacquisto dellʼopera vincitrice che entrerà a far parte della collezione dei Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna. Il vincitore verrà proclamato venerdì pomeriggio alle ore 17.30 presso la sala
Ouverture, Blocco D del Centro Servizi.
ART CITY Bologna
Accanto allʼofferta espositiva di Arte Fiera 2017, da venerdì 27 a domenica 29 gennaio la città torner
protagonista per la quinta edizione di ART CITY Bologna, il programma di mostre, eventi e iniziative
culturali nato dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere per offrire nuove opportunit
di scoperta e conoscenza del patrimonio artistico diffuso attraverso la contaminazione con il
contemporaneo.
Nel 2017 ART CITY Bologna innova la propria formula progettuale con la nuova sezione ART CITY
intitolata Polis, coordinata dalla Istituzione Bologna Musei, sostenuta e proposta da Arte Fiera con
l’intento di promuovere rassegne e interventi di artisti contemporanei specificamente concepiti in
dialogo con le caratteristiche peculiari degli spazi espositivi e dei luoghi storici in cui si inseriscono. Ne
sono parte mostre ed eventi che si interrogano a vario titolo sui temi della convivenza, della nuova
identità delle città italiane, della necessità di concepire, anche attraverso l’arte, una nuova sensibilit
civica.
Le iniziative di ART CITY Polis si terranno in Fiera e in Città, attivando così un dialogo ancora più
serrato. Tra le iniziative in programma ricordiamo in Fiera l’esposizione fotografica Genda, in
collaborazione con il Master in fotografia dell’università IUAV di Venezia; presso il Museo Civico
Archeologico – Istituzione Bologna Musei la mostra di film che rivisitano l’identità nazionale Viva
l’Italia a cura di Mark Nash; nei musei scientifici della città, al museo MAMbo e in fiera il programma
Special Projects: Time Specific Artist Lectures, Site Specific Artist Lectures a cura di Chiara
Vecchiarelli; la rassegna di video documentari Corpo Sensibile di giovani artisti italiani a cura di
Marco Bertozzi.
Numerose altre iniziative saranno proposte dai musei cittadini e da soggetti privati quali l’Opificio
Golinelli e il MAST.
Come di consueto, inoltre, in occasione di ART CITY Bologna le energie creative di istituzioni, enti
pubblici e operatori culturali sono coordinate in un virtuoso sistema di rete integrata che anima una
programmazione culturale di alto profilo qualitativo. È confermata la prioritaria attenzione verso
l’accessibilità ai luoghi di ART CITY Bologna attraverso la linea del trasporto pubblico locale ART CITY
Bus, la guida tascabile ART CITY Map con le informazioni utili sugli eventi in programma, e
l’ampliamento degli orari di apertura. Per favorire un avvicinamento ai linguaggi dell’arte contemporanea
da parte di pubblici eterogenei saranno inoltre disponibili strumenti di mediazione come la diffusione di
materiali informativi, servizi di prima accoglienza e orientamento divulgativo a cura di operatori didattici
e attività di edutainment rivolte ai bambini con il programma ART CITY Children.
Sabato 28 gennaio torna lʼArt City White Night, la Notte bianca dellʼArte con centinaia di iniziative e
migliaia di visitatori in città per una notte dedicata allʼarte unica in Italia.
Il programma completo degli eventi è disponibile sui siti web www.bolognagendacultura.it e
www.artefiera.it.
VIVA LʼITALIA a cura di Mark Nash
Una rassegna cinematografica al Museo Civico Archeologico – Istituzione Bologna Musei: una serie di
proiezioni di lungometraggi che fanno riferimento allʼ“Italia”, come a una sorta di significante all’interno
di una cornice psico-geografica.
I film selezionati presentano e criticano in particolare mitologie in cui si manifesta l’“Italia”. Non l’Italia da
unificare in fretta di Viva LʼItalia di Roberto Rossellini (1961), ma l’Italia della fine degli anni ’60 e
dell’inizio degli anni ’70 di Bertolucci, Pasolini e altri, quando gli eventi di Parigi del 1968 erano ancora
molto attuali. Questi film affrontano i conflitti politici, sociali e personali con un approccio inedito.
SPECIAL PROJECTS: TIME SPECIFIC ARTIST LECTURES, SITE SPECIFIC ARTIST LECTURES
a cura di Chiara Vechiarelli
Il programma Time Specific Artist Lectures, Site Specific Artist Lectures porta l’esperienza dell’artist
lecture a Bologna, presentando una serie di performance articolate Time Specific Artist Lectures,
ovvero performance specifiche al tempo, che giocano sul rapporto tra il contemporaneo e la storia dell’arte e Site Specific Artist Lectures, performance specifiche al luogo che entrano in dialogo con le
collezioni, i luoghi e i dispositivi di organizzazione del sapere dei musei scientifici della città per cercare,
e in ultima istanza rendere tangibile, il punto di indecidibilità tra discorso e immagine.
CORPO SENSIBILE a cura di Marco Bertozzi
Una rassegna di giovani artisti italiani: un focus sulle forme al confine fra video-arte e cinema
documentario. Corpo sensibile mira anche a ricomporre un campo generazionale comune. Gli artisti
proposti – dopo un eterogeneo periodo di formazione in Italia – sono trentenni che stanno vivendo una
dimensione internazionale, segnata da residenze e collaborazioni capaci di ibridare poetiche e
linguaggi dellʼarte contemporanea: per partecipare, indistintamente, a festival di cinema o a momenti
espositivi in musei o gallerie, nei più classici canali distributivi dellʼarte visiva.
RAI – MAIN MEDIA PARTENRSHIP
La La Rai rinnova la Media Partnership con Arte Fiera, forte dei risultati per la collaborazione avviata
nel 2015 e proseguita lo scorso anno. Rai News 24, Radio 1 e Radio 3 seguiranno la manifestazione
con le loro redazioni con dirette ed approfondimenti.
LA COLLECTORSʼ LOUNGE DI ARTE FIERA CON ARTPRICE.COM
Rinnovata per il terzo anno consecutivo la media partnership con Artprice.com che gestisce la
ʻCollectorsʼ Loungeʼ, uno spazio pensato per dare risposte concrete e immediate alle domande
complesse e sempre più specifiche dei molti collezionisti internazionali presenti ad Arte Fiera.
Tramite postazioni con accesso alla banca dati di Artprice.com, i collezionisti potranno confrontarsi con
le istanze del mercato internazionale dellʼarte in continua crescita. Grazie al supporto messo a
disposizione da Artprice.com, i collezionisti avranno libero accesso a dati e informazioni, quotazioni
degli artisti presenti in fiera, valore e oscillazioni di prezzo di specifiche opere e strumenti di supporto
decisionale sotto forma di grafici e analisi del mercato degli artisti. I Personal Curator presenti
creeranno, su richiesta, percorsi di visita personalizzati, selezionati in base alle preferenze del
visitatore.
SPONSOR E PARTNER
Main sponsor dellʼedizione 2017 di Arte Fiera è il Gruppo Euromobil con le associate Zalf, Euromobil
e Désirée.
Partner del Collectors Programme è Intesa Sanpaolo Private Banking.
Official car è Citroën, Autopiù.
Leucos è partner tecnico del bookshop Printville.
INFO E PRENOTAZIONI
tel. +39 051 282111

ORARI
da venerdì 27 a domenica 29 dalle 11 alle 19
lunedì 30 gennaio dalle 11 alle 17
INGRESSO
Ovest Costituzione
DIGITAL KIT ARTEFIERA 2017
Website: www.artefiera.it
Facebook.com /artefiera Twitter.com /artefiera Instagram /artefiera_bologna
YouTube /http://bit.ly/11qM4ni
hashtag ufficiale di manifestazione: #artefiera

 

(Visited 18 times, 1 visits today)