LITTA LIVE cinema, musica e design

Milano 6-8 ottobre 2016 dalle h 18 all’1:

3 pomeriggi, sere e notti 

di cinema, musica e design

con ingresso gratuito a Palazzo Litta in Corso Magenta, 24

Il Segretariato Regionale MiBACT per la Lombardia, promuove tre giorni di eventi ad ingresso gratuito a  Palazzo Litta, storico e amato palazzo milanese sede degli Uffici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con Milano Film Festival e con Mosca Partners nell’ambito di Design City Milano, con il sostegno di Iper e del Touring Club Italiano.

Gli interni e gli esterni, i cosiddetti spazi nobili di rilevante interesse e valore artistico ed architettonico, saranno lo scenario per una tre giorni di cinema, musica e design dal 6 all’8 ottobre. “LittALIVE non intende rimanere un’iniziativa estemporanea,” auspica Marco Minoja, Segretario Regionale, “ci piace immaginarla come prova generale di un progetto culturale che intende far rivivere Palazzo Litta – non è un caso il titolo scelto per la manifestazione -, i suoi cortili, le sue sale affrescate e scenografiche, aprendo le porte alla città, alla sua vivacità propositiva e differenziata, creando connessioni tra i soggetti che operano sulla scena culturale milanese; in questa chiave la collaborazione tra pubblico e privato può senz’altro contribuire a rendere Milano e le sue bellezze accessibili a tutti”.

Il programma è denso e intenso.

Nel Cortile d’Onore Milano Film Festival presenta The Iconic Edition, uno spin off a tema sulle icone del rock che hanno influenzato l’immaginario contemporaneo.

Prima e dopo le proiezioni, protagonista è la musica: in apertura di serata ci saranno i Comizi d’amore, sperimentazioni musicali-cinematografiche a cura del Dj e produttore Stefano Ghittoni che, mescolando dialoghi da film e canzoni, inventa nuove forme d’ascolto che emozionano; a conclusione, avviandosi verso la notte, si balla su sperimentazioni audiovisive con ospiti e curatori d’eccezione, come l’eclettico musicista e filmaker Vincent Moon che torna a Milano in una data unica per una performance in solo di Live Cinema; venerdì e sabato, invece, Palazzo Litta sarà pervaso dalle sonorità elettroniche e visive dei live set curati da NUL.

Nelle sale del Palazzo la performance Strawberry Fields Forever a cura di Mosca Partners, inserita nel contesto cittadino di Design City Milano, accompagnerà il pubblico alla scoperta delle meravigliose stanze del piano nobile grazie a “una mostra molto piccola” di Mario Trimarchi con contributi di Francesco Binfarè, Michele De Lucchi, Francesco Faccin e Odo Fioravanti; performance giovedì 6 ottobre ore 18.30 su invito – rsvp info@moscapartners.it, visitabile tutte le sere di apertura.

Nella Sala degli Specchi si potrà inoltre ammirare il recente restauro, reso possibile grazie al mecenatismo dello studio legale Dentons, di tre tele sopraporta attribuite all’artista milanese Ferdinando Porta.

Tre giorni a ingresso gratuito in orari di apertura non consueti per traversare, riscoprire e rivivere uno dei cortili e gli spazi nobili più suggestivi della città accompagnati da note, visioni, mostre, performance.

THE ICONIC EDITION

Milano Film Festival, coerentemente con il proprio spirito di riscoperta dei luoghi della cultura, accoglie l’invito di Palazzo Litta prendendo parte a “LittaLive” con uno spin off  a tema sulle icone del rock: “The Iconic Edition”. Un percorso di tre giorni, a ingresso gratuito, tra musica e cinema.

Dalle ore 19:00 alle ore 20:30, Comizi d’amore con le sperimentazioni musicali-cinematografiche a cura del Dj e produttore Stefano Ghittoni (Schema Records, The Dining Rooms, Radio Popolare), mescolando dialoghi da film e canzoni inviteranno a nuove forme emotive d’ascolto.

Alle ore 21:00 tre grandi film dedicati ad icone della musica contemporanea. Giovedì 6, Gimme Danger  di Jim Jarmusch dedicato a Iggy Pop e ai The Stooges. Dopo l’anteprima italiana sold-out avvenuta alla 21° edizione del Milano Film Festival, una riproposta per il pubblico milanese per celebrare insieme anche un altro anniversario, quello della musica punk.

Venerdì 7, The Man Who Fell to the Earth di Nicolas Roeg con David Bowie. A quarant’anni dalla prima proiezione nel 1976, uno dei più celebri film di fantascienza interpretato da un’icona dell’arte a tutto campo come Bowie, viene proposto nella versione digitale recentemente restaurata in 4K – a pochi giorni dell’uscita mondiale del Blueray prevista per il 24 ottobre.

Sabato 8, One More Time with Feeling di Andrew Dominik su Nick Cave e il nuovo album dei The Bad Seeds. Film-performance amato a Venezia, dedicato alla produzione dell’album Skeleton Tree, il primo lavoro dopo la tragica perdita del figlio, in cui Cave finisce per mostrare tutto il suo equilibrio tra spleen e poesia. Il titolo – dopo l’evento in sala in 3D – viene proiettato in 2D.

Dalle 23.00 all’1.00 si balla su sperimentazioni audiovisive con ospiti e curatori d’eccezione: giovedì 6 torna a Milano, per una data unica ed esclusiva, l’eclettico musicista e filmmaker Vincent Moon – già ospite del Milano Film Festival nel 2010 – per una performance in solo di Live Cinema, dopo il successo della sua data al Robot Festival di Bologna. Venerdì e sabato, invece, Palazzo Litta sarà invaso dalle sonorità elettroniche e visive dei live set curati da NUL, che in città porta dj, dischi in ambienti affermati, come il Plastic, e inaspettati, come nelle sue feste a sorpresa.

IL PROGRAMMA

GIOVEDI 6

19.30 – dj set a cura di Comizi d’Amore 

21.00 – Gimme Danger di Jim Jarmusch (USA/ 2016/ 108’)

23.00 – Vincent Moon (live cinema)

VENERDI 7

19.00 – dj set a cura di Comizi d’Amore 

21.00 – The Man Who Fell to the Earth di Nicolas Roeg (UK/ 1986 / 139’)

23.00 – dj e visual set a cura di NUL

SABATO 8 

19.00 – dj set a cura di Comizi d’Amore 

21.00 – One More Time with Feeling di Andrew Dominik (UK, FRA / 2016/ 112’)

23.00 – dj set e visual di Fountain Of Chaos

Mosca Partners in Litta Live ti invita alla performance inaugurale della mostra di Mario Trimarchi

con i contributi di Francesco Binfarè, Michele De Lucchi, Francesco Faccin e Odo Fioravanti.

Ai designer partecipanti alla conversazione è stato chiesto di portare un oggetto

che rimarrà in mostra insieme ai disegni realizzati durante la performance.

Il paesaggio favorisce condizioni di progetto molto singolari. Flora, fauna, tradizioni, costruzioni di un luogo

possono esprimere un fascino propulsore nel processo creativo di un progettista. Per un designer il paesaggio

è un catalogo di forme al quale ispirarsi per l’evoluzione di uno stile, è un motore d’immaginario libero

perché non ci troviamo di fronte a un distretto industriale col suo sistema di attori, relazioni e vincoli.

Al massimo un paesaggio offre una rete di occasioni per la memoria di gesti e visioni che trattiene.

L’affinità con un contesto offre tracce da trasformare per leggere fenomeni e comportamenti.

 La lezione che trae dal paesaggio agricolo Mario Trimarchi si esprime in disegni affascinanti spesso epifania di oggetti.
La mostra testimonia questa attitudine e si apre a contributi di personalità

che riflettono sul paesaggio e sul valore della terra nella loro pratica professionale. (Marco Sammicheli)

Per assistere alla performance di inaugurazione della mostra il

6 ottobre alle ore 18,30

nella Sala degli Specchi di Palazzo Litta

è necessario accreditarsi a info@moscapartners.it.

Gli accrediti saranno accettati fino ad esaurimento dei posti disponibili

La mostra molto piccola di Mario Trimarchi sarà visitabile tutte le sere di apertura di Palazzo Litta

(Visited 11 times, 1 visits today)