Rossopomodoro al Napoli Pizza Village 2016 con la scuola di pizza

 pizza-village

Dal 6 all’11 settembre, Rossopomodoro è al Napoli Pizza Village con la Scuola di Pizza che sostiene Unicef e Un Cuore per Amico, con 70 pizzaioli che partecipano al Trofeo Mondiale Caputo che laureerà il nuovo Campione Mondiale Coppa Rossopomodoro, con l’area accoglienza sul molo della Rotonda Diaz. Insieme ai 5 vincitori del concorso Mangia Rossopomodoro e vieni a nostre spese a Napoli per Pizza Village

Si scaldano i motori per l’appuntamento dell’anno dedicato alla pizza napoletana. Il 6 settembre prende il via sul Lungomare Caracciolo la nuova edizione del Napoli Pizza Village, la manifestazione che ha attirato l’anno scorso più di 600 mila persone.

Tutto il mondo della pizza, dai semplici appassionati alle pizzerie e ai pizzaioli, si  appuntamento per una grande festa.

Rossopomodoro, storico marchio napoletano della pizza , è presente con una serie di iniziative che sottolineano il suo ruolo di messaggero della pizza di qualità in Italia e all’estero come ha dimostrato il successo dell’apertura ad agosto della terza pizzeria a New York nello spazio di Eataly Downtown nella Torre 4 del World Trade Center di Manhattan.

Il punto di incontro principale è la Scuola di Pizza che sarà aperta ogni sera con tre appuntamenti quotidiani alle ore 18:30, 20:30 e 22:30. Ogni lezione sarà tenuta da uno dei maestri pizzaioli che ha saputo imporsi all’attenzione del grande pubblico e della critica per la qualità della sua pizza. I nomi dei pizzaioli non sono solo quelli di Rossopomodoro, anzi. La visione globale di Rossopomodoro è quella di saper cogliere i movimenti e le eccellenze della pizza. Da Gino Sorbillo a Carlo Sammarco, da Pasqualino Rossi a Teresa Iorio, da Pasquale Makishima a Simone Fortunato e ovviamente ai campioni del marchio come Davide Civitiello , Vincenzo Capuano e Angelo Pezzella  il fare pizza ai massimi livelli è rappresentato nelle tante sfumature che hanno reso forte l’immagine di Napoli nel mondo.

Il calendario è ricco. 18 pizzaioli spiegheranno agli appassionati che si prenoteranno per partecipare alla Scuola i segreti per realizzare un impasto perfetto per la pizza da preparare con il normale forno di casa. Per partecipare alle lezioni occorre andare sul sito rossopomodoro.it e selezionare dal menu a tendina Casarossopomodoro. Si sceglie il maestro pizzaiolo da cui si desidera apprendere la tecnica per fare la pizza, si effettua un bonifico o un pagamento Pay Pal di almeno 10 € a favore di una delle due organizzazioni di solidarietà e la pizza diventerà ancora più buona!

L’area della Scuola di Pizza sarà segnalata dal food truck vintage dotato di forno a legna che gli allievi potranno utilizzare per assaporare la magia del rito antico della pizza che scivola sul piano refrattario aiutati dal maestro pizzaiolo.

La Scuola di Pizza di Rossopomodoro è curata da Clelia Martino, Development Manager dello storico marchio napoletano, insieme agli executive chef Antonio Sorrentino e Enzo De Angelis e a Davide Civitiello, Maestro pizzaiolo di Rossopomodoro Lab. Partenope già campione del mondo al Trofeo Caputo 2013, con la collaborazione dello Chef Massimo Passarelli.

Rossopomodoro è anche impegnato nei primi due giorni di manifestazione al Trofeo Mondiale Caputo STG nelle diverse specialità delle gare che vedrà anche l’assegnazione della Rossopomodoro Cup riservata ai pizzaioli del marchio. Sono 70 i pizzaioli che competono con le insegne di Rossopomodoro e arrivano dai quattro angoli del mondo. A margine della competizione, Rossopomodoro ha organizzato anche un incontro con i suoi pizzaioli e altri protagonisti per dedicare spazio a un tema molto discusso: la lievitazione. Un work shop curato dal nuovissimo Rossopomodoro Lab. Partenope insieme agli altri due Lab. di Roma Mazzini e Milano Sabotino per fare il punto sulle tecniche che hanno migliorato ulteriormente la digeribilità della pizza napoletana.

E Rossopomodoro curerà con il suo team anche l’area ospitalitàdel Napoli Pizza Village rifocillando invitati , franchisee dall Italia e dall ‘estero e giornalisti del settore che come ogni anno accorreranno numerosi a comprendere il ruolo della pizza napoletana che cerca attraverso l’abilità dei suoi artigiani di diventare Patrimonio Immateriale dell’Umanità secondo i canoni Unesco. L’hashtag #pizzaunesco e il banchetto di raccolta saranno attivi durante tutta la manifestazione.

Infine, la sorpresa per tutti i clienti Rossopomodoro Italia che in tanti hanno partecipato  al concorso Mangia da Rossopomodoro e vinci 5 weekend a Napoli. Cinque fortunati appassionati di pizza e di cucina mediterranea saranno ospiti da venerdì 9 a sabato 11 settembre proprio al Napoli Pizza Village, con spese di viaggio e albergo pagate da Rossopomodoro. Conosceremo i loro nomi dopo l’estrazione degli scontrini del 30 agosto alla presenza di un notaio, dunque tutti da Rossopomodoro .

Intanto tutti sono avvertiti: dalle frequenze di RTL 102.5 il messaggio è chiaro. ” Vieni a Napoli con ROSSOPOMODORO ” 

(Visited 47 times, 1 visits today)