Il Pirellone a sessant’anni dalla posa della prima pietra

2016-PIRELLONE

Martedì 12 luglio, solenni festeggiamenti a Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, per il 60° anniversario del grattacielo, nel giorno esatto della posa della prima pietra.

Alle ore 12.30, nell’Aula del Consiglio regionale, al termine della seduta mattutina dei lavori consiliari, si terrà la cerimonia ufficiale che sarà introdotta dall’intervento del Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo. Dopo la proiezione di un breve filmato sulla storia del Palazzo, seguiranno gli interventi del direttore generale della Fondazione Triennale di Milano Andrea Cancellato e del vice direttore della Fondazione Pirelli Laura Riboldi.

Sarà quindi il momento dei ricordi e delle testimonianze, con alcuni parenti diretti di quelli che furono gli artefici dell’opera: Giò Ponti, Pier Luigi Nervi, Giuseppe Valtolina ed Egidio Dell’Orto.

La cerimonia si concluderà con la consegna della medaglia in argento del Consiglio regionale della Lombardia dedicata a Giò Ponti.

Tra le altre iniziative in programma, dalle ore 9.30 in sala Pirelli, in collaborazione con la Fondazione Pirelli, si svolgerà il Convegno internazionale sulla storia architettonica della costruzione di Palazzo Pirelli, sull’opera di Giò Ponti e le figure di Pier Luigi Nervi e Carlo Valtolina.

Programma del convegno:
Saluti istituzionali
Raffaele Cattaneo, Presidente Consiglio regionale Lombardia
Claudio De Albertis, Presidente Triennale

12 luglio 1956 – La posa della prima pietra
Introduzione
Alessandro Colombo

Laura Riboldi Fondazione Pirelli
Documenti ritrovati

I testimoni:
Archivi Ponti
Salvatore Licitra

Pier Luigi Nervi research and knowledge management project
Marco Nervi

Ing Carlo Valtolina

Elena dell’Orto

L’edificio verticale nella storia dell’architettura e della società italiana
Il grattacielo Pirelli
Moderatore Alessandro Colombo
Panel
Alberto Bologna
Aldo Colonetti
Marco Romanelli

Per l’intera mattinata, dalle 9 alle 14, presso il foyer di via Filzi 22, saranno poi disponibili cartoline dedicate al Pirellone con un timbro speciale e l’annullo filatelico. La cerimonia dell’Annullo filatelico è prevista alle ore 13.

La giornata si concluderà alle 20.30 all’Auditorium Gaber con il concerto al tramonto dellaEx_novo orchestra (prenotazioni esaurite). In programma lo “Spirito d’Europa” di Marc Antoine Charpentier, l’“Inno alla gioia” di Ludwig van Beethoven, musiche Verdi, Mozart, Vivaldi e Rossini. A seguire visita al Belvedere “Jannacci” del 31° piano.

I numeri del Pirellone

L’edificio è alto 127,10 metri, 31 piani, 710 gradini, 30mila metri cubi di cemento e quasi 4000 tonnellate di ferro, ha pianta esagonale con una superficie interna di 24mila mq e vetrate che coprono 9.550 mq. La sua costruzione iniziò il 12 luglio del 1956 con la posa della prima pietra ed è stato inaugurato il 4 aprile del 1960. Fu poi acquistato dalla Regione Lombardia nel 1978 e ristrutturato negli interni con la supervisione dell’architetto Bob Noorda (sua è la Rosa Camuna, simbolo di Regione Lombardia). Il 18 aprile 2002, il drammatico incidente aereo che distrugge due piani: due le vittime. Nell’aprile 2004 il Palazzo Pirelli riprende la sua vita dopo straordinari lavori di restauro che hanno ripristinato molti aspetti originari del Palazzo.

La mostra

La mostra “Le Età del grattacielo” , che ripercorre la storia dell’edificio, è allestita al 26° piano in collaborazione con “La Triennale” di Milano. E’ aperta al pubblico fino all’11 settembre, dal lunedì al venerdì nei seguenti orari 9:30-12:30 e 14:30-16:30 (ultimo ingresso giornaliero da via Fabio Filzi 22 alle ore 16). L’ingresso è libero ma con prenotazione obbligatoria, compilando l’apposito modulo contenuto nella sezione dedicata alla mostra sul sito www.consiglio.regione.lombardia.it.

 

(Visited 38 times, 1 visits today)