Salon du Chocolat The Mall di Porta Nuova Varesine Milano

Salon du Chocolat D_Comaschi P.Cerretani R. SilvaCoronel DTM_1829 DTM_1376DSC_6627 DTM_1315 Copia di IMG_4301 Servida_eclair 2277_ThomasRaffoux-5770-2

Milano, dal 13 al 15 febbraio 2016 la prima edizione italiana del Salon du Chocolat. In occasione della festa di San Valentino una statua di Cupido in cioccolato di tre metri accoglierà i visitatori: un motivo in più per lasciarsi tentare dal “cibo degli dèi”. Apertura sabato 13 febbraio, The Mall di Porta Nuova Varesine. #SalonDuChocolatMi.

Tre giorni di eventi di showcooking, fashion, eventi per famiglie e innamorati, sensorialità e shopping per celebrare l’universo del cioccolato. Presenti i più grandi Chef italiani: Iginio Massari, Gino Fabbri, Davide Comaschi, Andrea Provenzani, Lorenzo Lavezzari e alcuni Chef Ambassador dell’Associazione culturale Maestro Martino presieduta da Carlo Cracco.

Il variegato e multisensoriale universo del cioccolato andrà in scena a Milano – dal 13 al 15 febbraio 2016 – per la sua prima edizione milanese replicando il format di straordinario successo del Salon du Chocolat di Parigi, già consolidato in numerose capitali mondiali come Londra, New York, Mosca, Beirut, Seul. Gli spazi ultramoderni di The Mall a Porta Nuova Varesine, in zona Porta Garibaldi, ospiteranno tre giorni ricchi di degustazioni, eventi ed esposizioni, con intrattenimento per tutti, dalle famiglie agli appassionati agli innamorati nel giorno di San Valentino, che potranno dichiararsi il loro amore sotto un Cupido alto tre metri, realizzato dai pasticceri dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani con il cioccolato fornito da Ariba Master Martini.

Organizzatori dell’evento sono Roberto Silva Coronel e Pietro Cerretani, convinti sostenitori della capacità del cioccolato di suscitare interesse e appassionare un numero crescente di persone anche in Italia. Il “cibo degli dèi” è infatti sempre più richiesto dal mercato, il pubblico italiano si dimostra maturo, informato e attento alla qualità e alle novità. Le porte del Salone milanese si apriranno per produttori ed espositori di assoluta eccellenza, con food experience in grado di stupire i visitatori.

UNA SFILATA AL CIOCCOLATO – Nella capitale italiana della moda non poteva mancare un evento che unisse la spettacolarità della sfilata al gusto del cioccolato. Durante il “Chocolate Fashion Show” sfileranno dodici abiti a base di cioccolato creati dai giovani stilisti del Biennio in Fashion and Textile Design di NABA-Nuova Accademia di Belle Arti Milano, guidati da Nicoletta Morozzi e con la collaborazione di Silvia Grilli, direttrice di Grazia Magazine. La sfilata, intitolata “A gift from the sky”, aprirà di fatto il Salone alla stampa nella serata di venerdì12 febbraio e verrà replicata nelle giornate di sabato e domenica, mentre gli abiti verranno esposti durante i tre giorni di apertura al pubblico. Gli appassionati di Twitter potranno seguire lo show con #ChocoFashion.

I GRANDI MAESTRI PASTICCERI – Ad aiutare i giovani stilisti nella realizzazione degli abiti vi saranno gli “eredi” di Francesco Redi, quei maitres chocolatier dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani capaci di trasformare il cioccolato in un’infinità di modi e sfumature. Persone del calibro di Davide Comaschi (vincitore del World Chocolate Masters di Parigi 2013), Giancarlo Cortinovis, Alessandro Dalmasso, Denis Dianin, Francesco Elmi, Fabrizio Galla, Gianluca Mannori, Pasquale Marigliano, Roberto Rinaldini e Alessandro Servida. Gli stessi maestri di AMPI, capitanati da Iginio Massari e da Gino Fabbri, avranno un ruolo importante e spettacolare in quanto protagonisti di esibizioni, showcooking e masterclass.

#ChocoShow è l’hashtag che seguirà le squisite imprese dei maîtres chocolatier e di tutti i pastry chef italiani e internazionali ospiti del Salon. Un ruolo decisivo l’avranno i maitres chocolatier AMPI guidati da Iginio Massari e Gino Fabbri, che interverranno rispettivamente sabato 13 e domenica 14. Saranno presenti Maurizio Colenghi, Davide Comaschi, Paolo Sacchetti e Fabrizio Galla. Il francese Philippe Bel farà degustare l’arte d’oltralpe; lo chef Andrea Provenzani, e Lorenzo Lavezzari ci stupiranno con ricette salate e provocatorie. Ad arricchire il palinsesto la partecipazione degli Ambassador Paolo Griffa, Sara Preceruti, Lucia Tellone dell’Associazione culturale Maestro Martino presieduta dallo chef Carlo Cracco, che il 15 febbraio alle ore 15 presenterà il suo ultimo libro “In principio era l’anguria salata”. Presente anche Marco Bianchi che ci delizierà con il suo Cuore Caldo al Cioccolato. I maestri Diego Crosara e Fabrizio Donatone saranno invece ospitati da Domori. A presentare i pastry show e le degustazioni saranno l’ideatrice, presentatrice e cantante Irene Colombo, che sarà anche madrina del Chocolate Fashion Show, e lo chef Marco Cvetnich.

Le impastatrici planetarie Kenwood saranno protagoniste delle preparazioni sia nel teatro “Pastry Show” che nello spazio “Chocoland”. Inoltre saranno gli appuntamenti con gli showcooking Kenwood, realizzati dai migliori chef e pasticceri italiani: Sabato 13 febbraio alle ore 12.00 e alle ore 17.00 Marcello Ferrarini, realizzerà la ricetta Senza Glutine: “Chicche di farina di sorgo e cacao”. Domenica 14 febbraio alle ore 16.00 Luca Montersino preparerà una romantica e gustosissima torta “Sacher light”. Lunedì 15 febbraio chiuderà gli appuntamenti, alle ore 14.00, Alessandro Servida, che delizierà gli ospiti con una ricetta particolare “Eclair Cheesecake

DEGUSTAZIONI SENSORIALI – Un altro tema sarà la sensorialità del cioccolato, sintetizzato nell’hashtag #ChocoSense. I visitatori potranno vivere degustazioni sensoriali legate al cioccolato e ai suoi migliori abbinamenti grazie alla collaborazione della Compagnia del Cioccolato presieduta da Gilberto Mora che il 14 febbraio alle 12 consegnerà il premio Tavoletta d’oro 2016 ai migliori cioccolati italiani. La sensorialità sarà altresì stimolata dagli accoppiamenti vini, spiriti, caffè e cioccolati presso il Sensory Bar dove si potrà gustare anche il cocktail ufficiale Salon du Chocolat 2016 firmato da Filippo Sisti di Carlo e Camilla in Segheria – Milano a cura di Bargiornale.

L’Istituto Internazionale Chocolier presenterà una lezione e degustazione di “choco experience”.

Se il cioccolato è gioia per grandi e bambini non potevano mancare giochi e attività per le famiglie. I professionisti di Kikolle Lab organizzeranno laboratori a tema e intrattenimento in un’ambientazione ispirata al celebre mondo di Willy Wonka nella sua Fabbrica del cioccolato. Per i genitori più attenti ci sarà anche uno sportello informativo curato dal blog Dodiciemezza.com con relatori ed esperti di alimentazione per dare qualche «dritta» su come il presente e il futuro della nostra alimentazione sia «più cacao e meno latte!»

Per conoscere, giocare, sperimentare e degustare, hashtag #ChocoFamily.

Infine #ChocoShopping, la grande area dedicata allo shopping di qualità, il meglio della produzione nazionale e internazionali delle grandi pasticcerie del mondo.

Il Salon du Chocolat Milano sarà un evento per il pubblico e per gli operatori del settore. Tra i media partner il settimanale Grazia, Radio Monte Carlo e l’inserto “La Cucina” del Corriere della Sera. La giornata di lunedì 15 febbraio sarà anche dedicata agli operatori del settore: buyer, pasticceri, esperti e professionisti potranno incontrare le aziende espositrici, seguire workshop tematici e formativi. In Italia il giro d’affari del cioccolato è pari a 3 miliardi di dollari, mentre l’export raggiunge i 665 milioni di euro (fonte Corriere della Sera).

Salon Du Chocolat Milano è organizzato da Digital Events e si terrà dal 13 al 15 febbraio 2016 presso The Mall, lo spazio polifunzionale nel nuovo Business District di Porta Nuova Varesine a Milano. Sito internet: www.salonduchocolat.it

Hanno confermato la partecipazione in qualità di protagonisti oltre sessanta realtà tra cui: AMPI, CAPAC, Chocolate in a bottle, chocoMe, CISA2054, Compagnia del cioccolato, Dolci Libertà, DOMORI, Goufrais, Guido Gobino Srl, Istituto Internazionale Chocolier, JOYFLOR SRL, Kenwood, La Perla di Torino, Lavazza/Eraclea,  LINDT, Martesana Milano, MERAVOGLIA, Odilla Chocolate, TORTAPISTOCCHI®, VANILLABEANS, Venchi, T’a Milano e molti altri. Per ulteriori info http://www.salonduchocolat.it/ita/2015/visitare/espositori/

INFORMAZIONI UTILI

Salon Du Chocolat Milano è organizzato da Digital Events e si terrà dal 13 al 15 febbraio 2016 presso The Mall, lo spazio polifunzionale nel nuovo Business District di Porta Nuova Varesine a Milano. Sito internet: www.salonduchocolat.it

Salon du Chocolat Paris” nasce nel 1994 dall’intuizione di Sylvie Douce e Francois Jeantet con l’obiettivo di far scoprire il cioccolato in tutte le sue forme. In questi 21 anni sono stati organizzati 165 saloni, per una media di 20 saloni all’anno. La manifestazione raggiunge oggi 30 città su 4 continenti. Complessivamente ha coinvolto 9000 espositori e un pubblico di 6,5 milioni di visitatori.

NABA – Nuova Accademia di Belle Arti Milano – è la più grande accademia privata italiana legalmente riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Nasce nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa e di un nucleo di artisti tra cui Guido Ballo, Gianni Colombo, Franco Grignani, Carlo Mo, Emilio Tadini, Tito Varisco e Luigi Veronesi con l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell’arte e delle professioni creative. Offre corsi di primo e secondo livello nei campi design, fashion design, grafica e comunicazione, arti multimediali, scenografia e arti visive, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti ai diplomi di laurea universitari. Nel dicembre 2009 NABA è entrata a far parte del gruppo Laureate International Universities, un network internazionale di oltre 80 istituzioni accreditate in 29 Paesi che offrono corsi di laurea di primo e secondo livello a 1.000.000 studenti in tutto il mondo.

CIOCCOLATO IN NUMERI (FONTE CORRIERE DELLA SERA)

Ogni italiano consuma in media 4 chilogrammi di tavolette all’anno (la metà rispetto alla dieta dei Paesi europei) preferendo il fondente (40%) a quello al latte e a quello bianco.

Mercato italiano da 3 miliardi di dollari.

Esportazioni in aumento per  un valore complessivo di 665 milioni di euro (siamo i primi sul mercato cinese).

Secondo il Grantham Research Institute on Climate Change negli ultimi 40 anni i terreni dove è possibile coltivare il cacao sono diminuiti del 40%.

Secondo i dati di Euromonitor International il consumo in Europa ristagna o decresce (-2% dal 2010 al 2015 in Nord America), ma aumenta la spesa complessiva (in Europa del 2%, negli Usa del 4%): ne mangiamo meno, ma più costoso.

Da qui al 2020 l’Icco prevede un deficit di 100mila tonnellate di cacao.

Sul nuovo «oro nero» si specula e si scommette. In circolazione ci sono almeno 10 milioni di contratti futures che lo riguardano (in sostanza, si scommette sul prezzo futuro), segno dell’interesse (e delle paure) che aleggiano intorno ai frutti gialli dell’albero del cacao.

Info

www.salonduchocolat.it

(Visited 57 times, 1 visits today)