“Greater-Defeating Aids” Teatri di Vita

Greater – defeating Aids”: il cinema italiano racconta l’Aids in Africa
Emmanuel Exitu incontra il pubblico dopo la proiezione del reportage

a Teatri di Vita il documentario premiato a Cannes da Spike Lee
seguito da un dibattito col regista condotto da Giacomo Manzoli

giovedì 6 maggio, Teatri di Vita ore 21,15

L’Aids raccontata dalle donne malate negli slum in Uganda: è Greater – defeating Aids, il reportage del regista bolognese Emmanuel Exitu premiato a Cannes da Spike Lee, che racconta la rivoluzionaria storia del progetto Melting Point International fondato da Rose Busingye a Kampala.
Proposto a Teatri di Vita all’interno della rassegna L’esistenza delle donne. Documentari dall’altra metà del cielo, il documentario di Exitu, il cui nome d’arte è tratto dall’In Exitu di Giovanni Testori, rappresenta l’ultimo appuntamento del ciclo cinematografico dedicato all’universo femminile.

Oltre alla proiezione, che si terrà a Teatri di Vita (Via Emilia Ponente 485, Info. 051 566330) giovedì 6 maggio alle ore 21,15, il regista incontrerà il pubblico, in un dibattito condotto da Giacomo Manzoli, sui temi trattati nel documentario.

Quarantadue minuti per raccontare la rivoluzionaria storia del progetto del Meeting Point International fondato dall'infermiera Rose Busingye negli slum di Kampala in Uganda e delle donne malate di Aids da lei accolte: è il documentario Greater-defeating Aids, scritto, prodotto e diretto da Emmanuel Exitu, che affronta il tema dell'Aids da un'inedita prospettiva. Protagoniste sono le donne di Kampala, che per vivere spaccano pietre a un dollaro al giorno e fanno una colletta per mandare aiuti a New Orleans dopo l'uragano Katrina. Incredibili storie che accadono quotidianamente attorno all'esperienza, nata più di 30 anni fa dall'entusiasmo e dall'intuizione del dottor Arturo Alberti e che mettono in secondo piano la malattia rispetto alla dignità e all'umanità delle donne di Kampala.
Come spiega il regista stesso Emmanuel Exitu: "lo stile del film non è convenzionale né celebrativo, ma 'sporco' e senza filtro, con un linguaggio tipico del reportage di guerra. Portare uno stile così dinamico in una situazione non di guerra fa scattare un corto circuito che accende un punto di vista interno al racconto: la telecamera fa parte della stessa realtà che sta raccontando e la sua dichiarazione fa quindi cambiare prospettiva, aumentando paradossalmente il senso di verità del racconto. Così ci si lascia sommergere dalla realtà, dalla sua sovrabbondante concretezza e verità".
Numerosi i premi per Greater, che dopo aver vinto l'Audience Award al New York Aids Film Festival, è stato scelto e premiato a Cannes da Spike Lee nella categoria Documentary del Babelgum Online Film Festival, il più grande progetto internazionale di web-tv, che seleziona i primi 5 documentari più votati dagli utenti. Il bolognese Emmanuel Exitu, il cui nome d'arte è un omaggio all'opera In Exitu di Giovanni Testori, è dialoghista, adattatore, story editor, sceneggiatore tv presso la Lux Vide, drammaturgo per il Teatro di Documenti e scrittore. Oltre a realizzare Greater-Defeating Aids, nel 2003 ha scritto il romanzo La stella dei Re (da cui è stata tratta l'omonima fiction su Rai Uno) e nel 2007 ha vinto l'Audience Award al New York Aids Film Festival.
 
TEATRI DI VITA
Centro Internazionale per le Arti della Scena  
via Emilia Ponente 485 – 40132 Bologna – Italia
tel&fax +39.051.6199900  
mob. +39.393.9345423
http://www.teatridivita.it

Giulia Cavallaro
stampa@teatridivita.it
skype: ufficiostampatdv

(Visited 58 times, 1 visits today)