FOOD MOVES THE WORLD: concerto all’Expo di Milano

La fame è una sfida globale, che però può essere risolta. Per sensibilizzare l’opinione pubblica, il compositore e pianista Giovanni Allevi, la No Hunger Orchestra e  Fronteras Musicales Abiertas si riuniranno per il concerto “Food moves the world” all’Expo di Milano il 15 ottobre, vigilia della Giornata mondiale dell’alimentazione 2015.

“Food moves the world” è un’iniziativa congiunta della Commissione Europea, Dipartimento per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile e della Cooperazione italiana – Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Attraverso la musica, il concerto ha lo scopo di sensibilizzare sulla necessità di agire per garantire cibo sufficiente, sicuro, sano e sostenibile per tutti.

“Oggi, nel mondo, 51 milioni di bambini sotto i cinque anni soffrono di malnutrizione acuta grave. Ognuno di loro è uno di troppo”, ha dichiarato Christos Stylianides, Commissario europeo per gli Aiuti Umanitari e la Gestione delle Crisi. “La musica muove il mondo e ha accompagnato tutti i principali eventi che hanno segnato la storia. Con questo concerto, speriamo di richiamare l’attenzione sulla sfida che abbiamo di fronte e sull’azione concreta che l’Unione Europea sta intraprendendo per affrontare il problema”, ha aggiunto.

“Nel mondo ci sono ancora 805 milioni di persone che soffrono la fame. Con l’adozione dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile condividiamo una visione comune e azioni coordinate per raggiungere la sicurezza alimentare e promuovere l’agricoltura sostenibile, con particolare attenzione alle donne, che possono giocare un ruolo importante nella riduzione della malnutrizione “, ha dichiarato Paolo Gentiloni, il Ministro italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Il concerto si terrà

Giovedì 15 ottobre alle 20:00

presso l’Auditorium del Centro Congressi di Expo.

Il concerto sarà aperto dalla No Hunger Orchestra seguita da Fronteras Musicales Abiertas. Il Maestro Giovanni Allevi chiuderà l’evento con una performance da solista al pianoforte.

Video messaggi prodotti dalle istituzioni coinvolte saranno proiettati nel corso della manifestazione, che è stata resa possibile anche grazie alle Nazioni Unite, all’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), ad Azione Contro la Fame e all’Istituto Italo-Latino Americano.

ARTISTI

No Hunger Orchestra

La No Hunger Orchestra è composta da sei artisti, che eseguono versioni adattate di famosi successi pop-rock suonati con strumenti ricavati da parti non commestibili di alimenti come le noci di cocco, bambù, buccia di frutta essiccata, foglie di banano nonché lattine riciclate. Gli strumenti sono creati con l’aiuto di un liutaio. Nel 2013, NHO ha tenuto concerti contemporanei, con diverse configurazioni, a Madrid, Parigi e Londra. La band compone musica per la pubblicità, la televisione ed il teatro.

Fronteras Musicales Abiertas

Composto da venticinque giovani musicisti latino-americani, Fronteras Musicales Abiertas è un programma di formazione musicale avanzata che è attiva dal 2010 nella regione di Misiones, tra Paraguay e Argentina, e dal 2014 anche in Baja California, Messico. Finora, ha coinvolto oltre 600 giovani, prodotto circa 60 rappresentazioni, 50 seminari di formazione, 3 tour internazionali. Il progetto è nato ed è sostenuto da un programma della Cooperazione Italiana allo Sviluppo.

Giovanni Allevi

Il Maestro Giovanni Allevi è uno dei principali compositori, puri e incontaminati, dell’attuale panorama internazionale. È compositore, direttore d’orchestra e pianista. Ha una laurea con Lode in Filosofia e due diplomi di Conservatorio, conseguiti con il massimo dei voti in Pianoforte e Composizione. Diventa in breve tempo un fenomeno sociale, l’enfant terrible che ha lasciato annichilito il mondo accademico con il suo straordinario talento e carisma. Entra nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni che affollano i suoi concerti.

 

 

PARTNERS

Commissione Europea, Dipartimento per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile

L’Unione europea con i suoi Stati Membri, è il principale donatore mondiale di aiuti umanitari. L’assistenza umanitaria e di emergenza è l’espressione della solidarietà europea nei confronti delle persone bisognose di tutto il mondo. Ha lo scopo di salvare vite umane, prevenire e alleviare la sofferenza umana, e salvaguardare l’integrità e la dignità delle popolazioni colpite da calamità naturali e crisi di origine antropica. La Commissione europea garantisce la consegna rapida ed efficace dei soccorsi dell’UE attraverso i suoi due strumenti principali: l’aiuto umanitario e la protezione civile. La Commissione, tramite il suo Dipartimento per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile (ECHO), aiuta oltre 120 milioni di vittime di conflitti e disastri ogni anno. Con sede a Bruxelles e una rete globale di uffici, ECHO fornisce assistenza alle persone più vulnerabili esclusivamente sulla base delle esigenze umanitarie. Solo nel 2014, ECHO ha fornito 130 milioni di euro in aiuti alimentari, in collaborazione con i suoi partner umanitari.

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Direzione Generale per la  Cooperazione allo Sviluppo

Il Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale è responsabile delle funzioni, compiti e doveri dello Stato in materia di rapporti  politici, economici, sociali e culturali dell’Italia con l’estero. Il suo compito è quello di garantire che le attività internazionali ed europee di altri ministeri ed uffici governativi italiani siano coerenti con gli obiettivi di politica internazionale del paese. La Cooperazione Italiana allo Sviluppo mira a garantire il rispetto della dignità umana e assicurare la crescita economica e sociale di tutte le persone, contribuendo ad alleviare la povertà globale e aiutando i paesi in via di sviluppo a rafforzare le loro istituzioni.

UN Expo – Nazioni Unite

L’Expo Milano 2015 cade in un anno cruciale per le Nazioni Unite: non solo perché verrà valutato il raggiungimento degli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio (incluso il primo, ovvero di sradicare la povertà estrema e la fame), ma anche perché è stata lanciata una nuova agenda per lo sviluppo globale. Con il suo tema “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, l’esposizione universale di Milano offre una straordinaria opportunità di dialogo e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui temi della sicurezza alimentare e della nutrizione, dello sviluppo rurale e dello sfruttamento sostenibile delle risorse naturali.

FAO – Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura

Il raggiungimento della sicurezza alimentare per tutti è al centro degli sforzi della FAO – per assicurarsi che le persone abbiano accesso regolare ad un cibo sufficientemente nutriente per condurre una vita sana e attiva. I tre obiettivi principali della FAO sono: lo sradicamento della fame, dell’insicurezza alimentare e della malnutrizione; l’eliminazione della povertà e la possibilità per tutti di fare progressi sul piano economico e sociale; e la gestione e l’uso sostenibili delle risorse naturali: includendo la terra, l’acqua, le foreste, l’industria ittica e la biodiversità a beneficio delle generazioni presenti e future.

ACF – Azione Contro la Fame

Azione Contro la Fame è un’organizzazione umanitaria internazionale impegnata nello sradicamento della fame nel mondo. Riconosciuta come leader nella lotta contro la malnutrizione, l’ACF salva la vita dei bambini malnutriti e, allo stesso tempo, fornisce l’accesso all’acqua potabile e soluzioni sostenibili per combattere la carenza di cibo. Grazie ai suoi 35 anni di esperienza in situazioni di emergenza causate da conflitti, disastri naturali e carenza alimentare cronica, ACF crea e gestisce programmi per salvare vite umane in 47 paesi del mondo, aiutando concretamente circa 14 milioni di persone ogni anno.

IILA Istituto Italo – Latino Americano

IILA è un’organizzazione intergovernativa e internazionale che conta l’Italia e venti Repubbliche dell’America Latina come paesi membri. Secondo i suoi fini istituzionali, IILA organizza attività di cooperazione nel campo sociale, economico, culturale e tecnico-scientifico. Implementa anche progetti di cooperazione allo sviluppo finanziati dal Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Commissione europea. IILA è un osservatore permanente in seno all’Assemblea generale delle Nazioni Unite e collabora con altri organismi intergovernativi e con le istituzioni specializzate America Latina, quali: IADB, OAS, ALADI, SELA, SICA, SEGIB, UNESCO, ECLAC.

(Visited 20 times, 1 visits today)