IL PADIGLIONE SVIZZERO A EXPO MILANO 2015

549312_843285649054761_9179585608076967987_n
Milano accoglie dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 l’esposizione universale dedicata al tema «Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita». Ben 145 paesi, 3 organizzazioni internazionali, 13 organizzazioni della società civile e una trentina di sponsor parteciperanno al grande evento. Sul sito espositivo sviluppato su una superficie di un milione di metri quadrati sono attesi oltre 20 milioni di visitatori: il 75 per cento dall’Italia e il 25 dall’estero, di cui il 40 per cento dalla Svizzera.
La partecipazione della Svizzera a Expo Milano 2015, diretta da Presenza Svizzera del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), si basa su due elementi centrali: (1) il Padiglione svizzero durante i sei mesi dell’esposizione universale a Milano; (2) il programma di comunicazione « Verso Expo Milano 2015 », il cui elemento centrale è il Giro del gusto 2014.
Il finanziamento
Le Camere federali hanno approvato nel 2012 senza opposizione la partecipazione della Svizzera a Expo 2015 e il relativo credito di 23,1 milioni CHF, di cui otto dovranno essere finanziati da sponsorizzazioni. Il bilancio sponsoring è positivo con un apporto complessivo di 9 milioni CHF: 6,5 milioni CHF di liquidità e 2,5 milioni CHF sotto forma di prodotti. A questo finanziamento si aggiunge il contributo del settore agricolo svizzero di 2 milioni di franchi per la promozione dei prodotti alimentari svizzeri al Padiglione svizzero.
Tra gli sponsor principali figurano i quattro Cantoni partner del San Gottardo – Grigioni, Ticino, Uri e Vallese- le Città di Basilea, Zurigo, Ginevra e, tra le aziende, Nestlé, Vacheron Constantin, le saline svizzere, Geberit, Glas Troesch e altri fornitori.
Il Padiglione svizzero
Il progetto, denominato «Confooderatio Helvetica» della società di architetti Netwerch, è stato selezionato nel 2012 da una giuria di esperti tra 103 proposte pervenute nell’ambito del concorso internazionale promosso da Presenza Svizzera del DFAE. Il team di giovani architetti di Brugg ha saputo convincere la giuria d’esperti con un messaggio chiaro, capace di stimolare la riflessione sulla responsabilità personale, sull’equa ripartizione dei beni alimentari e sulla sostenibilità.
Il Padiglione svizzero – con una superficie di 4433 m2 – presenterà una grande piattaforma aperta con quattro torri visibili da lontano, riempite di prodotti alimentari. I visitatori accedono alle torri attraverso gli ascensori e, una volta arrivati in cima, possono servirsi di prodotti. Man mano che le torri si svuotano le piattaforme sui cui poggiano si abbassano, modificando la struttura del Padiglione svizzero. Il progressivo svuotamento delle torri è registrato in tempo reale e può essere seguito anche sui media sociali.
Il Padiglione svizzero comprende la Casa Svizzera composta dai seguenti elementi: lo spazio espositivo dei cantoni partner del San Gottardo dedicato all’acqua, l’esposizione interattiva di Nestlé, il ristorante e il take away, lo stand informativo dell’agricoltura svizzera, il salone dei partner, l’auditorio che ospiterà eventi e conferenze.

L’esposizione universale di Milano è un’opportunità unica per presentare le eccellenze agroalimentari svizzere a un pubblico internazionale. Il ristorante del Padiglione svizzero – gestito da Palexpo SA Ginevra in collaborazione con Agro Marketing Svizzera (AMS) – darà ai visitatori l’opportunità di scoprire i prodotti alimentari elvetici attraverso un’offerta gastronomica di qualità a prezzi concorrenziali al 100% svizzera.
Le esposizioni delle città saranno situate al pianterreno delle torri. Basilea farà il suo esordio all’Expo dal 1° maggio al 12 giugno, seguiranno poi Zurigo dal 17 giugno al 2 agosto e infine Ginevra dal 17 settembre al 31 ottobre. Le tre città si presentano, inoltre, in un’esposizione comune sul tema «Swiss Urban Food Innovation» dal 7 agosto al 12 settembre.
Il chiosco, situato all’inizio della rampa, il palco, situato fra le torri e la Casa Svizzera, l’istallazione dedicata alla nuova trasversale ferroviaria alpina NTFA, l’istallazione di Svizzera Turismo dedicato sono elementi importanti del Padiglione svizzero. I visitatori del Padiglione Svizzero potranno vivere inoltre in prima persona l’esperienza di una «clinica per le piante» attraverso un gioco interattivo sostenuto dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione.
Il Padiglione svizzero permetterà di presentare al grande pubblico le sfide principali legate allo sviluppo sostenibile e al consumo responsabile. Il Padiglione svizzero diventerà una piattaforma di dialogo e dibattito per confrontarsi con le principali sfide globali in linea con l’obiettivo generale di Expo 2015: in che modo è possibile garantire un’alimentazione sufficiente, sicura e sana per la popolazione mondiale?
Le torri
Le torri rappresentano il cuore del Padiglione svizzero. I visitatori sono invitati a scoprire la Svizzera, la diversità dei prodotti e i valori, che sono alla base del successo del modello svizzero, attraverso un viaggio ludico nelle torri. La Svizzera vuole presentarsi a Expo 2015 come attore attivo, responsabile e solidale nel campo dell’alimentazione e dello sviluppo sostenibile.
Il viaggio nelle torri segue questo filo conduttore sulla base della propria esperienza personale e offrire così lo spunto per una riflessione sulla disponibilità degli alimenti nel mondo e sullo sviluppo sostenibile lungo tutta la filiera alimentare. I visitatori potranno portare con sé o consumare le quantità di prodotto che desiderano. Saranno il comportamento di consumo e la responsabilità personale di ognuno a stabilire quanto resterà per chi viene dopo e per quanto tempo.
I quattro prodotti selezionati per le torri – l’acqua, il sale, il caffè e le mele – rappresentano una Svizzera sostenibile, responsabile, innovativa e fedele alle proprie tradizioni. Il caffè -proveniente dall’industria agro-alimentare svizzera – illustra molto bene la capacità d’innovazione e l’impegno del settore pubblico e privato volto a garantire la sostenibilità lungo tutta la filiera del caffè dalla pianta alla tazzina. Il caffè è diventato il principale prodotto alimentare d’esportazione, superando il cioccolato e il formaggio nel commercio estero. Le rondelle di mele – provenienti dai meli svizzeri di diverse qualità – rappresentano la biodiversità, la capacità di diversificazione e il ruolo fondamentale dell’agricoltura nella tutela del paesaggio e sono un elemento essenziale per una dieta sana e naturale. Il sale – proveniente dal sottosuolo svizzero – è un elemento essenziale nella nutrizione e nella produzione industriale. Questo elemento vitale permette di illustrare al grande pubblico le iniziative volte a ridurre il consumo di sale e promuovere la salute della popolazione e aumentare la qualità di vita.
L’acqua è un elemento centrale del Padiglione svizzero. È il tema conduttore dell’esposizione della Città di Zurigo. I quattro Cantoni del Gottardo si presenteranno con un’esposizione legata all’acqua.

L’acqua potabile presente in una delle quattro torri proviene dalla falda freatica locale e si propone di sensibilizzare i visitatori sulla preziosità di questa risorsa rara e limitata, in Svizzera come nel mondo intero.
La torre è riempita di bicchieri con un’illustrazione che propone il ciclo dell’acqua abbinato a un simpatico slogan. I visitatori possono servirsi d’acqua potabile nella torre e riutilizzare inseguito il bicchiere a Expo 2015 o a casa. Questa torre permetterà di presentare al grande pubblico le sfide legate alla gestione durabile dell’acqua, che costituisce una delle maggiori sfide del 21esimo secolo.
Una volta terminata l’esposizione universale, le torri saranno riutilizzate nelle città svizzere come serre urbane. Il 75 per cento del materiale utilizzato nel Padiglione svizzero e nelle sue infrastrutture potrà essere recuperato alla fine dell’evento.
Come arrivare al sito di Expo 2015
Il sito espositivo di Expo Milano 2015 è situato a Rho-Pero nella zona nord-ovest dell’agglomerato a 15 chilometri dal centro di Milano.
Grazie alle Ferrovie Federali Svizzere (FFS) i visitatori di Expo potranno raggiungere direttamente la stazione ferroviaria di Rho Fiera, nei pressi di Milano, ogni giorno dal primo maggio al 31 ottobre 2015. Da maggio 2015 ogni giorno ci sono quattro treni speciali, che saliranno a cinque da agosto 2015, con circa 2000 posti a sedere supplementari.
La mattina e la sera sono previsti treni diretti da Ginevra, Basilea, Zurigo e Lugano per Rho Fiera Milano e ritorno. I tempi di percorrenza sono stati definiti per permettere di visitare l’Expo anche in giornata. Dalla stazione centrale di Zurigo a Rho Fiera Milano sono previsti tre collegamenti aggiuntivi, uno diretto che passa dal Sempione e due collegamenti con cambio a Lugano. Le FFS hanno potuto sottoscrivere un contratto con la società Expo e possono venderne i biglietti di entrata come «Authorized Reseller».
Per informazioni:

Padiglione svizzero
www.padiglionesvizzero.ch
Padiglione svizzero Expo Milano 2015
www.dfae.admin.ch/eda/it/home/topics/prskom/siteet/milan.html
facebook
www.facebook.com/SwissPavilion
Twitter (italiano)
www.twitter.com/PadiglioneCH
Twitter (inglese)
www.twitter.com/Swiss_Pavilion
Instagram
www.instagram.com/SwissPavilion
Flickr
www.flickr.com/swisspavilion
Youtube
www.youtube.com/myswisspavilion
Hashtag: #SwissPavilion

(Visited 27 times, 1 visits today)