PRESENTAZIONE VOLUME di Agostino Picicco “La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni” (Ed Insieme) Palazzo Isimbardi, Provincia di Milano

image001 (1) 

La Provincia di Milano e l’Associazione Regionale Pugliesi presentano il volume di Agostino Picicco “La semplicità delle piccole cose. Ricordi ed emozioni” (Ed Insieme) presso Palazzo Isimbardi, sede della Provincia di Milano, in corso Monforte 35 – domenica 18 maggio 2014 ore 17.00.

La presentazione è stata concepita come un evento culturale di musica, spettacolo e letteratura.

La giornalista Ornella Bongiorni e il prof. Paolo Rausa offriranno la lettura scenica di alcune pagine scelte del volume. La parte musicale sarà affidata al maestro Francesca Virgilio, virtuosa dell’arpa per la quale ha conseguito anche un master a Londra.

Insieme all’autore avv. Agostino Picicco, coordinatore delle Presidenze di Facoltà dell’Università Cattolica di Milano e responsabile culturale dell’Associazione Regionale Pugliesi, porgeranno riflessioni sul volume la prof.ssa Maria Luisa De Natale, ordinario di pedagogia dell’Università Cattolica di Milano e già pro-rettore dell’Ateneo, il cav. Dino Abbascià, presidente dell’Associazione Regionale pugliesi nonché autore della prefazione, e il giornalista avv. Giuseppe De Carlo, autore della postfazione..

Introdurrà e modererà l’incontro il dott. Giuseppe Selvaggi, studioso di tradizioni popolari e autore della presentazione del libro.

Interverranno altresì l’ing. Novo Umberto Maerna, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano, e la dott.ssa Livia Pomodoro, Presidente del Tribunale.

Al termine ai presenti verrà offerto un rinfresco di prodotti tipici pugliesi a cura dell’Agricola del sole, marchio pugliese del Molino Casillo di Corato.

Il volume, partendo da immagini di un recente passato (la piazza, il mercato, le feste, i giochi, la scuola ….), esamina in modo semplice e brioso, gli stili di vita di qualche anno fa dal punto di vista della comunicazione, delle relazioni, della gestione del tempo libero e dell’esistenza di generale, e discretamente li confronta con l’oggi.

L’autore, insomma ha voluto mettere in risalto la creatività e l’originalità di un tempo, ormai lontano, in cui tutto era più genuino e spontaneo. Nei vari paragrafi si alternano le sensazioni vere, appartenenti ad una vita fatta di piccole cose, capaci di offrire soddisfazioni e gioie grazie alla loro semplicità. Il ricordo diventa il filo conduttore che lega il passato al presente, così ricco di tradizioni, ma soprattutto di valori.

L’uomo, nel corso della sua vita, progredisce di continuo ma, ad un certo punto, si accorge che nonostante i vantaggi che il progresso e l’evoluzione gli offrono, nel contempo gli tolgono quelle piccole gioie di cui sono state intessute la sua infanzia e la sua giovinezza, ricche di valori e tradizioni che oggi, man mano vanno svanendo nel nulla.

L’autore ripercorre gli anni migliori vissuti da ciascuno di noi, quelli fatti di piccole cose, a stretto contatto con le persone più care, che permettevano di vivere straordinari momenti affettivi, e che aiutano l’uomo a crescere.

Un modo per conservare ancora viva quella cultura, in cui affondano le radici, ma anche per amare, custodire e promuovere il nostro passato.

 

 

(Visited 47 times, 1 visits today)