“FEEDING NEW IDEAS FOR THE CITY”: EXPO MILANO 2015 PROTAGONISTA DEL FUORISALONE 2014

E’ il Tema di Expo Milano 2015, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, il protagonista della nuova Mostra Evento “FEEDING NEW IDEAS FOR THE CITY”, promossa da INTERNI in occasione del FuoriSalone 2014.

Durante la Settimana milanese del Design (7-13 aprile 2014) e fino al 18 aprile, l’Università degli Studi di Milano ospiterà installazioni temporanee di architetti, designer, artisti e progettisti di fama internazionale – come MVRDV, Kengo Kuma & Associates, Nemesi & Partners, Daniel Libeskind, Carlo Ratti Associati –  che hanno interpretato il tema della prossima Esposizione Universale, esplorando il rapporto degli uomini con la Terra Madre, la relazione tra materiali naturali e costruzione artificiale, i legami tra l’innovazione tecnologica e la sostenibilità.

Due inoltre le anteprime che Expo Milano 2015 presenterà al pubblico del Salone del Mobile e del FuoriSalone 2014:

1.      Il Modello del Padiglione Italia, Hall Aula Magna: il Padiglione Italia, che rappresenta il sistema Italia ad Expo Milano 2015, include Palazzo Italia e gli altri edifici che insistono sul Cardo, uno dei due assi principali del sito espositivo. Realizzato  in scala 1:50, il Modello mostra in anteprima quello che sarà il cuore simbolico dell’intero progetto, destinato a rimanere anche nel periodo post Expo Milano 2015 (mentre gli edifici del Cardo sono temporanei). Il concept generale del progetto architettonico del Padiglione Italia è quello di una foresta urbana in cui l’edificio assume, attraverso la propria pelle ed articolazione volumetrica, le sembianze di un’architettura-paesaggio. L’articolazione volumetrica di Palazzo Italia è basata su quattro blocchi principali organizzati intorno ad un vuoto-piazza centrale, collegati tra loro da elementi-ponte; al loro interno sono organizzate le macro funzioni principali: Area espositiva, Auditorium, Uffici e Sale riunioni. I quattro volumi architettonici, come se si trattasse di alberi, presentano degli appoggi massivi puntuali a terra che simulano le grandi radici del percorso espositivo del piano terra; gli stessi volumi, visti dall’interno della piazza, aprendosi e ampliandosi verso l’alto si liberano con chiome leggere attraverso superfici vetrate su cui si allungano rami che in maniera dinamica tessono la trama di queste chiome fino ad arrivare sulla grande terrazza di copertura. La trama ramificata della pelle esterna di Palazzo Italia interpreta in modo coerente il tema dell’albero della vita, declinandolo nella forma di una foresta pietrificata.

2.      Mostra I Cluster di Expo Milano 2015, Hall Aula Magna: i Cluster sono una delle principali innovazioni introdotte da Expo Milano 2015 che, superando il tradizionale raggruppamento dei Joint Pavilion, radunano sotto lo stesso progetto architettonico paesi accomunati da specifiche filiere alimentari (Caffè, Riso, Cacao, Spezie, Frutta e Legumi, Cereali e Tuberi, collocati lungo il decumano) o da identità tematiche (Agricoltura e Nutrizione in Zone Aride, Mare e Isole, gli ecosistemi del Bio-Mediterraneo, collocati vicini al Parco della Biodiversità). La Mostra presenta i modelli architettonici dei singoli nove cluster accompagnati da pannelli esplicativi e da un album di disegni dedicato a ogni progetto collocati su tavoli di legno al centro della Hall. Sulla parete laterale rivestita con pannelli che simulano la lavorazione del cassero per il cemento armato a vista, a sottolineare il “cantiere” dei Cluster, otto schermi trasmettono interviste ai progettisti e un montaggio di disegni e visualizzazioni che illustrano i risultati del percorso di ricerca e definizione dei singoli padiglioni. Con il nuovo concetto dei Cluster le sommatorie di realtà nazionali, prima più marginali, diventano effettivi elementi di attrazione, vere e proprie cerniere architettoniche e paesaggistiche collocate nel percorso del sito, in grado di emergere con forza per valore di contenuti, e per l’idea di proporsi come luoghi pubblici con piazze per l’incontro e per attività multifunzionali (commerciali, eventi e offerte espositive) miscelate a brani di paesaggio che rispecchiano l’identità dei paesi ospiti. Per la progettazione architettonica e paesaggistica dei Cluster, Expo Milano 2015 ha attivato un percorso sperimentale di grande interesse, definendo con i Cluster un nuovo modello espositivo, nato da un Workshop internazionale organizzato presso il Politecnico di Milano nel settembre 2012, con il coinvolgimento di università e studenti provenienti da tutto il mondo. Il Workshop, curato da Matteo Gatto (Direttore del Settore Aree Tematiche di Expo Milano 2015) e da Luisa Collina (Delegata per Expo del Politecnico di Milano), ha prodotto uno scenario progettuale vivace e multilinguistico, poi sviluppato dai vari architetti coinvolti nella fase successiva. Il confronto tra università italiane e straniere, di docenti e studenti, ha sottolineato l’importanza della dimensione paesaggistica e del valore dello spazio collettivo quale cuore nevralgico dei vari padiglioni, frutto di una sommatoria corale e sinergica delle piccole architetture (da 125 mq in su) dedicate alle singole nazioni partecipanti. Alle stesse è garantito un grado di riconoscibilità e di personalizzazione con allestimenti gestiti direttamente, aggiungendo così ai progetti il valore di sistema aperto.

 

Expo Milano 2015 animerà inoltre la serie di Conferenze e dibattiti prevista dal Fuori Salone nella EXPO HALL con due particolari momenti:

·         La Lecture The network of food and peopledi Carlo Ratti, Director MIT Senseable City Laboratory and MIT Italy Program e curatore del Future Food District per Expo Milano 2015, Sabato 12 aprile ore 16.30

·         Il dibattito “I Cluster di Expo 2015: un nuovo modello espositivo, Martedì 15 aprile ore 10.30: Luisa Maria Collina, Delegata per Expo e i Grandi Eventi, Politecnico di Milano e Matteo Gatto, Direttore Settore Aree Tematiche di Expo Milano 2015, moderano e conversano con i docenti del Politecnico di Milano che hanno sviluppato progettualmente il concept del Workshop internazionale 2012

 

 

(Visited 17 times, 1 visits today)