Durello&Friends 22-24 novembre: è boom per le bollicine alternative

 

Dieci candeline per Durello &Friends che, dal 22 al 24 novembre, festeggia con una tre giorni di degustazioni e approfondimenti a Borgo Rocca Sveva.

Ed è vero boom per gli spumanti da vitigno autoctono, Durello in testa, secondo una ricerca svolta in collaborazione con AIS Italia, che verrà presentata nel corso dell’evento.

 

Durello and Friends, l’appuntamento dedicato alle pregiate bollicine di Verona e Vicenza, compie dieci anni e ha deciso di festeggiare col botto. Tre giorni di degustazioni ed approfondimenti che si terranno dal 22 al 24 novembre a Borgo Rocca Sveva, nel cuore storico di Soave.

Sarà un vero e proprio festival delle bollicine in cui troveranno equo spazio sia le degustazioni per appassionati e curiosi sia i focus di approfondimento.  A cominciare dalla approfondita ricerca curata da INSINTESI con la partecipazione di AIS Italia, “Bollicine ideali, spumanti alternativi: cosa pensano i sommelier?”, relativa ai trend di consumo degli spumanti alternativi, cioè quelle produzioni enologiche nate da vitigno autoctono che si distinguono dalle bolle più note e popolari.

 

A dieci anni dalla sua nascita Durello and Friends del resto ha contribuito a diffondere la conoscenza del Lessini Durello quale spumante veneto da uve autoctone, portando avanti un doppio binario comunicazionale: parlare agli operatori da un lato; coinvolgere il pubblico ed i meno esperti dall’altro.

 

Oggi, dopo anni di lavoro prima in vigna, poi in cantina ed infine sul fronte della promozione, il Lessini Durello ha raggiunto una sua chiara identità, smarcandosi dalle generiche bollicine intese come semplice fenomeno di moda. Questo spumante, la cui produzione è in costante crescita, è diventato un riferimento a livello nazionale per tutte quelle produzioni d’eccellenza, che hanno fatto della loro unicità, una leva di marketing.

 

I lavori per il Durello and Friends 2013 inizieranno venerdì 22 novembre, giornata dedicata agli operatori, quando alle ore 17.00, all’auditorium di Borgo Rocca Sveva,  si terrà l’incontro dal titolo: “Diversi per natura, il confronto” dove interverranno Bruno Trentini, presidente del Consorzio Lessini Durello, Roberto Zorzin, geologo, Attilio Scienza, docente di viticoltura alla facoltà di Enologia di Milano, moderati dal giornalista Carlo Cambi.

Sarà proprio all’interno di questo appuntamento che verrà presentata la ricerca “Bollicine ideali, spumanti alternativi: cosa ne pensano i sommelier?”.

A seguire, nella suggestiva Sala del Volto, nelle gallerie di Borgo Rocca Sveva, si terrà la cerimonia di consegna del Premio Giornalista Durello 2013, assegnato a quei giornalisti di carta stampata, radio e tv, che nel corso dell’anno si sono distinti per aver raccontato con precisione ed originalità il Lessini Durello.

Sempre in questa sede verrà inaugurata la mostra dal titolo “Un logo per il Durello” attraverso la quale il Consorzio di Tutela ha deciso di dare visibilità alle tante proposte di logo giunte da tutto il mondo, in occasione del contest lanciato pochi mesi fa in collaborazione con l’agenzia Created.

La giornata si concluderà con una cena alla “Locanda del Borgo” a base di piatti della tradizione veronese in abbinamento alle bollicine del Durello.

 

Sabato 23 novembre la giornata sarà invece aperta al pubblico che, a partire dalle ore 9.00, potrà partecipare a tour guidati alla scoperta delle aziende che producono il Lessini Durello. Dalle 17.00 alle 21.00 in Sala del Volto si aprirà il banco d’assaggio “Durello&Friend’s” dove gli enoapassionati e i curiosi potranno degustare le differenti interpretazioni del Lessini Durello accanto a spumanti tra i più originali d’Italia, provenienti dalla Sicilia e dalla Valle d’Aosta.

Per quanti lo vorranno ci sarà poi la possibilità di partecipare a “Sommelier per un giorno”, un percorso di analisi sensoriale di avvicinamento al Durello, a cura di Rossi&Bianchi.

 

Domenica 24 novembre, la Sala del Volto di Borgo Rocca Sveva sarà nuovamente aperta al pubblico che dalle 17.00 alle 21.00 potrà degustare accanto al Durello, tutte le eccellenze enologiche che hanno concorso al Challenge Euposia 2013. In questa sede, oltre ai vini vincitori della sesta edizione del concorso, verranno messi in assaggio decine di spumanti da tutto il mondo e da tutte le regioni italiane. Sempre qui si terrà la premiazione “Challenge Internazionale Euposia” Campione del Mondo Best Rosé; Miglior Sparkling wine da vitigni autoctoni; Miglior Italiano; Miglior Veneto.

 

 

La Doc

In base all’analisi dei trend produttivi e di consumo, si evince che la doc del Lessini Durello è proiettata verso le 700.000 bottiglie, con una crescita netta rispetto all’anno precedente di oltre il 14%.

Un risultato importante, supportato anche dall’introduzione del nuovo disciplinare di produzione, “sdoppiato” per dare ulteriore identità alla tipologia Durello spumante, punta di diamante della denominazione.

Il Lessini Durello infatti viene prodotto nella versione ferma, passita e spumantizzata: ma è in quest’ultima tipologia – la cui produzione di suddivide in metodo charmat per il 70%, seguita dallo spumante metodo classico per il 18% – che la durella dà il meglio di sé.

 

La zona di produzione

La zona di produzione del Lessini Durello si trova sulle colline tra Verona e Vicenza. 

Sono coltivati a Durella 366 ettari sulle colline veronesi e 107 ettari su quelle vicentine.

Sono 428 i viticoltori che coltivano quest’uva autoctona e 22 le aziende che producono Durello.

Ecco ad oggi le aziende socie del Consorzio del Lessini Durello:

Az. Agr. Cecchin, Az. Agricola Casarotto, Az. Agr. Fongaro, Az. Agr. Marcato, Az. Agr. Corte Moschina, Az. Agr. Sandro De Bruno, Cantina dei Colli Vicentini, Cantina di Gambellara, Cantina di Monteforte d’Alpone, Cantina di Soave, Cantina della Val Leogra, Cantina Fattori, Collis Veneto Wine Group, Az. Agr. Montecrocetta, Az. Agr. Bellaguarda, Az. Agr. Antonio Franchetto, Az. Agr. Sacramundi.

(Visited 21 times, 1 visits today)