Nuovi vertici e nuovi programmi per Fondazione Altagamma: Andrea Illy Presidente, deleghe per i settori, rafforzamento del profilo istituzionale.

 

Dopo aver celebrato i venti anni di vita con la mostra itinerante e il volume Altagamma Italian Contemporary Excellence, Fondazione Altagamma riparte con nuovi vertici e ambiziosi progetti per il futuro, che sono stati oggi resi pubblici.

 

Nel corso dell’ultima Assemblea dei Soci, i delegati delle 76 imprese di Altagamma hanno eletto nuovo Presidente Andrea Illy, che succede a Claudio Luti, impegnato da ottobre 2012 nella Presidenza di Cosmit: a fianco di Andrea Illy, Paolo Zegna ricopre il ruolo di Vice Presidente Vicario.

 

Andrea Illy è stato eletto sulla base di un programma che prevede significative novità a livello di governance associativa.

 

Il Comitato di Presidenza è ampliato: ai Vice Presidenti è affidata una delega in termini di gestione operativa dei settori e di gestione delle tematiche trasversali. Matteo Lunelli per l’alimentare, Laudomia Pucci per la moda, Claudio Luti per il design, Francesca Bortolotto Possati per l’ospitalità e Armando Branchini per la gioielleria, la nautica e la velocità.

 

 

Il Consiglio di Amministrazione, più snello, sarà affiancato da una Consulta Strategica, incaricata di riunirsi quattro volte l’anno per definire le linee generali della strategia della Fondazione.

 

La strategia per il prossimo triennio è incentrata sul consolidamento del profilo istituzionale di Fondazione Altagamma, finalizzato al rafforzamento della competitività del sistema dell’alto di gamma.

 

Un obbiettivo fondato sul fatto che l’alto di gamma è il motore delle esportazioni e del valore aggiunto dell’industria manifatturiera italiana, e che il suo rafforzamento comporta ricadute positive sull’intero sistema produttivo nazionale.

A questo proposito l’Istituto CRESV dell’Università Bocconi sta realizzando per Fondazione Altagamma uno studio che analizza nel dettaglio il contributo dell’alta gamma al PIL, all’occupazione, alle esportazioni, agli investimenti e al gettito fiscale.

 

La prospettiva auspicata in questo ambito è  l’istituzione di una partnership pubblico/privata tra Governo e Fondazione Altagamma.  

 

Le  attività di Fondazione Altagamma attualmente in corso proseguiranno nelle aree:

 

·         Business Development (Holding specializzata in interventi nell’industria e distribuzione di alta gamma, Relazioni Istituzionali, Networking, Studi e Ricerche, Cross-selling e Cross Marketing)

·         Cultura d’Impresa Altagamma (Consulta strategica, Programma di Cultura d’Impresa Altagamma, Formazione, Lavori manuali ed artigianalità)

·         Promozione (rilancio di Milano)

 

 

(Visited 14 times, 1 visits today)