laVerdi: EPIFANIA sulle note dell’ORATORIO DI NATALE

EPIFANIA CON laVERDI

sulle note

dell’ORATORIO DI NATALE 

Il grande classico di J.S. Bach

all’Auditorium di Milano 

 

Sabato 5 gennaio 2013, ore 17.30

Auditorium di Milano – largo Mahler

 

Johann Sebastian Bach

Oratorio di Natale (Weihnachts-Oratorium)

per soli, coro e orchestra  BWV 248

 

 Orchestra e Ensemble vocale

laVerdi Barocca

 

Direttore Ruben Jais

Direttore Ensemble vocale Gianluca Capuano

 

Dopo la Nona di Beethoven eseguita dall’Orchestra Sinfonica a cavallo di Capodanno, ecco il secondo grande classico de laVerdi, questa volta per la Festa dell’Epifania, che vede protagonista l’ensemble barocco della “scuderia” dell’Auditorium di Milano.

L’Orchestra laVerdi Barocca e il gemello Ensemble vocale portano infatti in scena – come da affermata tradizione – l’Oratorio di Natale (Weihnachts-Oratorium) di Bach.

Appuntamento dunque con l’Orchestra laVerdi Barocca, diretta dal suo fondatore, il maestro Ruben Jais, e con l’Ensamble vocale, diretto da Gianluca Capuano, sabato 5 gennaio 2013, all’Auditorium di Milano in largo Mahler (info e prenotazioni: 02.83389401/2/3, www.laverdi.org, biglietti euro 25,00/17,50/10,00).

Anche quest’anno sarà ripresa la formula adottata con successo nel 2012, e che si è rivelata una piacevole sorpresa per il pubblico : alle ore 17.30 comincerà l’esecuzione delle prime tre cantate del capolavoro bachiano; poi ci sarà l’interruzione – per chi lo desidera – per la cena nel foyer, infine, alle 23.00, di nuovo in sala per la seconda parte dell’opera, con le restanti tre cantate.

Orchestra ed Ensemble vocali saranno accompagnati sul palco dai solisti Maria Hinojosa Montenegro (soprano), Sonia Prina (alto), Makoto Sakurada (tenore) e Christian Senn (baritono).

 

L'Oratorio di Natale di Bach: professione di fede  e spirito popolare

Composto a Lipsia, dove Bach era Cantor da ormai più di dieci anni, per la liturgia natalizia del 1734 -1735, l'Oratorio di Natale (Weihnachts-Oratorium, BWV 248) si presenta come un ciclo di sei cantate, una per ciascuna delle sei festività comprese tra il giorno di Natale e l'Epifania.  Per la realizzazione musicale, Bach fece ampio ricorso alla tecnica della parodia, consistente nel riadattamento, con nuovo testo e modifiche acconce, di brani tratti da composizioni precedenti, in questo caso cantate di argomento sia sacro sia profano.  Benché non fosse concepito per una esecuzione tutta di seguito (la prima a Lipsia fu distribuita nelle feste indicate alternativamente tra le due chiese di S. Nicola e di S. Tommaso durante il servizio liturgico solenne del mattino e del pomeriggio), l'Oratorio di Natale è una composizione tanto vasta e grandiosa quanto concettualmente omogenea, come risulta non soltanto dalla regolare successione della narrazione evangelica (che nelle prime quattro parti utilizza la lectio di Luca 2, 1-21, mentre nelle due ultime sezioni ricorre a Matteo 2, 1-12), ma anche dal taglio formale, dalla ricorrenza di determinati elementi figurativi, dalle relazioni tonali e dalla strumentazione. Le differenze sono date semmai dall'adeguamento della musica al carattere delle singole festività. La rievocazione della nascita di Gesù Cristo nei suoi diversi momenti, fastosi e trionfali, diviene così celebrazione della fede nel senso più pieno del termine, senza offuscare quello spirito di freschezza popolare, talvolta anche ingenua, il quale, fondato sulle immagini della tradizione, ne è tratto rappresentativo.

 

Auditorium di Milano Fondazione Cariplo

Largo Gustav Mahler

tel. 02.83389.401/2/3 (orario biglietteria: da martedì a domenica 14.30 – 19.00)

Data concerto

Sabato 5 gennaio 2013 – ore 17.30 prima parte, ore 20.30 seconda parte

(durante l’intervallo, per chi lo desidera, sarà disponibile nel foyer del bar la cena a buffet)

Biglietti

Euro 25,00/17,50/10,00

www.laverdi.org

(Visited 10 times, 1 visits today)