Il ‘coro degli alpini’ e Fondazione Progetto Arca per affrontare l’emergenza freddo a Milano

Giovedì 29 novembre 2012, alle ore 21:00, presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano, il Coro Associazione Nazionale Alpini (ANA) di Milano “Mario Bazzi” sarà protagonista del concerto benefico a favore di Fondazione Progetto Arca, onlus che dal 1994 opera per offrire un sostegno concreto alle persone che dormono in strada.

 

Per l’occasione il Coro ANA “Mario Bazzi” – uno tra i cori a voci pari virili più longevi del panorama italiano e primo nato sotto l'egida dell’Associazione Nazionale Alpini – si esibirà in canti tradizionali alpini, militari e popolari senza dimenticare i canti natalizi.

Il ricavato del concerto servirà a finanziare le attività di Fondazione Progetto Arca per affrontare l’emergenza freddo, che durante la stagione invernale mette a rischio la vita dei senza dimora.

 

Biglietti: da 15 a 80 euro (escluse commissioni di servizio). Info e prevendita allo 02 465.467.467 (lun/ven h.10/13 e 14/17) e circuito www.vivaticket.it.

 

 

Il Coro ANA Milano “Mario Bazzi”, fondato nel 1949, si è esibito in più di mille concerti in Italia e all'estero. Medaglia d'Oro di Cittadino Benemerito del Comune di Milano, il Coro ha inciso raccolte di Canti degli Alpini e di Canti Popolari con le più prestigiose case discografiche, come Ricordi con cui ha pubblicato buona parte del proprio repertorio musicale. Il Coro ANA Milano ha partecipato a trasmissioni radiotelevisive e ha inciso colonne sonore per film e pubblicità. In oltre sessant'anni di intensa attività artistica il coro ha prestato particolare attenzione al proprio repertorio musicale, recuperando canti popolari regionali prevalentemente lombardi di enorme interesse storico e pressoché sconosciuti.

 

Massimo Marchesotti nasce nel 1935, si diploma al Conservatorio di Musica di Milano e nel 1955 entra nel Coro ANA di Milano, di cui diventa direttore nel 1973. Si occupa di etno-musicologia, raccoglie sul campo documenti sonori, partecipa con relazioni sulla musica popolare a simposi organizzati da università, associazioni pubbliche e private. Si dedica alla trascrizione di testi musicali popolari e alla composizione di brani inediti. Recupera canzoni popolari regionali di valore storico, contribuendo a mantenere in vita un documento musicale e poetico di rilievo, senza dimenticare il repertorio del proprio coro, costituito non solo da canti alpini e militari ma teso anche al recupero e alla diffusione della cultura militare. Nel 2005 riceve la Medaglia d'Oro di Benemerenza Civica del Comune di Milano. Nel 2010, in occasione del 60° Anniversario di Fondazione del Coro, organizza un grande spettacolo musicale al Teatro degli Arcimboldi.

 

L’evento gode del Patronato di Regione Lombardia e dei Patrocini della Provincia di Milano e dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune di Milano.



 

 

 

www.progettoarca.org

 

Fondazione Progetto Arca Onlus nasce come associazione nel 1994 per offrire una risposta concreta ai bisogni sociali delle persone in stato di grave indigenza ed emarginazione. L’opera della Fondazione ha come obiettivo quello di promuovere e veicolare l’amore per la vita, nelle sue svariate forme, al fine di proteggere e valorizzare la manifestazione inestimabile della Creazione.

Sotto la guida del Presidente Alberto Sinigallia, la Fondazione ha realizzato, inizialmente, strutture residenziali e semiresidenziali per accogliere, accompagnare e motivare le persone che vivono sulla strada e sono vittime di problemi di dipendenza. In 18 anni di vita, ha poi ampliato il raggio d’azione con lo scopo di fornire il primo aiuto anche ad altre fasce deboli della popolazione.

Le persone senza dimora con problemi di dipendenza vengono assistite dalla Fondazione grazie a due Centri di Accoglienza Residenziale e un centro di Accoglienza Notturna – accreditati dalla Regione Lombardia e convenzionati con Asl Milano per un totale di 57 posti letto –  più un altro Centro Notturno in convenzione con il Comune di Milano, con altri 80 posti letto. L’accoglienza in questi centri è gestita da uno Sportello di Ascolto che garantisce la valutazione dei singoli casi e un’azione di consulenza e orientamento. Questo sportello, ogni anno, riceve circa 1.000 richieste di aiuto e permette l’accoglienza di circa 500 persone.

Attraverso l’Unità Operativa di Strada, Fondazione Progetto Arca svolge un’azione di incontro con chi vive in strada, utilizzando il soddisfacimento dei bisogni primari (cibo, coperte, etc.) per orientarli ai servizi del territorio. Il servizio incontra, ogni anno, circa 5.000 persone.

Mediante plurime azioni di Sostegno Emergenze, Progetto Arca fornisce ai senza dimora milanesi dei generi di primo conforto necessari per affrontare le difficoltà stagionali.  Il servizio raggiunge, ogni anno, circa 4.000 persone.

Grazie al progetto di Sostegno Alimentare continuativo la Fondazione consegna pacchi viveri  a persone e famiglie sotto la soglia di povertà, garantendo un pasto quotidiano a 260 persone. Mediante un altro servizio, quello di Custodia Sociale, la Fondazione si attiva per dare una risposta immediata agli anziani, alle famiglie e agli adulti in difficoltà, facendo da ponte tra il bisogno rilevato a domicilio e i servizi territoriali in grado di fornire le più idonee soluzioni. I custodi sociali svolgono, inoltre, un importante compito di monitoraggio e affiancamento agli anziani soli e non più completamente autonomi per il disbrigo delle azioni quotidiane. Questo servizio si fa carico, ogni anno, di più di 1.000 persone.

Fondazione Progetto Arca è inoltre sensibile alla condizione dei rifugiati e dei richiedenti asilo, vittime di guerra e persecuzione. Il servizio che offre la Fondazione poggia sui due pilastri dell’inserimento abitativo, in unità immobiliari, e lavorativo e ha lo scopo di permettere agli utenti, nell’arco di alcuni mesi, di raggiungere l’autonomia necessaria per essere reinseriti nella società. Nel 2011 questa attività ha permesso l’accoglienza di oltre 140 persone.

(Visited 22 times, 1 visits today)