Ahmet Öğüt. Mind the Gap

Peep-Hole inizia la sua stagione espositiva con Mind the Gap, un progetto di Ahmet Öğüt. 

18 Dicembre 2009 – 6 Febbraio 2010

Ahmet Öğüt lavora con un’ampia varietà di mezzi espressivi che vanno dal video alla fotografia, dall'installazione al disegno, alla performance. Le sue opere prendono spesso spunto da esperienze di vita quotidiana che egli osserva, amplifica e altera per metterne in luce le numerose contraddizioni.

Mind the Gap, la prima personale dell'artista in Italia, si sviluppa lungo tutto lo spazio espositivo di Peep-Hole che Öğüt utilizza interamente creando tre zone distinte. Seppur con modalità e scale diverse, le tre zone toccano temi comuni come la rappresentazione del potere, dell'autorità e del controllo attraverso una riflessione sulla "funzione" delle cose e su ciò che un’alterazione della stessa può generare.

In mostra sono esposti il video Things We Count (2008),  tre disegni della serie Mission Calls (2009) e due installazioni intitolate The Swinging Doors (2009) e An ordinary day of a bomb disposal robot (2009), ideate appositamente per l’occasione. Tutte le opere, sia singolarmente sia nel loro insieme, spingono lo spettatore ad interrogarsi sullo “status” degli oggetti, sulla loro destinazione d’uso e sul valore simbolico che viene loro attribuito. Utilizzando le opere per scandire lo spazio fisico, Öğüt costruisce la mostra come un percorso che non procede in modo lineare, ma attraverso una narrazione che, come suggerisce il titolo, si sviluppa nell’alternanza di pieni e vuoti, fisici e mentali.


Ahmet Öğüt è nato a Diyarbakir (Turchia) nel 1981, vive e lavora ad Amsterdam. Ha conseguito il Bachelor of Art alla Fine Arts Faculty di Hacettepe nel 2003 e il Master of Fine Art presso la Art and Design Faculty di Yildiz nel 2006. Nel 2007-2008 è stato borsista alla Rijksakademie di Amsterdam.
Dal 2005 ha realizzato mostre personali presso la Künstlerhaus di Brema, 2009; la Kunsthalle di Basilea, 2008; il Centre d'Art Santa Manica di Barcellona, 2008; Platform Garanti Centre of Contemporary Art di Istanbul, 2006; la Moderna Galerija di Lubiana, 2005. Tra le collettive a cui ha partecipato ricordiamo: la 28° Biennale Arti Grafiche di Lubiana, 2009; The Generational: Younger than Jesus, The New Museum of Contemporary Art di New York, 2009; 7th SITE Santa Fe Biennial, Santa Fe, 2008; 5th Berlin Biennial, Berlino, 2008; 15th Sidney Biennial, Sidney, 2008;  Be[com]ing Dutch, Van Abbemuseum, Eindhoven, 2008; Stalking with Stories, Apexart, New York, 2007.
Nel 2009 Ahmet Öğüt è stato il rappresentante del Padiglione della Turchia alla 53. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.
La mostra di Ahmet Öğüt è stata realizzata grazie al sostegno dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Roma
Sponsor tecnico:

Epson prosegue il proprio impegno a sostegno della ricerca artistica contemporanea offrendo la propria tecnologia quale parte integrante delle forme più innovative di espressione artistica.

Grazie a Bell Safety, Busto Arsizio (VA)

Epson prosegue il proprio impegno a sostegno della ricerca artistica contemporanea offrendo la propria tecnologia quale parte integrante delle forme più innovative di espressione artistica.

Grazie a Bell Safety, Busto Arsizio (VA)

Peep-Hole
Peep-Hole è un project space con sede a Milano in Via Panfilo Castaldi 33. Fondato da Vincenzo de Bellis, Bruna Roccasalva e Anna Daneri, Peep-Hole desidera incoraggiare uno sguardo più attento alla pratica artistica contemporanea, attraverso un programma agile che si muove tra i diversi formati di mostra, lectures, conversazioni ed eventi. Per maggiori informazioni:www.peep-hole.org 
Ahmet Öğüt. Mind the Gap
18 Dicembre 2009 – 6 Febbraio 2010

Dal Martedì al Sabato dalle 15 alle 19 o su appuntamento
info@peep-hole.org, +39 338 56 94 112
Peep-Hole resterà chiuso dal 23 Dicembre al 6 Gennaio 2010
(Visited 18 times, 1 visits today)