Museo Martinitt e Stelline

"Non è un museo volto solo alla memoria di due iniziative storiche importanti come Martinitt e Stelline, ma un museo che darà la possibilità anche di studiare ed essere da stimolo per le politiche sociali che la città deve continuare a sviluppare" – ha detto il sindaco Letizia Moratti all'inaugurazione del "Museo Martinitt e Stelline".

Inaugurato , in corso Magenta, alla presenza dei ministri della Cultura Sandro Bondi e della Difesa Ignazio La Russa, del sindaco Letizia Moratti e del presidente dell'Azienda di Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio Emilio Trabucchi, il "Museo Martinitt e Stelline" è dedicato agli orfani Martinitt e Stelline ed è stato realizzato dall'Azienda di Servizi alla Persona Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio. All'interno sono collocati gli archivi storici degli antichi orfanotrofi, dal 1800 al 1960, e la biblioteca dell'Istituto dei Martinitt, dotata di oltre 20mila volumi.

"Attualmente sono davvero tante le politiche che stiamo mettendo in campo in ambito sociale – ha spiegato il Sindaco Moratti – grazie alla collaborazione con altre istituzioni, con l'obiettivo di coniugare le azioni sociali ad una programmazione in campo educativo. Con l'Ufficio Scolastico Regionale, ad esempio – ha proseguito il Sindaco Moratti – stiamo lavorando a progetti per la valorizzazione del volontariato all'interno delle scuole: presenza sul territorio che è straordinariamente importante e che contribuisce alla formazione dei più giovani, fin dalla loro più tenera età".

"E' un museo importante perchè multimediale e nel quale c'è una partecipazione da parte del pubblico, un'attenzione alla ricerca. L'idea che deve caratterizzare questo museo che oggi inauguriamo – ha concluso il Sindaco Moratti – è che non sia un luogo statico. Vogliamo che dalla memoria del passato, le giovani generazioni possano capire cosa potrà essere il futuro, impegnandosi nel presente".

(Visited 27 times, 1 visits today)